Migranti

Lista Diritti Globali

Archivio pubblico

Appello

Il Manifesto - Presidente, fermi la strage nel Mediterraneo

L'appello. Padre Alex Zanotelli, missionario comboniano, ed altre cento persone e varie associazioni di solidarietà chiedono al Presidente della Repubblica di intervenire per far cessare l'ecatombe nel Mediterraneo
26 maggio 2019

Appello di Peppe Sini su Il Manifesto

Egregio Presidente della Repubblica, fermi l’ecatombe in corso nel Mediterraneo richiamando il governo al dovere di soccorrere i naufraghi, di salvare le vite umane in pericolo.

E’ il governo italiano, che da un anno sta facendo di tutto per impedire che i naufraghi siano soccorsi e recati in salvo nel nostro paese, il primo responsabile della mattanza di esseri umani nel Mediterraneo: potrebbe salvarli tutti, ed invece decide di farli morire. Chiunque lo vede, chiunque lo sa. Tacere significa essere complici di un immane massacro.

Lei e’ il Presidente della Repubblica, il primo magistrato del nostro paese: nelle forme previste dall’ordinamento, nel pieno adempimento dei suoi doveri istituzionali, intervenga per far cessare la strage, intervenga per impedire altre morti di esseri umani innocenti ed inermi.

Dal profondo del cuore la preghiamo.
Augurandole ogni bene,

Prime adesioni:

Gianfranco Aldrovandi, Guastalla (Reggio Emilia)
Paola Alforno, Carde’ (Cuneo)
Rocco Altieri, Pisa
Maria Giulia Amadasi
Nadia Amaroli, Bologna
Pier Giuseppe Arcangeli, Viterbo
Anna Atti, Parma
don Franco Barbero
Daniele Barbieri, Imola
Remo Bellesia, Rolo (Reggio Emilia)
Gabriella Bentivoglio, Macerata
Mariaxaveria Bertola, Alba (Cuneo)
Mariateresa Bertoldi, Incisa Valdarno (Firenze)
Tina Borgogni Incoccia
Anna Bravo
Valentina Bruno
Maria Agnese Cardini, Rignano sull’Arno (Firenze)
Alberto Caroncini, Udine
Fiorentina Charrier
Raimondo Chiricozzi
Stefano Ciccone, Roma
Ornella Clementi
Giancarla Codrignani
Raya Cohen
Nicoletta Crocella
Augusto Dalmasso, Alba (Cuneo)
Lucia Davico, Alba (Cuneo)
Vincenzo De Florio
Marcella Delle Donne
Giorgio Demurtas
Marcella Denegri
Ivano Di Cerbo
Mario Di Marco, Viterbo
Angela Dogliotti
Roberto Escobar, Milano
Sergio Falcone, Roma
Beniamino Favaro, Mogliano Veneto
Laura Favro Bertrando, Sant’Antonino di Susa (Torino)
don Roberto Fiorini, Mantova
Elisabetta Flick, Roma
Nicola Froggio Francica
Mauro Gentilini, Roma
Giuseppina Giacomazzi, Roma
Andrea Indellicati
Chiara Ingrao
Silvio Lancisi, Pian di Sco’ (Arezzo)
Monica Lanfranco
Renata La Rovere, Donne in nero, Napoli
Raniero La Valle
Antonella Litta
Alfredo Llana, Buenos Aires
Giampietro Lodi Rizzini, Sabbioneta (Mantova)
Pierpaolo Loi, Monserrato (Cagliari)
Giacomo Lombardo, sindaco di Ostana (Cuneo)
Edoardo Longobardi
Eugenio Longoni
Irene Lopez, Milano
Silvana Magni, Varese
Giovanni Mandorino
Beppe Marasso
Alessandro Marescotti, Taranto
Carlo Alberto Mari
Giuliana Martirani, Napoli
Clementina Mazzucco, Rivoli (Torino)
p. Carmine Miccoli, Lanciano
Sara Michieletto
Roberto Mina
Gianfranco Monaca, Asti
Pierantonio Montecucco, Voghera (Pavia)
Luisa Morgantini
Rosangela Mura
Laura Nanni, Roma
Pina Natale, Roma
Silvana Natali, Mantova
Amalia Navoni, Milano
Giuseppe Padovano, Foggia
Vittorio Pallotti
Gaia Pallottino, Roma
Marco Palombo
Sergio Paronetto, presidente del Centro studi di Pax Christi Italia
Maria Luisa Paroni, Sabbioneta (Mantova)
Diego Passini, Comunita’ cristiana di base di Bologna
Maria Paola Patuelli, del Comitato in difesa della Costituzione di Ravenna
Italo Pent, Sant’Antonino di Susa (Torino)
Maria Speranza Perna, Napoli
Enrico Peyretti, Torino
Cinzia Picchioni
Francesca Piras, Alba (Cuneo)
Giuliano Pontara, Stoccolma
Pilar Quarzell Castel
Massimo Radice
Marco Ramazzotti
Mariella Ratti, La Spezia
Maria Ricciardi Giannoni, Parma
Monica Righini, Gualtieri (Reggio Emilia)
Annamaria Rivera, Roma
Alessandra Romano, Battaglia Terme (Padova)
Dina Rosa, Casalmaggiore (Cremona)
p. Agostino Rota Martir, Pisa
Antonia Sani, Roma
Maria Santo, Viterbo
Romilda Saetta, Pistoia
Lilia Sebastiani, Terni
Bruno Segre
Peppe Sini, Viterbo
Ezio Smeriglio
Marino Tambuscio, Vado Ligure
Olga Turchetto, Treviso
Olivier Turquet
Laura Tussi
Mao Valpiana, Verona
Guido Viale
Giulio Vittorangeli, Tuscania (Viterbo)
padre Alex Zanotelli
Luisa Zanotelli
Silvia Zaru
Franca Zucalli, Roma
Associazione Italia-Nicaragua, circolo di Viterbo
Associazione Italianisudamericani, Buenos Aires
Associazione “Un bambino per amico”, Gualtieri (Reggio Emilia)
Assopace Palestina
Campagna “Balconi Salva Gente”
“Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo
“Collettivo nonviolento uomo ambiente” della Bassa (Reggio Emilia)
Donne in nero di Varese
Peacelink
rivista “Pretioperai”
Rete Radie’ Resch di Foggia
Rete Radie’ Resch di Mogliano Veneto
Rete Radie’ Resch di Treviso

Per adesioni: centropacevt@gmail.com

Per scrivere direttamente al Presidente della Repubblica: dalla home page del sito www.quirinale.it cliccare sull’icona della busta postale in alto al centro e successivamente compilare il format.

 

Articoli correlati

  • Per la Giornata internazionale dei rifugiati
    Migranti
    Tutte e tutti siamo esseri umani in cammino. Tutte e tutti abbiamo bisogno di aiuto.

    Per la Giornata internazionale dei rifugiati

    Chiediamo ad ogni persona di volonta' buona, ad ogni associazione ed istituzione democratica di insorgere nonviolentemente in difesa della legalita' che salva le vite; in difesa della Costituzione antifascista che nessun essere umano abbandona; in difesa di ogni essere umano e dell'umanita' tutta.
    19 giugno 2020 - Peppe Sini
  • Giornata Mondiale del Rifugiato
    Migranti
    20 Giugno 1951

    Giornata Mondiale del Rifugiato

    L'Umanità messa in discussione
    19 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Il Delitto Matteotti: un'analisi sul pericolo per le democrazie
    Pace
    Un martire della libertà di pensiero

    Il Delitto Matteotti: un'analisi sul pericolo per le democrazie

    Fu rapito il 10 giugno 1924, il giorno in cui avrebbe dovuto denunciare in Parlamento la corruzione del governo Mussolini per una vicenda di tangenti per la concessione di estrazione del petrolio alla compagnia americana Sinclair Oil
    9 giugno 2020 - Laura Tussi e Fabrizio Cracolici
  • Schede
    Segregazione razziale negli Stati Uniti

    Le leggi Jim Crow

    Furono emanate tra il 1876 e il 1964. Alcuni esempi di leggi Jim Crow furono la separazione nelle scuole pubbliche, nei luoghi pubblici e sui mezzi di trasporto e la differenziazione dei bagni e dei ristoranti tra quelli per bianchi e quelli per neri. 
    6 giugno 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)