Kimbau

Lettera di Natale a uno studente

Droga, Nokia o solidarietà?

Ha sedici anni e aveva ascoltato una conferenza della dottoressa Chiara Castellani. "Mi scriva una lettera da mettere sotto l'albero di Natale per i miei genitori".
23 dicembre 2007

Ospedale di Kenge. Il giovane è in preda a un attacco isterico.

Ci sono momenti che cambiano la vita. E viene l'ora di rompere la corazza dell'indifferenza, di mettersi in gioco, di rinunciare a qualcosa per donarlo agli altri.

M.P. nella sua solitudine di ragazzo sedicenne lo ha fatto.

Non era accompagnato da alcun amico e mi ha anzi pregato di non dire a nessuno.

Con fare furtivo, come se mi stesse chiedendo della droga, mi ha chiesto sottovoce invece come si potesse fare una donazione.

M.P. si è presentato da me per smentire il luogo comune dei giovani che pensano solo al nuovo cellulare della Nokia.

Qui sotto c'è la mia lettera di Natale a M. P.

E giunga il mio sincero Buon Natale anche a tutti coloro che la leggeranno.
Chiara Castellani al computer


Allegati

  • Lettera di Natale a uno studente

    Alessandro Marescotti
    246 Kb - Formato pdf
    "Lì a Kimbau il Natale non ha la sfavillante luce dei nostri negozi e sarà lì che capiremo quanta strada ha fatto il “Natale degli ultimi”. La tua scelta di aiutare il prossimo ti ha reso migliore. Questo Natale a te sembrerà diverso e più bello perché ogni gesto di solidarietà cambia il cuore degli uomini".

    Licenza: Pubblico Dominio

Articoli correlati

  • Giornata Mondiale del Rifugiato
    Migranti
    20 Giugno 1951

    Giornata Mondiale del Rifugiato

    L'Umanità messa in discussione
    19 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Giornata internazionale dell'Africa
    Pace
    L'Italia cessi di rifornire di armi chi ogni giorno in Africa commette stragi

    Giornata internazionale dell'Africa

    L'Africa ci parla, ci interroga, ci indica i nostri comuni doveri, e primo fra tutti il dovere di condividere il bene ed i beni fra tutti gli esseri umani, tutti ugualmente appartenenti all'unica umana famiglia, tutti ugualmente abitanti di quest'unico mondo vivente.
    24 maggio 2020 - Peppe Sini
  • Storia della Pace
    Una poesia di Rutebeuf (1230-1285)

    Il peto del villano

    La poesia è la descrizione sarcastica e impietosa dei poveri contadini, cosiderati così rozzi e volgari da non meritare neppure l'inferno. I diavoli rifiutano l'anima del contadino perché troppo puzzolente.
    12 maggio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Schede
    Breve scheda

    Raoul Follereau (1903- 1977)

    Fu promotore di un movimento di solidarietà con le vittime della lebbra e di lotta contro la lebbra. Incontrò i lebbrosi, li aiutò e per tutta la vita denunciò l'indifferenza nei confronti della loro condizione. Invitò i potenti della terra a convertire le spese militari per aiutare chi soffre
    Peppe Sini
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)