Conflitti

Tra le vittime vi erano anche 444 operatori umanitari e 72 giornalisti

I costi umani della "guerra al terrore" in Afghanistan

La guerra, oltre a togliere migliaia di vite, ha distrutto anche infrastrutture e ha causato enormi costi economici. Secondo un rapporto dell'AP, sono state perse oltre 150.000 vite, tra truppe straniere, forze di sicurezza afgane, forze talebane e civili.
12 settembre 2021
Ziar Khan Yaad (TOLOnews Reporter)
Tradotto da per PeaceLink

Afghanistan, missione di pace o missione di guerra?

Gli attacchi dell'11 settembre, che hanno scatenato la guerra al terrore, hanno portato i soldati statunitensi e della NATO in Afghanistan e hanno iniziato la guerra ventennale in Afghanistan, che ha causato migliaia di vittime tra soldati stranieri, forze afgane, forze talebane e civili.

Secondo un rapporto dell'AP, sono state perse oltre 150.000 vite, tra truppe straniere, forze di sicurezza afgane, forze talebane e civili.

Il rapporto evidenzia che negli ultimi 20 anni sono stati uccisi 3.592 soldati stranieri, inclusi 2.448 soldati statunitensi e 1.144 soldati della NATO. Inoltre, sono stati uccisi 3.846 contractors statunitensi.

Il rapporto dice anche che 66.000 soldati afghani, 51.191 combattenti talebani e 47.245 civili sono stati uccisi durante la guerra nel paese.

Inoltre, tra le vittime vi erano anche 444 operatori umanitari e 72 giornalisti, secondo quanto riferito da AP.

Reporters sans frontières ha detto a TOLOnews che quasi 100 giornalisti, tra cui 16 stranieri, hanno perso la vita in Afghanistan dal 2001.

“Negli ultimi 20 anni, abbiamo visto vittime pesanti e persino la 'Mother of All Bombs' ('Madre di tutte le bombe') è stata utilizzata in Afghanistan. Anche gli attacchi suicidi hanno avuto vittime. Gli afgani sono stati uccisi da entrambe le parti", ha detto Sayed Ishaq Gailani, capo del Movimento di solidarietà nazionale dell'Afghanistan.

Sebbene il governo talebano sia stato estromesso nel 2001, la guerra non è finita. I talebani sono diventati un ​​gruppo di opposizione e hanno continuato a combattere il nuovo governo formato alla Conferenza di Bonn. La guerra è continata per 20 anni.

Gli americani hanno bombardato matrimoni, funerali, riunioni, moschee, villaggi e luoghi diversi. Durante la guerra, i talebani sono stati uccisi, i civili sono stati uccisi, i membri dell'esercito afghano e i dipendenti del governo sono stati uccisi e anche gli americani sono stati uccisi", ha detto Sayed Akbar Agha, capo di Shura-e-Aali Rah-e-Nejat.

La guerra, oltre a togliere migliaia di vite, distrusse anche infrastrutture e causò enormi costi economici.

“I soldati americani e altri sono venuti qui e alcuni sono stati uccisi in questa guerra di 20 anni e il resto è tornato indietro. I danni maggiori sono stati subiti dall'esercito afghano, dai civili e dai talebani e sono tutti afgani. Erano tutti fratelli, ma è stata una cospirazione degli Stati Uniti e del Regno Unito, che ha creato il disaccordo tra loro", ha detto Mohammad Akbar Niazai, residente a Kabul.

“Gli afghani hanno subito ingenti danni. Fossero uccise le forze governative o i talebani, erano tutti afghani", ha detto Mohammad Haroon, residente a Kabul.

La guerra dei 20 anni si è conclusa ad agosto dopo che i soldati degli Stati Uniti e della NATO si sono ritirati dall'Afghanistan e i talebani hanno ripreso il potere.

Articoli correlati

  • Il futuro di Kabul
    Conflitti
    Un'analisi dell'Afghanistan dopo la sconfitta degli Stati Uniti e della Nato

    Il futuro di Kabul

    Cina, Russia, Pakistan, Qatar e Turchia negoziano con i Talebani per mantenere un ordine che crei un ambiente favorevole tanto ai loro investimenti in infrastrutture e attività estrattive. E vogliono tenere lontane dai propri confini le minacce portate dalle fazioni jihadiste e indipendentiste.
    11 ottobre 2021 - Valeria Poletti
  • Italiani per Hale
    PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    Redazione PeaceLink
  • "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"
    Conflitti
    Gli stupri dei bambini erano la regola: "La notte li sentiamo gridare, ma non possiamo fare nulla"

    "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"

    Gli episodi che riportiamo in questa pagina web spiegano perché l'esercito e la polizia afghani non fossero amati dalla popolazione e si siano sbriciolati appena è venuto meno il supporto delle truppe americane e della Nato, nonostante fossero stati fortemente armati, attrezzati e addestrati.
    Redazione PeaceLink
  • Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili
    Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)