MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Ma che colpa abbiamo noi?

    Ma che colpa abbiamo noi?

    Il Debito Pubblico sta per raggiungere i duemila miliardi.
    4 aprile 2012 - Ernesto Celestini
  • A meno che non fermiamo... "La schiavitù del debito"
    Ecco come fece crollare l’Impero Romano e perché ci distruggerà.

    A meno che non fermiamo... "La schiavitù del debito"

    Il debito sempre è stato la causa principale che ha prodotto forti cambiamenti sociali, anche se con forme sempre diverse e con scenari differenti.
    25 dicembre 2011
  • Se esiste il 99%  questa è l'ora di svegliarsi!
    Perché la BCE non fa prestiti direttamente ai propri cittadini?

    Se esiste il 99% questa è l'ora di svegliarsi!

    Un modo facile facile per spiegarci come le banche si arricchiscono con i nostri soldi e perché i politici europei non vogliono il referendum in Grecia.
  • Un dato statistico, probabilmente casuale, fa sorgere qualche dubbio sulla effettiva utilità del tempo dedicato dagli strateghi economici mondiali per uscire dalla crisi finanziaria.

    Il vantaggio di non avere un governo

    Da cinquecento giorni il Belgio è governato da un gabinetto di ministri che gestisce solo l’ordinaria amministrazione senza poter prendere decisioni, né ricevere istruzioni dalla UE.
    Ignacio Escolar

Euroschiavi: la grande frode del debito pubblico

Un libro ci racconta le grandi balle della finanza internazionale
19 novembre 2006 - Nicola Brusco
Fonte: Antonio Miclavez

Quest'anno il rapporto debito-PIL è al 5% e secondo il patto di stabilità dovrebbe essere al 3. E se fosse al 4? O al -1? Che significato ha quella cifra: trepercento? Chi l'ha decisa e in base a quali criteri?

Nell'immaginario popolare, decine di professoroni di macroeconomia si radunano a intervalli regolari all'interno di uno stanzone privo di finestre della Banca Centrale Europea e decidono, di volta in volta, i tassi di interesse per il bene dei cittadini.

Nella realtà, individui di organizzazioni private (che quindi perseguono il loro interesse) si chiedono l'un l'altro "quanto riusciamo a fregare quest'anno alla gente? Il 2, il 3 o il 20 per cento?".

In un libro, appena giunto alla seconda ristampa, Marco Della Luna e Antonio Miclavez ci raccontano i segreti di un'immensa truffa. In una gustosa intervista on-line Miclavez ci spiega come e perché le banche ci stanno strozzando.

Clicca qui per vedere il video

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)