Green Tour

PeaceLink e CETRI organizzano una campagna di monitoraggio della qualità dell’aria

Green Tour per promuovere l’eccellenza ambientale in Puglia

Numerosi i media partner e i social partner, Banca Etica sponsorizza l'iniziativa
16 febbraio 2015
Daniele Marescotti

Presentazione

Verrà realizzato un viaggio attraverso la Puglia per misurare gli IPA (idrocarburi policiclici aromatici) ossia uno dei maggiori pericoli per i polmoni. Gli IPA sono cancerogeni e la loro assenza (o presenza in concentrazioni irrilevanti) è un indicatore di qualità dell’aria.

Logo del Green Tour

 

Green tour in Puglia 

Il tour ha lo scopo di promuovere le buone pratiche ambientali, prima fra tutte l’individuazione di “oasi” di benessere caratterizzate da aria che abbia standard di qualità eccellenti.

Il tour punta ad individuare i cosiddetti “comuni virtuosi”.

Saranno scelte aree di interesse paesaggistico e storico quali ad esempio:

  • Alberobello
  • Altamura
  • Campomarino
  • Cisternino
  • Conversano
  • Castel del Monte
  • Gallipoli
  • Grottaglie
  • Leuca
  • Locorotondo
  • Martina Franca
  • Melpignano
  • Monopoli
  • Monte Sant’Angelo
  • Noci
  • Oasi WWF (Cesine, Torre Guaceto, Oasi La Vela)
  • Ostuni
  • Otranto
  • Parco Naturale Regionale Dune
  • Parco Nazionale Alta Murgia
  • Parco Nazionale del Gargano
  • Polignano
  • Porto Cesareo
  • Vieste

Il tour prevede un efficiente sistema di raccolta, elaborazione, diffusione e georeferenziazione dei dati ambientali sulla qualità dell'aria.

 

Foto, video e dati

Nel tour verranno scattate foto e girati video, raccolti dati ambientali e costruite mappe che mettano assieme la bellezza del paesaggio e la qualità dell’aria.

 

Analizzatore portatile dell’aria

Il monitoraggio in real time degli IPA cancerogeni è uno strumento formidabile per individuare le aree della Puglia dove l’aria è più pulita.

Gli analizzatori portatili di IPA sono strumenti eccellenti per verificare, quantificare e valutare i benefici delle buone pratiche. Essi vanno oltre la misurazione del particolato: misurano i cancerogeni che vi si poggiano sopra.

 

Green monitoring

Ci si attende di individuare porzioni di territorio, potenzialmente a zero IPA, adatte ad ospitare strutture dedicate ad attività all’aria aperta sia per l’infanzia che per tutta la famiglia. Tutto ciò in un ambiente estremamente salubre poiché verificato e misurato. Al tour si collega anche la possibilità di misurare l’inquinamento acustico. Si vuole in tal modo individuare una mappa delle zone benessere nei territori, utilizzando tecnologie ecodigitali smart offerte dalla evoluzione della micro-elettronica implementata nel campo del monitoraggio ambientale, connessa con la telematica che consente una consultazione online in tempo reale dei dati ambientali.

 

Centri storici e smart cities

Per quanto riguarda i centri storici della Puglia, gli analizzatori di IPA portatili possono diventare parte integrante di reti di monitoraggio in tempo reale della qualità dell'aria, in modo da definire delle linee guida per il raggiungimento di obiettivi di qualità verificabili con queste tecnologie che sono definibili "smart". Tutto questo può portare nei centri storici quelle tecnologie di monitoraggio che qualificano le smart cities. Le scelte dei sindaci possono poggiare sui dati esplorativi delle "tecnologie smart". Tali tecnologie si possono rivelare pertanto indispensabili nel monitoraggio in tempo reale delle aree di pregio paesaggistico e storico. Possono essere la base per una politica ambientale intelligente dei comuni virtuosi che potrebbero acquisire la certificazione ambientale “Zero IPA”.

 

Cittadinanza attiva e difesa dell’ambiente

Il tour, attraverso la diffusione dei dati ambientali raccolti, è un momento non solo di raccolta dei dati ma anche di acquisizione di consapevolezza ambientale. Vuole dare ai cittadini l’opportunità di partecipare attivamente alla difesa delle aree di pregio ed è quindi un veicolo di empowerment sociale.

 

Certificazione ambientale Zero Ipa

Il monitoraggio della qualità dell’aria in genere mira a individuare e misurare le situazioni di maggiore criticità ambientale. In questo caso invece l’obiettivo è quelli di verificare qual è il livello più basso di inquinamento che si può misurare in Puglia in modo da misurare i “valori di fondo” degli IPA in aree in genere non monitorate. L’interesse scientifico è quello di definire, sulla base di un congruo database di misurazioni, uno standard di certificazione ambientale “Zero IPA” che sia stabilito non a priori ma sulla base dell’esperienza e dei dati.

 

Il supporto di EuThink

EuThink significa “pensiero europeo” e fornisce formazione, consulenza e servizi per promuovere la cittadinanza europea a partire dalla dimensione dei diritti ambientali.

EuThink dispone della strumentazione per l'analisi della qualità dell'aria, misurando gli IPA con un'analizzatore portatile.

Euthink è una cooperativa, nata dalla volontà di un gruppo di persone che ha maturato competenze ed esperienze in materia di empowerment sociale e citizen science. EuThink nasce per offrire competenze a quelle realtà che cercano di costruire il proprio cammino di cittadinanza attiva. EuThink si propone di fornire gli strumenti comunicativi, culturali e giuridici per favorire il dialogo fra cittadini e istituzioni europee, traendo spunto dalle esperienze più significative in tale ambito.

 

Media e social partner

Il tour conta sull’alleanza con una serie di media: giornali, radio, TV, siti web.

Il tour conta inoltre sull’alleanza con associazioni e comuni virtuosi.

Per consultare l'elenco delle adesioni cliccare qui.

Per aderire si può scrivere a info@euthink.it

Note: Segui il tour su www.greenmonitoring.eu

Un saggio sulla normativa europea relativa agli IPA si può consultare qui http://www.euthink.it/2015/02/14/gli-ipa-idrocarburi-policiclici-aromatici-nella-normativa-europea/

Per sostenere il Green Tour IBAN: IT07X0501804000000000286878 - BIC: CCRTIT2T84A (Conto Banca Etica - EuThink)

Per contatti voce: cell. 392 0452167

Allegati

  • Volantino

    Daniele Marescotti
    506 Kb - Formato pdf
  • Obiettivi delle misurazioni

    Daniele Marescotti
    120 Kb - Formato pdf
  • Eco-guida al monitoraggio ambientale

    305 Kb - Formato pdf
    Empowerment sociale e citizen science con l'ausilio dell’analizzatore portatile di IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici)
  • Perché abbiamo progettato il Green Tour

    Alessandro Marescotti
    6 Kb - Formato docx
    Dal 20 febbraio una startup di nome EuThink passerà in rassegna i centri storici e le bellezze paesaggistiche della Puglia in un viaggio senza precedenti. L’obiettivo sarà quello di verificare i livelli più bassi di inquinamento in Puglia. E’ un approccio insolito ma rivoluzionario.

Articoli correlati

  • Troppi decessi in nove anni nelle zone vicine all'industria
    Taranto Sociale
    Taranto, l'analisi dei dati presentata da PeaceLink

    Troppi decessi in nove anni nelle zone vicine all'industria

    Nei quartieri Tamburi, Paolo VI e Borgo dal 2010 al 2012 la media annua è 82 morti in più, dal 2013 al 2015 l'eccesso di mortalità scende a 74 per poi risalire a quota 78 nel triennio 2016-2018
    Paola Casella
  • A Taranto 600 bambini sono nati malformati: ma l'informazione non diventa notizia
    MediaWatch
    A proposito di notiziabilità dell'informazione

    A Taranto 600 bambini sono nati malformati: ma l'informazione non diventa notizia

    Sul Rapporto di Valutazione del Danno Sanitario dell'ILVA di Taranto c'era questo dato, assieme a uno stralcio dei dati dello Studio Sentieri. Il governo ha voluto evitare di dare in pasto ai giornalisti questa ricerca, rinviandone al 4 luglio la presentazione pubblica.
    31 maggio 2019 - Alessandro Marescotti
  • Progetto EzMi - Elettrizza Milano!
    Ecologia
    Una soluzione all'inquinamento

    Progetto EzMi - Elettrizza Milano!

    Il progetto trae spunto dalla constatazione che molti cittadini farebbero uso dei mezzi elettrici in sharing ma faticano a superare semplici difficoltà legate all’uso di nuove tecnologie
    21 aprile 2019 - Laura Tussi
  • Convegno a Taranto:
"Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"
    Taranto Sociale
    Comunicato di Medicina democratica

    Convegno a Taranto: "Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"

    "I cittadini e i lavoratori di Taranto hanno ragioni “da vendere”- ha aggiunto Caldiroli- per pretendere la chiusura o almeno una drastica riduzione dell'impatto dei processi produttivi maggiormente inquinanti (in particolare dell’area a caldo) degli impianti ex ILVA di Taranto.
    12 aprile 2019 - Medicina democratica
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)