Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

I rapporti con l'Ilva nelle intercettazioni telefoniche della Procura di Taranto

Nichi Vendola su Wikipedia, ecco quello che viene rimosso

Sono state ripetutamente inserite su Wikipedia queste informazioni. Ma vengono sistematicamente rimosse da qualcuno che non ritiene siano utili da leggere
17 febbraio 2013

Ecco il testo che viene continuamente rimosso dalla voce Nichi Vendola di Wikipedia.

Nichi Vendola

Hanno fatto discutere le intercettazioni telefoniche della Procura della Repubblica di Taranto (pubblicate su vari giornali fra cui il Corriere della Sera del 27/11/2012) nelle quali Girolamo Archinà (addetto alle pubbliche relazioni dell'Ilva) parla con Nichi Vendola delle questioni relative all'inquinamento dello stabilimento siderurgico. Vendola chiede ad Archinà che dica al patron dello stabilimento Emilio Riva: «Mettiamo subito in agenda un incontro». Vendola vuole che lo rassicuri: «State tranquilli, non è che mi sono scordato (...). Non mi sono defilato». Fabio Riva, figlio di Emilio e vicepresidente della «Riva Fire», dice di essere convinto che «Vendola ad Archinà gli vuole bene», stando a una conversazione fra lui e il suo avvocato, Francesco Perli. 

Nichi Vendola non risulta indagato. Ma il GIP Patrizia Todisco (che nel novembre 2012 ha disposto l'arresto di Archinà) scrive, nelle oltre 500 pagine dell’ordinanza con cui invia nuovamente agli arresti la famiglia Riva e i vertici dell’azienda, di ”numerosi e costanti contatti” tra l’ex grande capo delle relazioni istituzionali dell’Ilva Girolamo Archinà e rappresentanti della Regione, Vendola compreso. Il GIP cita poi una mail inviata il 22 giugno del 2010 da Archinà a Fabio Riva, nella quale il primo informa il secondo di un incontro avuto a Bari con Vendola. Il governatore, scrive Archinà ”si era fortemente adirato con i vertici dell’Arpa Puglia”, sostenendo che ”non devono assolutamente attaccare l’Ilva”. Il GIP Patrizia Todisco ritiene che i contatti fra Ilva e Regione Puglia siano avvenuti con "l’attenta regia del Presidente Vendola e del suo Capo di gabinetto".  Nichi Vendola ha respinto ogni sospetto dichiarando: "Il giudizio del gip Patrizia Todisco su di me è ingeneroso".

Note: La voce di Wikipedia di Nichi Vendola sembra una agiografia più che una biografia. Vi si legge che nel 1988 "lascia fra gli applausi la sua carica nella FGCI" oppure che "alle elezioni europee del 2004 Vendola è candidato nel Mezzogiorno dove risulta essere il primo dei non eletti con 38.746 preferenze, in pratica il comunista più votato dopo Bertinotti". La voce "Nichi Vendola" riporta con precisione matematica tutti i voti presi nelle varie elezioni, tutti i dettagli del suo curriculum politico, ma delle intercettazioni della Procura di Taranto evidentemente non se ne deve parlare perché non interesserebbe. Interessa invece sapere che nel 2010 "la vittoria di Vendola alle primarie rilancia la sua leadership e lo proietta in una campagna elettorale che vede nascere in tutta la regione "Le fabbriche di Nichi"" e che "giovani volontari di tutta la Puglia attivano un processo di rete e partecipazione: idee, proposte, informazioni e contenuti di ogni genere nascono e si diffondono per tutta la regione, attraverso il web e le azioni sul territorio". Insomma il volantino agiografico entra in Wikipedia, le intercettazioni della Procura di Taranto no.

Articoli correlati

  • Inquinavano e credevano in Dio
    Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Taranto, cronaca di un disastro ambientale
    PeaceLink
    Relazione sul webinar di PeaceLink

    Taranto, cronaca di un disastro ambientale

    Di fronte all'inquinamento del polo industriale e in particolare dello stabilimento siderurgico vi è stata, dal 2008 in poi, una crescita della cittadinanza attiva. La società civile organizzata, supportata dai dati scientifici dell'Arpa Puglia, ha saputo contrastare lo strapotere dei Riva.
    10 giugno 2021 - Laura Tussi
  • Sentenza Ambiente Svenduto, confiscati gli impianti dell'area a caldo ILVA
    Editoriale
    Condanne durissime, condannati anche i politici

    Sentenza Ambiente Svenduto, confiscati gli impianti dell'area a caldo ILVA

    Nessuno aveva mai parlato della diossina a Taranto prima del 2005. Fummo noi a prenderci la responsabilità e i rischi di denunciarlo pubblicamente. Oggi è una grande giornata di liberazione dopo una lunga resistenza e tante vittime. Venivamo chiamati "allarmisti" ma avevamo ragione noi.
    31 maggio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Il momento più duro
    Ecologia
    Riflessioni dopo la condanna di Nichi Vendola

    Il momento più duro

    Sono stata portavoce di Nichi nel 2005 la prima volta che si è candidato alla presidenza della Puglia. Il problema vero è che Nichi ha cercato di avere come interlocutori, e di più, come alleati, i Riva. All’epoca già sotto inchiesta. Parlava di stima reciproca.
    7 giugno 2021 - Francesca Borri
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)