Latina

La polizia tortura Senza terra a São Gabriel

17 agosto 2009
Marcelo Zelic
Fonte: Portal Vermelho - A Esquerda Bem Informada

Il Movimento dei senza terra (MST) ha denunciato le torture subite della Brigata Militare durante lo sfollamento dei terreni della città di San Gabriel (stato del Rio Grande del Sud), svoltasi il Mercoledì (12 agosto) nel pomeriggio. Almeno trenta persone, tra adulti e bambini, sono rimasti feriti - alcune persone si sono fratturate le dita e le braccia - durante la sfratto forzato effettuati dalla Brigata.

Un sem-terra

La violenza della polizia militare durante le proteste hanno creato un clima di repressione dei movimenti sociali ed i 250 sem-terra sono stati tutti identificati ed umiliati. I manifestanti sono stati trattenuti all'interno della sede della prefettura, dove sono stati picchiati dalla polizia con manganelli, calci e pugni.

Il fatto è avvenuto a San Gabriel, oltre il limite territoriale. Un fatto che ha acquisito caratteristiche di tortura poliziesca: le famiglie hanno riferito che, mentre attendevano l'identificazione, continuavano a riceve colpi, calci, pugni dalla polizia.

E' stato creato un "corridoio polacco", dove le persone sono state costrette a spostarsi, mentre ricevevano calci e pugni. I senza terra hanno fatto anche da cavie per sperimentare la nuova pistola elettrica, che dovrebbe essere usata nei fermi di polizia per i procedimenti penali: li è stato utilizzata per colpire alcune persone.

Questo Giovedi (13), i membri del Comitato di Stato contro la tortura sono stati a San Gabriel per parlare alle famiglie e raccogliere elementi di prova. Il MST sostiene che l'azione violenta della Brigata Militare era guidata dal Subcomandante Lauro Binsfeld - lo stesso che ha portato l'espulsione delle donne da Via Campesina, in una zona di Stora Enso limitrofe a Rosario del Sud (Rio Grande) nel 2008, un ricorso raccontato da decine di manifestanti feriti.

Il MST respinge anche l'atteggiamento del sindaco di San Gabriele, Rossano Gonçalves (PDT), che ha rifiutato di parlare con le famiglie e autorizzato l'azione della Brigata Militare, responsabile dei governi statale e federale, che non effettuano la riforma agraria.

Il movimento vuole sapere dove sono le risorse che il governo federale afferma d'aver stanziato, ma che il sindaco Rossano Gonçalves sostiene di non ancora ricevuto. Mentre Sindaco e Prefettura non si rispondono delle loro responsabilità, tre bambini sono morti dall'inizio dell'anno per mancanza di cure mediche. Ma il pubblico ministero non ha trasmesso la richiesta presentata dalla scuola per le famiglie, quindi è stata presentata un'azione di sfratto con conseguente scontro con le forze di polizia.

Risultato: dopo nove mesi dalla data d'insediamento non c'è energia elettrica, acqua potabile, strade e scuole per i bambini. Il MST locale richiede l'esproprio del restante territorio di Southall e l'immediata liberazione, come giusto, delle Fattorie Antoniazzi e 33, a San Gabriel.

Note: Si ringrazia per le informazioni fornite Marcelo Zelic, Vice Presidente del gruppo contro la tortura, SP e membro della Commissione Giustizia e Pace della Arcidiocesi di St. Paul, coordinatore del Progetto Magazzino della Memoria.
Tradotto da Giacomo Alessandroni per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
N.d.T.: Titolo originale: Polícia tortura os sem-terra em São Gabriel (RS)

Articoli correlati

  • Nota del Movimento Internazionale delle Vittime della Vale
    Legami di ferro
    Crolla diga di rifiuti minerari a Brumadinho

    Nota del Movimento Internazionale delle Vittime della Vale

    Indignazione per la nuova tragedia in Brasile, a soli tre anni dal crollo della diga di Mariana
    28 gennaio 2019 - Beatrice Ruscio
  • Il Brasile che verrà
    Latina
    Il 1 gennaio Jair Bolsonaro si insedia al Planalto

    Il Brasile che verrà

    L’odio del presidente contro indigeni e contadini e il suo disprezzo per i diritti civili, sociali e politici fanno temere il peggio per il paese
    30 dicembre 2018 - David Lifodi
  • Verità e giustizia per Marielle Franco
    Latina
    A 9 mesi dal suo omicidio lo Stato brasiliano continua a tacere

    Verità e giustizia per Marielle Franco

    Alla fiera Più libri più liberi di Roma la coraggiosa denuncia di Monica Tereza Benicio, compagna della donna, e della giornalista Fernanda Chaves
    12 dicembre 2018 - David Lifodi
  • Brasile: l’uomo nero ad un passo dal Planalto
    Latina
    Bolsonaro si presenta al ballottaggio del 28 ottobre con quasi il 20% dei consensi in più del petista Fernando Haddad

    Brasile: l’uomo nero ad un passo dal Planalto

    Festeggiano la bancada ruralista, i produttori delle armi e le elites bianche del paese. Per sovvertire i risultati del primo turno la strada è tutta in salita
    8 ottobre 2018 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.19 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)