manifestazione

Manifestazione Nazionale contro la guerra

20 marzo 2004
ore 14:00

COMITATO ORGANIZZATORE
Aggiornato al 18 marzo '04

Altragricoltura; Arci; ArciLesbica Nazionale; Ass. Aprile; Ass. Internazionale di Amicizia e Solidarietà con i Popoli; Ass. Obiettori Nonviolenti; Ass. ONG Italiane; Associazione per il Rinnovamento della Sinistra; Attac – Italia; Asti Social Forum; Azad; Beati i costruttori di pace; Bologna Social Forum; Brescia Social Forum; Campagna Sdebitarsi; Campi Social Forum; Carrara Social Forum; Carta; Casa dei Popoli di Roma; Centro internazionale crocevia; Cgil; Chieti Social Forum; Cnca; Collettivo Vagabondi di Pace; Comitato di Solidarietà con Cuba Fabio Di Celmo; Comitato Piazza Carlo Giuliani; Comitato Salaam ragazzi dell’olivo –MI; Comitato contro le guerre Conegliano; Como Social Forum; Comunità Cristiane di Base Italiane; Comunità San Benedetto al Porto -GE; Confederazione Cobas; Confederazione Nazionale Lavoratori; Convenzione permanente donne contro la guerra; Cremona Social Forum; CTM Altromercato; CUB; Democrazia Popolare; Demote; Donne in Nero; Emergency; Emi.li Emittenti Libere; Federazione dei Verdi; Fabriano Social Forum; Faenza Social Forum; Firenze Social Forum; Fiom; Fondazione Cinema nel Presente; Fondazione Culturale Responsabilità Etica; Forum Ambientalista; Forum Contro la Guerra; Forum Mondiale Alternative; Forum donne Prc; Forum sociale Amiata e Fiora; Forum Sociale di Carpi; Forum Sociale del Ponente Genovese; Forum Sociale della Valdichiana Senese;; Gazzella Onlus; Genzano Social Forum; Giovani Comunisti; Giovani Verdi; Girotondi; Gruppo Abele; ICS; il manifesto; Laboratorio per la Democrazia (FI); Lecce Social Forum; Legambiente; Liberazione; Libera; Liblab; Lila Cedius Onlus; Manitese; Marcia Mondiale delle Donne; Maremma Social Forum; Merano Social Forum; Micromega; Milano Ovest Social Forum; Molfetta Social Forum; Molfetta Social Forum; Mosciano Social Forum; Movimento delle e dei Disobbedienti; Movimento Internazionale della Riconciliazione; Movimento Palestinese per la Cultura e la Democrazia; Novara Social Forum; Ossola Social Forum; Partito dei Comunisti Italiani; Partito della Rifondazione Comunista; Pax Christi; Peace Games; Piana Social Forum (FI); Piombino Social Forum; Punto Rosso; Ravenna Social Forum; Rete Ebrei Contro l’Occupazione; Rete Lilliput; Rete Radié Resch; Rimini Social Forum; Rivista Alternative; Rivista Erre; Rivista Guerra&Pace; ROBA dell’Altro Mondo; Roma Nord-Est Social Forum; Sanremo Social Forum;Senzaconfine; Servizio Civile Internazionale; SinCobas; Sinistra Ecologista; Sinistra Ds per il Socialismo; Sinistra Ds per tornare a vincere; Sinistra Giovanile Nazionale; Social Forum Basso Abbiatense e Alto Pavese; Social Forum Capranica; Social Forum Chierese (TO); Social Forum Lughese; Social Forum Sesto Fiorentino; Statunitensi contro la guerra (FI); Sud Pontino Social Forum; Tavola della pace (di cui fanno parte: Cisl, Agesci, Acli, Pax Christi, Arci, Cgil, Emmaus Italia, Cipsi, Coord, naz. Enti locali per la pace, Focsiv, ManiTese, Legambiente, Lega per i diritti dei popoli, Francescani del Sacro Convento di Assisi, Centro per la pace Forlì/Cesena, Fivol, Ics, Banca Etica, Ass. per la pace, Peacelink, Sdebitarsi, Beati i costruttori di pace, Mfe, Associazione delle Ong, Forum del Terzo Settore); Tavolo Bastaguerra; Tavolo Cultura Sociale ed Arte; Tavolo Migranti dei Social Forum; Terre des Hommes; Torino Social Forum; Trasform! Italia; Unione degli Studenti; Unione degli Universitari; Un ponte per; Valle Olona Social Forum; Varese Social Forum; Venezia Social Forum; Voghera Social Forum; Wilpf.

Per maggiori informazioni:
Comitato fermiamo la guerra
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)