Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Deterrenza, conflitti atomici, ambiente.

Ambiente e disarmo nucleare. Un incontro a Roma con gli studenti liceali

Nell'anniversario del Nobel a ICAN un'iniziativa interessante dal liceo "Augusto" a Roma, un video autoprodotto per far conoscere e riflettere.
10 dicembre 2021

Educazione alla pace a partire dal disarmo e dal disarmo nucleare

E' ancora usuale l'idea della deterrenza come possibile "cuscinetto" a protezione dei conflitti atomici? Esiste la consapevolezza che la guerra può venire avviata anche per errore? E quali conseguenze per l'ecosistema? Un incontro con i ragazzi del liceo classico "Augusto" a Roma ha fornito la base per un approfondimento e una riflessione.

Nell'anniversario del Nobel a ICAN ecco un'iniziativa interessante che i liceali hanno voluto realizzare, partendo da un'idea del prof. Manlio Giacanelli, specialista neurologo, attivo in numerose iniziative per il disarmo e Presidente onorario di AIMPGN - affiliata italiana a IPPNW. Un corto autoprodotto che, attraverso l'attento montaggio dei vari video suggeriti, fa spaziare la conoscenza del rischio atomico ben oltre la storia degli eventi bellici del '45 e dei tantissimi test nucleari che si sono succeduti fino ad epoche recenti. E fino a far descrivere quali sarebbero le terribili conseguenze all'intero ecosistema di un conflitto anche "limitato", anche senza il coinvolgimento dei principali Nuclear States.

Espone così il prof. Giacanelli:

"Un radioisotopo dell’Uranio 235 ha una emivita di 4.51 x 10^9 anni. Voi direte perché non si distruggono i magazzini di armi nucleari? Si è detto “la reciproca terribile minaccia frena una guerra nucleare”. Ma esistono gli “incidenti“ nucleari bellici, per errore."

"Le conseguenze? Tutte diversificate e tutte dannose sia per l'ambiente sia per la salute umana. L'oscuramento dei cieli, le polveri, l'abbassamento della temperatura, i buchi dell'ozono, l'annientamento dell'agricoltura, le carestie. E le conseguenze dirette in termini di malattie sistemiche: leucemie, neoplasie, neomutazioni genetiche. Non è un caso se si registrano i maggiori tentativi di insabbiamento proprio sull'esito dell'esplosione proprio in termini di affezioni indotte nel tempo."

Qua il video realizzato

Articoli correlati

  • Scongiurare il conflitto in Ucraina
    Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • "Le nostre vittorie nel 2021": da ICAN un resoconto di fine anno
    Disarmo
    Dal Coordinatore della Campagna ICAN Daniel Högsta

    "Le nostre vittorie nel 2021": da ICAN un resoconto di fine anno

    “Qualunque cosa sia successa quest'anno, il 2021 è stato una pietra miliare per il nostro movimento, dopo che il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari è entrato in vigore il 22 gennaio 2021, rendendo le armi nucleari finalmente illegali secondo il diritto internazionale"
    23 dicembre 2021 - Roberto Del Bianco
  • Il trattato che bandisce le armi nucleari
    Disarmo
    Il webinar di Antonino Drago sulla messa al bando delle armi nucleari

    Il trattato che bandisce le armi nucleari

    Il questa pagina web c'è il video della videoconferenza assieme alle slides del relatore. Al centro della relazione c'è il trattato ONU che proibisce le armi nucleari, entrato in vigore il 22 gennaio 2021 al termine dei 90 giorni previsti dopo la 50esima ratifica.
    19 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Il diritto alla pace e al disarmo
    Disarmo
    In Italia e Germania: bombe nucleari B61-12 Nato nelle basi militari di Ghedi, Aviano e Buchel

    Il diritto alla pace e al disarmo

    Verso un coordinamento antinucleare europeo. L'obiettivo è di inserire la valutazione delle attività militari e belliche - e quindi il disarmo come soluzione al grave inquinamento da esse prodotte - negli accordi di Parigi sul clima.
    10 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)