evento

La verità delle donne. Vittime del conflitto armato in Colombia

8 febbraio 2020
ore 17:00 (Durata: 2 ore)

SABATO 8 FEBBRAIO 2020 ore 17,00
presso CASA DELLE DONNE RAVENNA- VIA MAGGIORE 120.

Le DONNE IN NERO ospitano KELLY ECHEVERRY ALZATE, giovane attivista e documentarista colombiana della Ruta Pacifica de las Mujeres, ha partecipato alla raccolta delle testimonianze e curato il dossier, in tour in Italia per la presentazione del libro.

Presentazione del libro "La verità delle donne. Vittime del conflitto armato in Colombia" pubblicato dalla Ruta Pacifica de las Mujeres Colombia, tradotto dalle Donne in Nero italiane.

PATRICIA TOUGH, Donne in Nero Bologna, accompagna e traduce.

Il libro dà voce alle donne della Colombia, un paese attraversato da un conflitto interno armato da cinquant'anni, caratterizzato da violenza diffusa e continua sulla popolazione civile.
Ma di violenza contro le donne si è cominciato a parlare tardi, grazie alle inchieste e denunce di numerose associazioni femminili locali. Ne è derivato un dossier pubblicato a Bogotà nel 2013 frutto del lavoro della Commissione Verità e Memoria delle donne colombiane, coordinata dalla Ruta Pacifica de las Mujeres che in tre anni di lavoro ha raccolto le testimonianze di oltre mille donne vittime del conflitto armato. E' stato poi pubblicato un rapporto sintetico, tradotto in italiano a cura della rete italiana delle Donne in Nero.

Le donne della Ruta Pacifica parlano di un continuum di violenza che avviene sia nell'ambito domestico che in quello pubblico con brutalità, sparizioni, esecuzioni, abbandono forzato delle case, violenze sessuali, prostituzione forzata, schiavitù domestica. Il controllo dei corpi delle donne, già largamente attuato in tempo di pace, viene inasprito nel contesto del conflitto armato e della militarizzazione della società.

Il coraggio delle donne che raccontano la loro verità nello spazio pubblico costruisce memoria collettiva, trasforma le vittime in protagoniste per il cambiamento della realtà e mette in discussione i rapporti di dominio imposti dal patriarcato.

Kelly, attiva in tutto il percorso per la raccolta delle testimonianze, ci parlerà di questa importante esperienza di soggettività politica e approccio femminista alla giustizia.

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    La CIA è presente sul terreno

    Forze speciali della Nato già operano in Ucraina

    Un'operazione segreta che coinvolge le forze delle operazioni speciali statunitensi indica l'entità dello sforzo per assistere l'esercito ucraino che non ha ancora ricevuto le nuove armi.
    26 giugno 2022
  • Cultura
    Quattro giorni di cinema al femminile a Taranto

    Mostra del Cinema di Taranto dal tema «Lo sguardo della tigre»

    Storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici che da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco si danno appuntamento a Taranto.
    23 giugno 2022 - Fulvia Gravame
  • Pace
    I dati del sondaggio europeo ECFR dà i pacifisti in minoranza fra i Grünen

    I Verdi tedeschi e il pacifismo

    La maggiore percentuale di pacifisti in Germania non è fra i Verdi ma fra i socialdemocratici dell'SPD. Intanto il giornale Der Spiegel ironizza sui leader verdi tedeschi ribattezzandoli "verdi oliva" e raffigurandoli con tute militari verdi, elmetto e bazooka
    23 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti
    Oggi alla Camera dei Deputati

    Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"

    Una difesa è tale quando riduce le sofferenze, i morti, i feriti, non quando li aumenta, ed è quello che sta avvenendo. Biden ha detto che occorre vincere e battere la Russia (cosa che si sta rivelando irreale); prima tutti dicevano "no all'escalation" ma poi è arrivato l'ordine: "Vincere".
    22 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Migranti
    Peacelink Common Library

    Siamo una società di pace? La criminalizzazione della solidarietà

    Mi sono avvicinata allo studio delle migrazioni, alla complessità delle storie che ogni rifugiato, richiedente asilo o migrante porta con sé. Perché le stragi delle frontiere marittime e terrestri sono catastrofi umanitarie. Qual è la nostra responsabilità? Qual è oggi il ruolo della società civile?
    21 giugno 2022 - Carmen Zaira Torretta
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)