presentazione

WEBSTER GRIFFIN TARPLEY presenta "DALL'11 SETTEMBRE AD OGGI. COME LAVORA LA FABBRICA DEL TERRORE"

18 novembre 2007
ore 17:00

In occasione dell'uscita de «La Fabbrica del Terrore» (Arianna Editrice) uno dei testi fondamentali del movimento internazionale per la verità sugli eventi dell'11 settembre 2001, Webster Griffin Tarpley sarà in Italia per un lungo tour di otto date.
Sin dai giorni della conferenza internazionale all'Arena del Sole di Bologna (settembre 2006) avevamo auspicato la traduzione in italiano di «Synthetic Terror. Made in USA», un vero e proprio affresco sui modi di operare della fabbrica del terrore a guida americana, un vademecum indispensabile per decifrare le dinamiche che hanno portato all'11 settembre e all'offensiva del terrore occidentale su tutto il pianeta.
Grazie ad Arianna Editrice e a Macro Edizioni il libro di Webster Tarpley è adesso disponibile in italiano con il titolo «La Fabbrica del Terrore».
Abbiamo pensato che il miglior modo per continuare a diffondere il messaggio del movimento per la verità sull'11 settembre fosse quello di invitare lo stesso Tarpley a parlare del libro e della situazione attuale negli USA.
Insieme agli editori stiamo dunque organizzando una tournée italiana di presentazioni e conferenze, che ci vedrà impegnati in diverse città dal 12 al 19 novembre.
Una nuova iniziativa nata dall'interno del movimento italiano, resa possibile grazie all'impegno di attivisti sparsi un po' su tutto il territorio.

Faremondo, Arianna Editrice e Macro Edizioni

Sarà presente l’europarlamentare Giulietto Chiesa, ispiratore del film e del libro Zero sulla falsità del racconto ufficiale dell’11 settembre accettato passivamente da tutti i grandi organi di informazione.

Introduce Paolo Pioppi, autore di 11 settembre, l’autoattentato, edizioni Aginform

Webster G. Tarpley, che arriva a Roma dopo una serie di incontri in altre città italiane, è uno degli autori che hanno maggiormente contribuito allo smascheramento dell’operazione 11 settembre. Con lui sarà possibile discutere della forza e delle prospettive del movimento che si batte negli Stati Uniti e in tutto il mondo per la verità su quanto è accaduto in quel giorno fatidico e per impedire nuove e più gravi provocazioni per innescare nuove guerre.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1961: Nasce Amnesty International. Negli anni diventerà punto di riferimento nella tutela dei diritti umani nel mondo.

Dal sito

  • Pace
    La Puglia “arca di pace” e non arco di guerra tra popoli

    Contro Forum G7

    Una due giorni di seminari il 31 maggio e l’1 giugno a Bari per approfondire temi come guerre, lavoro, ambiente e salute, migrazioni, istruzione, Palestina, intelligenza artificiale
    28 maggio 2024 - Ufficio Stampa CGIL Bari
  • Disarmo
    'Sì a Tavolo negoziale sotto l'egida Onu chiesto dall'Europa'

    Comitati per la pace Puglia, G7 non acceleri economia di guerra

    E' l'appello lanciato dai Comitati per la pace di Puglia e da associazioni di cui fanno parte Anpi, Arci, Forum Terzo Settore Puglia, Cgil, IoAccolgo Puglia, Legambiente Puglia, Libera, Link, Pax Christi, PeaceLink, Radici future produzioni, Udu, Unione degli studenti Puglia, Un Ponte Per.
    27 maggio 2024 - ANSA
  • Pace

    Genocidio. Cosa dicono gli atti internazionali

    Nel 1948 gli Stati ONU decisero di impedire il ripetersi di azioni di genocidio e di vigilare per prevenirle e punirle
    27 maggio 2024 - Lidia Giannotti
  • Cultura
    Il film del concerto del 2023 trasmesso da Rai3

    Paolo Conte alla Scala, un amico per il suo pubblico

    La serata è diventata un film presentato al Festival di Torino, con momenti del concerto e dei suoi preparativi, interviste e quell'affetto rispettoso tra l'artista, i suoi musicisti ed il pubblico
    25 maggio 2024 - Lidia Giannotti
  • Editoriale
    Perché contestiamo il G7

    Nove milioni di bambini morti ogni anno non fanno notizia

    Come pacifisti siamo indignati perché le risorse che potrebbero salvare quei bambini ci sono. Basterebbe una riduzione del 5,7% delle spese militari dei G7 per eliminare fame, malaria e mortalità infantile. Per questo accusiamo i G7 di omissione di soccorso.
    25 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)