evento

Cena al buio Spegni la luce, accendi i sensi e la sensibilità! - Piemonte chiama Mondo 2009

28 maggio 2009

In occasione dell'evento Piemonte chiama mondo 2009, il CCM in collaborazione con L'Unione Italiana Ciechi organizza il 28 Maggio 2009 una cena al buio a favore di un progetto di riabilitazione comunitaria per le persone disabili in Etiopia.
Camerieri non vedenti serviranno la cena in una sala completamente al buio per vivere un'esperienza unica, che prima incuriosisce, poi stupisce e affascina. L’attenta preparazione della cena permetterà di essere in perfetto comfort anche in una situazione nuova come quella al buio dove, al di là del cibo, ciascuno potrà provare nuove sensazioni, favorendo un diverso e più stimolante percorso alla scoperta dei sapori.
Un viaggio nel gusto che vede impegnati tutti gli altri sensi in un gioco di riconoscimenti che riserva non poche sorprese.
Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è una ONG torinese impegnata dal 1968 nella cooperazione sanitaria in alcuni paesi dell'Africa Orientale: Burundi, Etiopia, Kenya, Mali, Somalia, Sud Sudan e in Guatemala. Il CCM ha avviato un progetto per il sostegno e il rafforzamento delle organizzazioni etiopi che si dedicano alla riabilitazione comunitaria delle persone disabili ad Addis Abeba (Etiopia), in collaborazione con CBR Network Ethiopia (una rete di organizzazioni operanti nella Riabilitazione Comunitaria).
L'Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS ha per scopo l'integrazione dei non vedenti nella società.

L'evento verrà ospitato presso il ristorante Circolo De Amicis sito in corso casale 134 a Torino.
Offerta minima 35€ - il ricavato sosterrà il progetto del CCM in Etiopia

Questo evento si inserisce nell'iniziativa "PIEMONTE chiama MONDO 2009 - Un intero mese dedicato alla cooperazione internazionale e all'educazione allo sviluppo" patrocinato dalla Regione Piemonte e organizzato per il terzo anno consecutivo dalle Ong che aderiscono al Consorzio Ong piemontesi. Sul sito www.ongpiemonte.it è disponibile il programma con il dettaglio degli oltre 40 eventi nelle diverse località piemontesi.

Per informazioni e prenotazioni: Circolo De Amicis corso Casale 134, Torino – tel. 011 8191422

CCM Comitato Collaborazione Medica
Via Ciriè 32/E - 10152 Torino
tel. 011 6602793, e-mail: ccm@ccm-italia.org , www.ccm-italia.org

Per maggiori informazioni:
Consorzio Ong Piemontesi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1946: Gli Italiani nel referendum tra monarchia e Repubblica scelgono la Repubblica. Per la prima volta votano le donne

Dal sito

  • Disarmo
    La nostra industria di armamenti da lavoro, incluso l’indotto, a circa 150.000 persone

    L'Italia ripudia la guerra, ma vende le armi nel mondo

    Eppure la legge n. 185 del 9 luglio 1990 vieta l'esportazione ed il transito di materiali di armamento verso i Paesi in stato di conflitto armato. Eppure l'articolo 11 della Costituzione ripudia la guerra. Perciò occorre subito sospendere l’esportazione di armi verso le parti in conflitto in Yemen.
    1 giugno 2020 - Dale Zaccaria
  • Pace
    Per la prima volta le donne sono chiamate alle urne

    2 Giugno: la Repubblica è viva!

    Il 2 giugno 1946 gli Italiani, usciti da uno dei peggiori periodi storici, il fascismo, il nazismo e la seconda guerra mondiale, si trovarono a decidere se mantenere una forma di stato monarchico o se diventare una Repubblica 
    1 giugno 2020 - Laura Tussi (e Fabrizio Cracolici)
  • Ecologia
    Come le polveri degli elettrofiltri MEEP, contenenti piombo e diossina, fecero il giro dell'Italia

    Onore a quell'operaio ILVA che ha parlato

    Ci raccontò che quelle "polveri velenose" erano state vendute e poi mescolate - da una società con tanto di partita IVA - a interiora di animali e raspi d'uva. Trasformate in palline, venivano poi rivendute come fertilizzante in tutt'Italia.
    1 giugno 2020 - Alessandro Marescotti
  • Voltana
    Ho raccontato la corsa a perdifiato di mio padre per sfuggire ai tedeschi

    Il ricordo più bello di quest'anno scolastico

    Una mamma mi ha fermato per dirmi che quella storia non l'avrebbe mai dimenticata e che suo figlio gliel'aveva raccontata. Vorrei una scuola così, che lasci un ricordo e storie da custodire, perché la vita, anche in classe, può diventare bella, indimenticabile e commovente.
    31 maggio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Taranto Sociale
    E l'ultima notizia è che concedono altri 14 mesi di proroga alla copertura dei nastri trasportatori

    Volevano tanto bene a Taranto

    Ma si sono dimenticati i tarantini nel forno. I bambini esplodevano uno dopo l'altro come chicchi di pop-corn. E gli ultimi che avrebbero dovuto aprire il portellone non l'hanno fatto.
    31 maggio 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)