Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Le chiese cristiane si preparano

E' Tempo del Creato!

In Europa e nel mondo il periodo liturgico noto come «Tempo del creato» viene celebrato dal 1° settembre al 4 ottobre. Durante il Tempo del Creato quest’anno si vuole entrare in un momento di risanamento e di speranza che richiede assolutamente modi nuovi di vivere con il creato e nel creato.
28 agosto 2020

Tempo del Creato 2020

In Europa e nel mondo il periodo liturgico noto come «Tempo del creato» viene celebrato dal 1° settembre al 4 ottobre in un numero sempre più crescente di chiese. L’idea originaria risale al 1989, quando il patriarca ecumenico Dimitrios suggerì che il primo giorno dell’anno ortodosso, appunto il 1° settembre, venisse considerato giorno «di protezione dell’ambiente naturale»: era il tempo dell'Assemblea ecumenica europea di Basilea, in Svizzera.

Successivamente nel 1997 l'Assemblea ecumenica europea di Graz, in Austria, lavorò affinché si ampliasse la proposta e la Rete cristiana europea per l’ambiente (Ecen) esortò le chiese ad adottare un «Tempo del creato» estendendolo fino al 4 ottobre, festa di Francesco d’Assisi.

La celebrazione di questa “stagione liturgica”, che avviene attraverso preghiere, culti cristiani e altre iniziative, è stata fatta propria anche dalla terza Assemblea ecumenica europea di Sibiu, in Transilvania (Romania) che si è svolta nel 2007: si raccomandò allora di dedicarla «alla preghiera per la protezione della Creazione e alla promozione di stili di vita sostenibili che invertano la rotta del nostro comportamento che ha provocato i cambiamenti climatici».

Dunque sta per iniziare un tempo il cui tema quest’anno è “Giubileo per la Terra” e tra le crisi che hanno scosso il nostro mondo, dovute anche alla pandemia, si avverte urgente la necessità di risanare i nostri rapporti con il creato e l’uno/a con l’altro/a: durante il Tempo del Creato, dunque, quest’anno si vuole entrare in un momento di risanamento e di speranza, un giubileo appunto per la nostra Terra, che richiede assolutamente modi nuovi di vivere con il creato e nel creato.

Possiamo andare a piedi o utilizzare i mezzi pubblici? possiamo evitare l'usa e getta? possiamo acquistare prodotti e oggetti ecosostenibili? possiamo ancor prima ridurre i consumi, tutti, e i rifiuti? Anche e proprio ora che l'emergenza sanitaria prevede, per esempio, l'utilizzo di mascherine e igienizzanti che minacciano pesantemente l'ambiente. Come cristiani e cristiane cosa significa avere avuto in dono tutto il Creato da custodire con responsabilità e non da dominare e asservire indiscriminatamente, come si è voluto credere significassero le parole scritte nel libro della Genesi nell'Antico Testamento. E' davvero il tempo di agire ed è assolutamente necessaria tutta l'intelligenza e la creatività di cui siamo capaci come genere umano!

Che si sia persone singole, gruppi di cambiamento sociale, comunità o chiese, con "audacia profetica" come detto nel video che ne spiega le fasi, è possibile partecipare attivamente e registrare il proprio evento.

Canto e spartito

Note: Home page
https://seasonofcreation.org/it/home-it/

Tutorial per la registrazione degli eventi https://seasonofcreation.org/it/events-it/

Articoli correlati

  • Ridurre la spesa militare è fondamentale per contrastare i cambiamenti climatici
    Ecologia
    Webinar su COP 28, militarizzazione e ambiente

    Ridurre la spesa militare è fondamentale per contrastare i cambiamenti climatici

    Co-organizzato da quattro prestigiose organizzazioni - l'International Peace Bureau, Global Women’s United Against NATO, No to War, No to NATO e l'Asia-Europe People’s Forum - questo webinar cerca di favorire una comprensione più profonda della complessa interazione tra militarizzazione e ambiente.
    10 dicembre 2023
  • Papa Francesco affronta la crisi climatica con un appello urgente
    Ecologia
    L'esortazione apostolica "Laudate Deum"

    Papa Francesco affronta la crisi climatica con un appello urgente

    Il Papa affronta la crisi climatica mettendo in evidenza la connessione tra l'ecologia e la giustizia sociale. L'esortazione riecheggia il tono di preoccupazione e di sollecitudine espresso nella "Laudato si'", sottolineando come il mondo stia avvicinandosi a un punto di non ritorno.
    5 ottobre 2023 - Redazione PeaceLink
  • Saper(e)Consumare
    Scuola
    A Mottola, in provincia di Taranto, l’istituto comprensivo “Manzoni" presenta il suo progetto

    Saper(e)Consumare

    Il progetto “Tappi… all’altezza”, che ha visto l'Istituto scolastico vincere un finanziamento nell’ambito del bando nazionale Saper(e)Consumare, si propone di diffondere informazioni e conoscenze in tema di economia circolare.
    23 maggio 2023 - Virginia Mariani
  • COP26, l’amaro in bocca del realismo geopolitico
    Ecologia
    L’attenzione e l’ambizione e le aspettative nei riguardi di questa COP 26 erano alte, altissime

    COP26, l’amaro in bocca del realismo geopolitico

    Lo scorso weekend si è conclusa la COP26, la ventiseiesima edizione della Conferenza delle parti l’appuntamento che dal 1992 chiama tutti i leader mondiali a decidere le strategie globali per far fronte alla crisi climatica. I pro e i contro dell'accordo raggiunto.
    17 novembre 2021 - Domenico Vito
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)