Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Il volto del neo ministro della Difesa Elisabetta Trenta: dalla guerra per esportare la democrazia agli affari privati nelle zone occupate

    Il volto del neo ministro della Difesa Elisabetta Trenta: dalla guerra per esportare la democrazia agli affari privati nelle zone occupate

    vista la sua lunga esperienza nei paesi in cui abbiamo “esportato la democrazia” con la guerra, il riferimento alla democrazia partecipata assomiglia più ad un suo uso strumentale per ottenere una legittimazione puramente esteriore o ad un consenso artificiale
    6 giugno 2018 - Rossana De Simone
  • PsyOps
    I retroscena della guerra

    PsyOps

    Si chiamano Psychological Operations (PsyOps) e servono a manipolare l'opinione pubblica. I principali obiettivi delle PsyOPs oggi sono (paradossalmente) proprio i pacifisti. Come reagire? Diventanto esperti di fact checking, entrando nel vivo delle informazioni militari per verificarle con sistematicità, con metodo e con una buona dose di dubbio.
    10 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • "Lei ama la guerra?"
    Una lettura utile ai tempi di Trump

    "Lei ama la guerra?"

    Emilio Lussu sulla guerra
    14 aprile 2018
  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio
Dopo la strage a Nassiriya del 12 novembre 2003

"Restiamo". "No, ritiriamo i militari italiani dall'Iraq"

La petizione per il rientro dei militari italiani si può firmare qui http://www.tavoloiraq.org/firmapet.asp
Per stamparla e diffonderla clicca qui http://www.tavoloiraq.org/petizione.asp
12 novembre 2003 - Alessandro Marescotti

Foto di apertura del sito www.comunisti-italiani.it

IL FATTO. 12 novembre 2003. La guerra entra nelle case degli italiani alle 8,45 del mattino. In quel momento a Nassiriya, città a sud dell'Iraq, sono le 10,45. Due palazzine in cui risiedono i carabinieri e i militari italiani del contingente che fa parte dell'operazione "Antica Babilonia" vengono sventrate da un attacco kamikaze.
http://www.repubblica.it/2003/k/sezioni/esteri/iraq5/nassi/nassi.html

LE VITTIME. L'elenco delle vittime, tra cui un operatore della cooperazione internazionale http://www.repubblica.it/2003/k/sezioni/esteri/iraq5/inomi/inomi.html

LA TRAPPOLA. Dopo il gravissimo attentato ai militari italiani in Iraq alcune doverose riflessioni rivolte sia al movimento per la pace sia a chi ha scelto di non farvi parte http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_2309.html

L'OPINIONE PUBBLICA. Come stanno reagendo gli italiani.
http://italy.peacelink.org/editoriale/articles/art_2306.html

LA RABBIA. Lo sdegno di una ragazza di Taranto, fidanzata di un militare, verso i capi politici (http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_2277.html)

GLI AIUTI ALL'IRAQ. Parlano i volontari di "Un ponte per"
http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=37144

UNA TESTIMONIANZA. "I ragazzi di Nassiriya" (Gino Strada)
http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_2313.html

UNA POESIA. Sul Corriere della Sera on line "lettere al fronte".
http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_2312.html

--- Le iniziative della società civile

LETTERA DI PEACELINK ALL'ARMA DEI CARABINIERI (CHE RINGRAZIA)
http://italy.peacelink.org/editoriale/articles/art_2280.html

IL GIORNALE DEI CARABINIERI CHIEDE IL RITIRO DELLA MISSIONE
http://www.nsd.it/index.php?option=news&task=viewarticle&sid=242

RETE LILLIPUT E CAMPAGNA PACE DA TUTTI I BALCONI.
Comunicato congiunto: "Rimane al balcone la bandiera arcobaleno!"
http://unimondo.oneworld.net/article/view/72758

UN PONTE PER: "CORDOGLIO PER LE VITTIME, IMMEDIATO RITIRO DEL CONTINGENTE"
http://lists.peacelink.it/news/msg06660.html

TERRE DES HOMMES ITALIA ESPRIME CORDOGLIO ALLE FAMIGLIE DEI MILITARI UCCISI E CHIEDE IL RITIRO DELLE TRUPPE ITALIANE DA NASSIRIYA
http://lists.peacelink.it/news/msg06659.html

NASSIRYA: COMUNICATO STAMPA ICS
http://lists.peacelink.it/news/msg06658.html

BEATI I COSTRUTTORI DI PACE
http://lists.peacelink.it/pace/msg06513.html

FORUM TERZO SETTORE
http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=37146

ASSOCIAZIONE ONG ITALIANE
http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=37141

L'aggiornamento sui comunicati è su
http://lists.peacelink.it/news/maillist.html
http://lists.peacelink.it/pace/maillist.html
http://www.vita.it

--- Le reazioni dal mondo politico-partitico

CIAMPI. Il cordoglio del Presidente della Repubblica
http://www.ansa.it/fdg01/200311121106126957/200311121106126957.html

BERLUSCONI: "Forse inevitabile che la reazione del terrorismo colpisse anche i soldati italiani" (http://www.ansa.it/settori/webnews/20031112155732752947.html)

DS. Il comunicato di Fassino
http://www.dsonline.it/stampa/documenti/dettaglio.asp?id_doc=14524

PRC. Bertinotti chiede ritiro delle truppe
http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_530025.html

RITIRO. Lo chiedono Verdi, Comunisti italiani, sinistra DS e CGIL
http://www.repubblica.it/2003/k/sezioni/esteri/iraq5/policara/policara.html
http://www.repubblica.it/2003/k/sezioni/esteri/iraq5/policara/policara.html

EUROPACE. L'europarlamentare Luisa Morgantini chiede il ritiro dei soldati italiani
http://lists.peacelink.it/news/msg06662.html

"CAMBIARE STRADA". D'Alema: "Non credo che nel momento dell'orrore possa arrivare dal Parlamento l'ordine del ritiro. Non sarebbe né ragionevole né degno - ha aggiunto - aprire una disputa in questo momento: verrà il momento di discutere". Il presidente dei Ds ha tuttavia aggiunto:"E' il momento di cambiare strada da parte dell'Occidente nei confronti dell'Iraq" poiché, secondo D'Alema, in Iraq c'è stata una "sequela di errori, a partire da una guerra unilaterale, che ha aperto una ostilità nei confronti dell'America e dell'Occidente".
http://www.repubblica.it/2003/k/sezioni/esteri/iraq5/policara/policara.html

"INCOSTITUZIONALE LA PRESENZA IN IRAQ". Lo argomenta l'on. Pietro Folena (sinistra DS)
http://italy.peacelink.org/disarmo/articles/art_2311.html

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)