Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

I pazienti ringraziano il dott. Patrizio Mazza che va in pensione

Direttore generale della Struttura complessa di Ematologia dell'Ospedale San Giuseppe Moscati di Taranto che ha creato e nel quale sono curati i tantissimi malati di leucemia e di altre malattie del sangue.
21 ottobre 2022
Fonte: Celeste Fortunato - 21 ottobre 2022

Grazie Dottor Mazza.
I nostri saluti non possono che iniziare con l’espressione della nostra gratitudine nei Suoi confronti.
Anche noi pazienti, insieme alle nostre famiglie, desideriamo unirci al personale medico e sanitario per porgerLe i nostri saluti e, soprattutto, per ringraziarLa.
Senza il reparto di ematologia da Lei fondato, oltre alla malattia avremmo vissuto impensabili difficoltà per curarci, costretti a spostarci in altre città. Non tutti avrebbero potuto affrontare faticosi e costosi viaggi alla ricerca di una speranza per guarire. Speranza che, invece, Lei ha concesso a ognuno di noi, anche verso coloro che oggi non ci sono più. Perché la speranza è un dono importante che alimenta la vita, fino all’ultimo suo respiro. E noi vogliamo vivere, Celeste Fortunato, una mamma impegnata nella lotta contro l'inquinamento che ha scoperto di avere una leucemia

anche per coloro che ci hanno lasciato. Salvando anche una sola vita, Lei ne ha salvate sempre tante altre, perché siamo figlie e figli, madri e padri, nonne e nonni, amiche e amici di altre persone che amiamo e ci amano. Salvare anche una sola vita significa, quindi, perpetuare amore.
Grazie per la dedizione e la professionalità con le quali ha svolto il Suo lavoro, riconosciuto anche all’estero.
Grazie per aver dotato il reparto di ematologia di una équipe medica nella quale abbiamo trovato non solo preparazione e competenza ma, anche, umanità. Se pensiamo come la nostra malattia ci costringa a lunghi periodi di solitudine, lontani dalle persone a noi care, dalle nostre mogli, dai nostri mariti e dai nostri figli - lontananza aggravata dalla pandemia da Covid – l’intero personale medico, infermieristico, Oss e Ausiliario hanno rappresentato per noi una seconda famiglia, con la quale coltivare un’amicizia che riempie tutt’ora di affetto le nostre vite.
Grazie per l’impegno che ha dimostrato in relazione alla questione sanitaria e ambientale della nostra città, richiamando l’attenzione sulla percentuale di rischi in aumento verso la salute dell’intera popolazione tarantina. Impegno che, fin dal principio della Sua attività professionale, ha dimostrato essere preoccupazione e che possiamo considerare dal valore storico.
Grazie Dottor Mazza per la sua ironia. Non dimenticheremo quando, nei nostri letti di ospedale, veniva a trovarci e tentava di strapparci un sorriso con le Sue battute spiritose e divertenti.
Sappiamo quanto non sia facile spendersi per le persone che soffrono, che provano paura e smarrimento, persone che desiderano tornare a casa dalle proprie famiglie, alle quali la vita è stata sconvolta e, insieme ai propri cari, ne porterà per sempre i segni.
Eppure, nonostante la nostra grande sofferenza, noi siamo grati. Perché siamo vivi. E se siamo vivi è grazie a Lei. Così come Le sono grate le famiglie di quanti oggi non sono più con noi, insieme alle quali ha lottato e donato una speranza. Un medico si adopera per quanto è tutto in suo potere. Il resto lo rimettiamo a Dio.

I pazienti e le famiglie della Struttura complessa di ematologia dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Taranto.

Articoli correlati

  • Novità sul "Parco di Lulù" ora detto "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi
    Taranto Sociale
    Un aggiornamento dalla dr.ssa Annamaria Moschetti

    Novità sul "Parco di Lulù" ora detto "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi

    Il parco è stato donato anni fa dal cantante Niccoò Fani; la pediatra Annamaria Moschetti rinnova la richiesta di sospendere l'immissione di sostanze cancerogene e neurotossiche provenienti dalla vicina area industriale.
    24 novembre 2022
  • Cadde nella ghisa incandescente, ecco cosa è rimasto dell'Operaio Ignoto
    Laboratorio di scrittura
    Era un operaio dell'Italsider di Taranto e scomparve in un carro siluro

    Cadde nella ghisa incandescente, ecco cosa è rimasto dell'Operaio Ignoto

    Come il Milite Ignoto se ne sono quasi perse le tracce, la storia sembra finita nell'oblio. Ma lanciando una condivisione sociale della memoria stanno emergendo i dettagli di una storia tramandata solo oralmente. Una storia finora mai scritta, chissà perché.
    4 ottobre 2022 - Alessandro Marescotti
  • Nuova ordinanza sindacale sui Wind Days a Taranto
    Taranto Sociale
    Quartiere Tamburi

    Nuova ordinanza sindacale sui Wind Days a Taranto

    Quanto richiesto da PeaceLink nel Position Paper sui Wind Days non sembra essere stato recepito nell'ordinanza. Il Position Paper documentava che vi fosse ancora un rischio sanitario elevato tale da motivare specifiche indicazioni comportamentali nei confronti della popolazione
    10 settembre 2022 - Associazione PeaceLink
  • L'inquinamento dell'aria a Taranto: sotto accusa la cokeria ILVA
    Taranto Sociale
    I dati 2021 pubblicati recentemente da Arpa Puglia

    L'inquinamento dell'aria a Taranto: sotto accusa la cokeria ILVA

    Tra i dati che fanno riflettere c'è il benzene che è aumentato del 131% rispetto al 2019 e del 169% rispetto al 2018. Le deposizioni di benzo(a)pirene nel quartiere Tamburi sono tra le 8 e le 16 volte superiori rispetto al quartiere periferico di Talsano. I Wind Days sono stati 32.
    3 agosto 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)