MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Fermiamo l'esecuzione di Stanley "Tookie" Williams!

    Nella notte del 12 dicembre 2005, lo stato della California ha in programma di giustiziare Stan "Tookie" Williams nella prigione di San Quentin. Solo l'intervento delle gente forzerà il governatore Schwarzenegger a fermare questa esecuzione. Vi preghiamo di leggere quanto sotto per saperne di più su questo caso e su quello che potete fare
    12 dicembre 2005 - Carlo Martini

    Chi è Stan Tookie Williams?

    Co-fondatore della gang Crips di Los Angeles nel 1971, Williams è stato giudicato colpevole di omicidio e furto nel 1981 e condannato a morte. Come tanti processi nel sistema giudiziario statunitense, razzista e di classe, questo è stato basato su prove circostanziali, non su prove fisiche, su un informatore pagato e il procedimento è stato condotto con razzismo. (Il procuratore nel caso di William è già stato censurato due volte per comportamento discriminatorio). La rimozione dal procedimento di tre giurati afro-americani è servita a stabilire come "diritto giurisprundenziale" il diritto del procuratore ad escludere giurati sulla base della razza. Williams ha sempre sostenuto la sua innocenza.

    Sin dalla sua scarcerazione, Williams è diventato un eroe per molti nella sua comunità, lavorando per porre fine al conflitto tra gang mediante il suo Project for Street Peace (Progetto per la pace di strada), il suo programma di peer mentoring (*) e scrivendo molti acclamati libri per bambini che educano i giovani ad evitare le gang. E' stato nominato ai premi nobel per la pace e la letteratura.

    Per informazioni più dettagliate, andate su http://www.savetookie.org/

    Perché ci battiamo contro la pena di morte...

    La cosiddetta "giustizia" negli Stati Uniti è lontana dall'essere imparziale. Virtualmente tutti i detenuti nel braccio della morte sono poveri. Quelli che possono permettersi un buon avvocato quasi masi finiscono nel braccio della morte. Non ci sono milionari nel braccio della morte.

    Studio dopo studio si è dimostrato che il razzismo è un fattore dominante nelle condanne a morte. I poveri di colore,gli afro-americani in particolare, sono ampiamente sovra-rappresentati nel braccio della morte, poiché si trovano in tutti i livelli del sistema di giustizia penale. Sin da quando la pena di morte è stata reintregata negli anni '80, il 40 % dei giustiziati è stato afro-americano. Prima, più del 50 % era afro-americano. Mentre in California è sei volte più probabile che gli afro-americani vengano uccisi rispetto ai bianchi, quando la vittima di un omicidio è bianca, è almeno quattro volte più probabile che il perpetratore ottenga la pena di morte se la vittima è di colore.

    Un piccolo ma importante passo verso una giustizia reale è la richiesta di una moratoria sulla pena di morte. Ogni volta che lo stato cerca di giustiziare un altro prigioniero dobbiamo sollevare questa richiesta.

    Cosa potete fare...

    Contattate il governatore Schwarzenegger oggistesso, chiedi clemenenza per Stan “Tookie” Williams!
    Telefono: (916) 445-2841
    Fax: (916) 445-4633
    Email: governor@governor.ca.gov

    Note:

    *)Il peer mentoring è un modello di educazione basato sull'insegnamento di una persona con più esperienza (mentore) ad altre che ne hanno meno, ma nel modo più paritario possibile (non gerarchico, non valutativo...)

    traduzione di Carlo Martini per www.peacelink.it

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)