Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Il lavoro di Luca Kocci pubblicato da terrelibere.org

“Pacifisti. Ecco dove siamo” Dieci anni di attivismo raccontati da un libro elettronico

Dove sono stati i pacifisti dal 2001 al 2011? Nelle strade di tutto il mondo e nelle lotte per i beni comuni. In prima fila nel movimento contro il neoliberismo. Contro le spese militari e a informare sull’uranio impoverito. Nelle reti di economia solidale e a fianco delle comunità locali contro le “grandi opere”. Un archivio completo, giorno per giorno, che restituisce memoria e dignità a un mondo che per i media non esiste più. Ma che è attivissimo, diffuso e vitale.
10 aprile 2012
Edizioni Terre Libere - Comunicato Stampa

Pacifisti. Ecco dove siamo ROMA - Un archivio in forma elettronica che permette di consultare con facilità tutte le attività svolte e le notizie relative al mondo della pace. Dieci anni di memoria preziosa resa fruibile dal supporto digitale. Oltre 400 pagine di informazioni nel libro elettronico di Luca Kocci, da oggi disponibile on line.

Un luogo comune afferma che i pacifisti sono spariti. Dopo le grandi manifestazioni contro la guerra in Iraq (2003) furono definiti dal "New York Times" la "seconda superpotenza mondiale". Da allora, i grandi media e la politica hanno deciso di ignorarli. Nell’immaginario collettivo non esistono più. Questo archivio raccoglie dieci anni di attività dal 2001 al 2011. E dimostra che i pacifisti non sono solo quelli che scendono in piazza quando scoppia una guerra. Hanno fatto ben altro.

Sono parte del movimento contro il neoliberismo e per i beni comuni. Hanno informato su temi che nessun "grande" organo di informazione ha trattato, come l’uranio impoverito. Sono stati a fianco delle comunità locali contro le "grandi opere" e l’ampliamento delle basi militari, da Vicenza al radar USA di Niscemi, nella Sicilia profonda. Sono l’ossatura delle reti di economia solidale che stanno offrendo una risposta alla crisi e alle ingiustizie.

Hanno una proposta concreta per le finanze pubbliche: spostare i soldi spesi per i caccia F35 al welfare. E soprattutto hanno svolto - giorno per giorno, in ogni angolo d’Italia - una costante attività sul territorio.

Per approfondire:

1. Gli articoli su tema “pace”

2. La scheda del libro su Terrelibere.org

Il libro elettronico

Luca Kocci, Pacifisti. Ecco dove siamo - 2001-2011. Dieci anni di attivismo per la pace, terrelibere.org edizioni. Libro elettronico in formato ePub e PDF. Marzo 2012.

L’autore

Luca Kocci (Roma, 1973), insegna italiano e storia nelle scuole superiori. Dal 1999 fa parte della redazione dell’agenzia di informazioni Adista. Dal 2009 collabora con il quotidiano il manifesto. Ha curato l’Annuario geopolitico della pace (Altreconomia edizioni) dal 2003 al 2007 e vi collabora tuttora, occupandosi delle cronologie del movimento pacifista. Insieme a Valerio Gigante ha curato i tre volumi di Fuoritempio. Omelie laiche. Anno A-B-C (Di Girolamo, Trapani, 2008-2010). Ha collaborato al volume Lorenzo Milani. Memoria e risorsa per una nuova cittadinanza, a c. di Luigi Di Santo e Sergio Tanzarella (Il Pozzo di Giacobbe, Trapani 2009); e all’e-book, a cura della redazione di Adista, Santo? Dubito. Una lettura critica del pontificato di Giovanni Paolo II (terrelibere.org, Messina, 2011). Internet: lucakocci.wordpress.com

Note: Edizioni terrelibere.org
www.terrelibere.org/libreria
edizioni@terrelibere.org Fax+39090 8967007

Articoli correlati

  • I Verdi tedeschi e il pacifismo
    Pace
    I dati del sondaggio europeo ECFR dà i pacifisti in minoranza fra i Grünen

    I Verdi tedeschi e il pacifismo

    La maggiore percentuale di pacifisti in Germania non è fra i Verdi ma fra i socialdemocratici dell'SPD. Intanto il giornale Der Spiegel ironizza sui leader verdi tedeschi ribattezzandoli "verdi oliva" e raffigurandoli con tute militari verdi, elmetto e bazooka
    23 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"
    Conflitti
    Oggi alla Camera dei Deputati

    Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"

    Una difesa è tale quando riduce le sofferenze, i morti, i feriti, non quando li aumenta, ed è quello che sta avvenendo. Biden ha detto che occorre vincere e battere la Russia (cosa che si sta rivelando irreale); prima tutti dicevano "no all'escalation" ma poi è arrivato l'ordine: "Vincere".
    22 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Alife, un monumento a Gino Strada e a Teresa Sarti
    Pace
    L'impegno della cantautrice Agnese Ginocchio, testimonial di pace e nonviolenza

    Alife, un monumento a Gino Strada e a Teresa Sarti

    Alife, a Gino Strada e a Teresa Sarti fondatori di Emergency, dedicato il primo monumento in ferro battuto in Campania, realizzato dal Maestro Angelo Ciarlo di Letino. Presente il Referente regionale di Emergency Peppino Fiordelisi
    8 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • Vademecum per la pace
    Pace
    Cosa possiamo fare per la pace?

    Vademecum per la pace

    Guida ai link dell'arcipelago pacifista. Un elenco di associazioni, coordinamenti, centri di ricerca e iniziative di pace. Questo è un vademecum per collaborare in rete ed elaborare competenze di cittadinanza per la costruzione di una società giusta che sia libera dalla paura e dalla violenza.
    12 luglio 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)