Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Proteggere prima di curare

Troppi bambini si ammalano di tumore

Associazioni e genitori chiedono un impegno a eliminare i contaminanti ambientali, causa dell'incremento di tumori, e si rivolgono anche ai candidati al Parlamento
18 febbraio 2013

Proteggere prima di curare

 In occasione della giornata mondiale contro il cancro infantile e degli eventi del 15 e 16 febbraio, Onlus, associazioni di genitori e medici si sono incontrati, come ogni anno. Questa volta però è stata sottolineata l'urgenza di una svolta nel modo di affrontare il tema delle patologie tumorali infantili. 

Sul sito della Campagna nazionale per la difesa del latte materno, sostenuta da una rete di associazioni e di medici - di cui fa parte PeaceLink - viene lanciato un allarme per l'aumento dei tumori infantili collegati alla presenza e all'azione di contaminanti ambientali.

Come intervenire allora? Introducendo pratiche di BIOMONITORAGGIO a campione del latte materno e RATIFICANDO - come atteso dal 2004 - la CONVENZIONE DI STOCCOLMA, che fissa limiti e misure di controllo all’emissione in ambiente di sostanze inquinanti e persistenti (POPs – Persistent Organic Pollutants). Occorre naturalmente SOSTITUIRE l’incenerimento di rifiuti e biomasse con la riduzione, il recupero, il riciclo e la trasformazione a freddo dei materiali, e adottare STRUMENTI DI CONTROLLO efficaci, come il campionamento in continuo delle emissioni di diossina dagli impianti  e il monitoraggio a campione di matrici alimentari nei  territori circostanti (continua a leggere sul sito della Campagna: cfr. NOTA).

Per l'Associazione di genitori MINERVA P.E.L.T.I., è necessario porsi in maniera nuova nella lotta ai tumori infantili, eliminando per quanto più possibile i fattori di rischio che in maniera sistemica invadono la nostra vita e quella dei bambini, compromettendone lo stato di salute e le speranza di una vita sana …. applicare principi fondamentali scritti negli atti fondativi della Unione Europea, come il Principio di Precauzione, o più semplicemente adottare il buon senso (continua a leggere sul sito dell'associazione Minerva P.E.L.T.I.: cfr. NOTA).

Le associazioni pongono anche alcune domande e richiedono un impegno ai candidati nelle imminenti elezioni nazionali e regionali. I temi toccati sono tanti e di grande interesse (dai rischi legati al trattamento dei rifiuti e alle reti wireless all'effettività delle sanzioni, dalle scelte energetiche e di sviluppo delle bio-architetture agli accorgimenti per promuovere e diffondere cibi sani, con l'introduzione ad esempio di un marchio dioxin-free).


Note: I siti e le richieste delle associazioni:
- http://difesalattematerno.wordpress.com/2013/02/15/xi-giornata-mondiale-contro-il-cancro-infantile-comunicato-della-campagna/

- http://difesalattematerno.wordpress.com/2012/12/16/10-domande-ai-candidati-per-le-prossime-elezioni/

- http://www.minervapelti.it/?p=121

Articoli correlati

  • Fiaccolata per gli Angeli di Taranto
    Pace
    Corteo: pensare globalmente, agire localmente, coordinarsi internazionalmente

    Fiaccolata per gli Angeli di Taranto

    Per ricordare i bambini morti di cancro e per dire NO all'inquinamento
    25 febbraio 2019 - Laura Tussi
  • Taranto deve salvare i suoi bambini
    Ecologia

    Taranto deve salvare i suoi bambini

    Una Fiaccolata per ricordare i bambini vittime d'inquinamento industriale
    25 febbraio 2019 - Lidia Giannotti
  • Otto consigli di alimentazione per prevenire il cancro
    Ecodidattica
    Lo studio Epic (European Prospective Investigation in Cancer and Nutrition)

    Otto consigli di alimentazione per prevenire il cancro

    Assolatte ha sintetizzato in otto "dritte nutrizionali" l'enorme mole di informazioni contenute nello studio EPIC. Attenzione all'alcol, ha un effetto cancerogeno. Bene lo yogurt. Promossi l'olio d'oliva e la dieta mediterranea. Prediligere un’alimentazione ricca di fibre e con poca carne rossa.
    10 febbraio 2019
  • Basta videogiochi violenti e armi ai bambini!
    Consumo Critico
    Videogiochi violenti, nerf, armi giocattolo

    Basta videogiochi violenti e armi ai bambini!

    La dipendenza da videogiochi violenti cresce tra i giovanissimi, con rischi evidenti. Ma non basta: dalle armi gioco iperrealistiche, ai film d'orrore, ma cosa insegniamo ai nostri bambini?
    20 gennaio 2019 - Linda Maggiori

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)