corso

Mettiamoci in Gioco

11 aprile 2008
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

Venerdì 11 aprile a Roma il primo incontro del percorso di individuazione e formazione di famiglie e persone disponibili all’affidamento familiare

Le organizzazioni di volontariato Arché ed ARLAF, in collaborazione con il Centro Comunale per l’Affido, l’Adozione ed il Sostegno a Distanza “POLLICINO” e con il sostegno dei Municipi VI, IX, XI, XII di Roma, uniscono le loro forze per organizzare dei corsi di formazione dedicati a famiglie e persone che vogliono iniziare un percorso di affido.

L’incontro di sensibilizzazione, finalizzato ad illustrare e chiarire le varie modalità di affido e la normativa vigente, si tiene venerdì 11 aprile 2008, dalle ore 18 alle 20, presso la sede di SPES – Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio, in via dei Mille 6 a Roma.
L’affidamento familiare consiste nell’accoglienza di un minore o di giovani madri con figli, per un periodo di tempo determinato presso una famiglia o un single.
A settembre seguirà il percorso formativo, con colloqui ed incontri per fornire le conoscenze utili a sostenere ed accogliere al meglio il minore, affinché l’affido sia una decisione presa con consapevolezza.

L’incontro sarà replicato anche: venerdì 18 aprile e venerdì 9 maggio dalle 18.30 alle 20.30 presso la sede del VI Municipio in via dell'Acqua Bullicante 28/bis; e sabato 24 maggio dalle ore 10 alle 12 presso la sede di SPES in via dei Mille 6.

Per maggiori informazioni su date e disponibilità, è possibile contattare:
Arché Onlus tel. 06.77250350 e-mail roma@arche.it
ARLAF Onlus tel. 06.5402852 e-mail assoc.arlaf@tin.it

Per informazioni stampa:
SPES - Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio
tel. 06.44702178 fax 06.44700229
e-mail: ufficiostampa@spes.lazio.it

Per maggiori informazioni:
Archè Onlus
06.77250350
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1946: Gli Italiani nel referendum tra monarchia e Repubblica scelgono la Repubblica. Per la prima volta votano le donne

Dal sito

  • Disarmo
    La nostra industria di armamenti da lavoro, incluso l’indotto, a circa 150.000 persone

    L'Italia ripudia la guerra, ma vende le armi nel mondo

    Eppure la legge n. 185 del 9 luglio 1990 vieta l'esportazione ed il transito di materiali di armamento verso i Paesi in stato di conflitto armato. Eppure l'articolo 11 della Costituzione ripudia la guerra. Perciò occorre subito sospendere l’esportazione di armi verso le parti in conflitto in Yemen.
    1 giugno 2020 - Dale Zaccaria
  • Pace
    Per la prima volta le donne sono chiamate alle urne

    2 Giugno: la Repubblica è viva!

    Il 2 giugno 1946 gli Italiani, usciti da uno dei peggiori periodi storici, il fascismo, il nazismo e la seconda guerra mondiale, si trovarono a decidere se mantenere una forma di stato monarchico o se diventare una Repubblica 
    1 giugno 2020 - Laura Tussi (e Fabrizio Cracolici)
  • Ecologia
    Come le polveri degli elettrofiltri MEEP, contenenti piombo e diossina, fecero il giro dell'Italia

    Onore a quell'operaio ILVA che ha parlato

    Ci raccontò che quelle "polveri velenose" erano state vendute e poi mescolate - da una società con tanto di partita IVA - a interiora di animali e raspi d'uva. Trasformate in palline, venivano poi rivendute come fertilizzante in tutt'Italia.
    1 giugno 2020 - Alessandro Marescotti
  • Voltana
    Ho raccontato la corsa a perdifiato di mio padre per sfuggire ai tedeschi

    Il ricordo più bello di quest'anno scolastico

    Una mamma mi ha fermato per dirmi che quella storia non l'avrebbe mai dimenticata e che suo figlio gliel'aveva raccontata. Vorrei una scuola così, che lasci un ricordo e storie da custodire, perché la vita, anche in classe, può diventare bella, indimenticabile e commovente.
    31 maggio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Taranto Sociale
    E l'ultima notizia è che concedono altri 14 mesi di proroga alla copertura dei nastri trasportatori

    Volevano tanto bene a Taranto

    Ma si sono dimenticati i tarantini nel forno. I bambini esplodevano uno dopo l'altro come chicchi di pop-corn. E gli ultimi che avrebbero dovuto aprire il portellone non l'hanno fatto.
    31 maggio 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)