Conflitti

L’ANARCHIA DI BAGDAD

15 maggio 2003
Rosarita Catani

BAGHDAD, 13 maggio 2003. I cittadini di Bagdad e gli ufficiali
statunitensi, affermano che le forze d’occupazione sono insufficienti a
mantenere l’ordine nella capitale irachena e chiedono dei rinforzi per
calmare la violenza che infuria per le strade.

Il fuoco brucia di nuovo in alcune costruzioni dei palazzi governativi .

Il suono di sparatorie risuonano durante la notte, molti cittadini
dichiarano che tengono i loro bambini a casa durante il giorno.

Persino il traffico è colpito in assenza della polizia irachena. Sono molti
gli incidenti stradali causati da guidatori non attenti.

Non vi è sicurezza per le strade di Bagdad. Un ufficio e due edifici sono
stati attaccati la notte di domenica. In due settimane altri incidenti; due
veicoli del CARE sono stati attaccati da uomini armati. L’organizzazione
del CARE richiede immediatamente alle forze d’occupazione di instaurare la
legge e l’ordine a Bagdad.

Il vandalismo è sempre particolarmente frequente. Un negoziante, Abdulsalam
Hussein, dichiara che lui stava guardando fuori della vetrina del suo
negozio quando banditi armati scendono da una Peugeot andando nella Piazza
piena di gente, ordinando alle persone nella strada di scappare via “Erano
armati” Nessuno è corso ad aiutarci.

Note: [Nota: Rosarita Catani e' una reporter indipendente che invia i suoi resoconti da Amman, Giordania, raccontando da un punto di osservazione privilegiato cosa accade in Iraq e in medio oriente. I suoi report - pubblicati regolarmente sul sito www.peacelink.it - sono utilizzabili liberamente previa citazione della fonte e dell'autrice]

Articoli correlati

  • Il problema del cancro a Gaza
    Palestina
    Dal punto di vista epidemiologico

    Il problema del cancro a Gaza

    Questa "programmazione", questo deliberato e continuato intento distruttivo, quanto dovrà ancora durare? Come è possibile continuare a tacere?
    19 marzo 2019 - Laura Tussi
  • Con i miei occhi
    Pace
    Recensione al libro di Felicia Langer (Zambon editore 2018)

    Con i miei occhi

    Una testimonianza della repressione di Israele contro i palestinesi (1967-1973)
    9 gennaio 2019 - David Lifodi
  • Ma questo…, e’ un tank (un carroarmato)? - di Filippo Bianchetti
    Pace
    Staffetta Medica in Palestina: l’esperienza di un “italian doctor”

    Ma questo…, e’ un tank (un carroarmato)? - di Filippo Bianchetti

    Un racconto della prima esperienza in Palestina di un medico di base italiano, nel 2002
    5 gennaio 2019 - Laura Tussi
  • Guatemala e Honduras scelgono Israele
    Latina
    Il giornalista Maurice Lemoine spiega su Le monde diplomatique il sostegno dei due paesi centroamericani a Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico

    Guatemala e Honduras scelgono Israele

    Fin dagli anni '70 i militari israeliani hanno appoggiato la repressione di indigeni maya e contadini in Guatemala
    10 gennaio 2018 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)