Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

A Caserta partono i monitoraggi sulle diossine

Lotta ai tumori: al via il monitoraggio delle aree inquinate

"Si indagherà sulla presenza di solventi organici aromatici ed idrocarburi clorurati nelle acque di falda e per lo studio preliminare sulla presenza di diossine in campioni ambientali ed alimentari sul territorio comunale".
2 gennaio 2008
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- L'amministrazione comunale di Marcianise dichiara guerra all'inquinamento del territorio, in tutte le sue forme. Nell'ultima giunta, infatti, sono state approvate tre convenzioni con il dipartimento di Scienze ambientali della Sun, diretto dal professor Antonio D'Onofrio.

Obiettivi: il monitoraggio dei campi elettromagnetici, l'avvio di un'indagine sui livelli di radioattività di campioni di acqua di falda e di suoli superficiali e la valutazione della qualità dell'aria ai fini della pianificazione degli interventi della pubblica amministrazione contro l'inquinamento. Altre due convenzioni, poi, sono state stipulate con il dipartimento di Chimica della Seconda Università di Napoli, per indagare sulla presenza di solventi organici aromatici ed idrocarburi clorurati nelle acque di falda e per lo studio preliminare sulla presenza di diossine in campioni ambientali (acque, suoli, ceneri di rifiuti, fogliame) ed alimentari sul territorio comunale. Entrambi gli studi saranno eseguiti dal professor Mario Iuliano, responsabile della ricerca nel dipartimento. Nella stessa seduta, è stato approvato anche lo schema di convenzione con la cooperativa «Galeno» per lo studio dei dati di incidenza delle patologie tumorali maligne all'interno del comune.

L'iniziativa fa seguito agli incontri tenuti dalla commissione tecnica comunale «Unità di crisi ambientale- sanitaria», di cui fa parte il dottor Guido Bernardi, in qualità di rappresentante della cooperativa Galeno, costituita da 42 medici. Scopo del progetto sarà quello di raccogliere ed elaborare i dati di prevalenza e di incidenza di patologie tumorali maligne su un campione di abitanti residenti nel comune di Marcianise, stratificati per sesso e per età.

«L'amministrazione comunale — spiega il sindaco Filippo Fecondo — intende avviare una grande campagna di studio sullo stato di salute della città, per la quale investiremo più di centomila euro.

Queste ricerche ci consegneranno un esame attento e dettagliato sulle condizioni ambientali del nostro territorio, offrendoci la possibilità di intervenire in modo serio e efficace sulle fonti di inquinamento».

Articoli correlati

  • Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi
    Ecologia
    Dose tollerabile giornaliera per un bambino di 10 anni a Taranto

    Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi

    Diossine e PCB possono essere presenti nelle cozze di zone inquinate. Con i nuovi valori di DST (Dose Settimanale Tollerabile) divulgati dall'EFSA, a Taranto i bambini non dovrebbero mangiare più di 13 grammi di cozze a settimana
    21 novembre 2018 - Redazione PeaceLink
  • Troppa diossina negli alimenti: occorre l'istituzione di un marchio Dioxin Free
    Consumo Critico
    L'EFSA (ente europeo per la sicurezza alimentare) rivede in senso restrittivo la dose tollerabile

    Troppa diossina negli alimenti: occorre l'istituzione di un marchio Dioxin Free

    La dose tollerabile scende drasticamente, di ben 7 volte. Ora infatti la dose tollerabile settimanalmente è di 2 pg/kg e non più 14 pg/kg di peso corporeo. Cosa farà il governo italiano per tutelare i consumatori?
    20 novembre 2018 - Associazione PeaceLink
  • "La follia del nucleare" in videoconferenza da Milano con gli Istituti Scolastici di Teano
    Pace
    "Siamo tutti Premi Nobel per la Pace con ICAN" presenta

    "La follia del nucleare" in videoconferenza da Milano con gli Istituti Scolastici di Teano

    Con il messaggio antinucleare della Campagna Internazionale ICAN - Premio Nobel per la Pace 2017 per il disarmo nucleare universale
    17 novembre 2018 - Laura Tussi
  • Diossina nei fanghi da spandere nelle campagne
    Ecologia
    Oggi in commissione ambiente alla Camera verrà proposta la norma

    Diossina nei fanghi da spandere nelle campagne

    Il governo prevede limiti fino 25 nanogrammi a chilo di terra, mentre a Taranto le pecore e le capre si sono contaminate brucando su terreni contaminati fino a 10 nanogrammi di diossina
    22 ottobre 2018 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.10 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)