Euroschiavi: la grande frode del debito pubblico

Un libro ci racconta le grandi balle della finanza internazionale
19 novembre 2006
Nicola Brusco
Fonte: Antonio Miclavez

Quest'anno il rapporto debito-PIL è al 5% e secondo il patto di stabilità dovrebbe essere al 3. E se fosse al 4? O al -1? Che significato ha quella cifra: trepercento? Chi l'ha decisa e in base a quali criteri?

Nell'immaginario popolare, decine di professoroni di macroeconomia si radunano a intervalli regolari all'interno di uno stanzone privo di finestre della Banca Centrale Europea e decidono, di volta in volta, i tassi di interesse per il bene dei cittadini.

Nella realtà, individui di organizzazioni private (che quindi perseguono il loro interesse) si chiedono l'un l'altro "quanto riusciamo a fregare quest'anno alla gente? Il 2, il 3 o il 20 per cento?".

In un libro, appena giunto alla seconda ristampa, Marco Della Luna e Antonio Miclavez ci raccontano i segreti di un'immensa truffa. In una gustosa intervista on-line Miclavez ci spiega come e perché le banche ci stanno strozzando.

Clicca qui per vedere il video

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)