Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio
  • Presidente Obama, non ci vada a mani vuote!

    Nell'imminenza della visita di Obama nella città di Hiroshima, un appello a tutti gli operatori di pace: un invito a spedire un messaggio alla Casa Bianca perché il suo viaggio non porti solo parole.
    Presidente Obama, non vada a Hiroshima a mani vuote!
    11 maggio 2016 - Roberto Del Bianco
  • Crisi Ucraina

    No alla guerra

    Occorre una insurrezione morale delle intelligenze e delle coscienze in difesa della vite umane, della legalita' e della democrazia, per richiamare l'Unione Europea e i governi degli stati che la compongono al rispetto della Dichiarazione universale dei diritti umani, al rispetto della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea stessa, e per quanto riguarda il nostro paese anche al rispetto della Costituzione della Repubblica Italiana.
    9 febbraio 2015 - Peppe Sini
  • Disgelo Usa-Cuba: le insidie del nuovo corso
    Le relazioni tra i due paesi saranno all’insegna dell’uguaglianza o di una nuova colonizzazione?

    Disgelo Usa-Cuba: le insidie del nuovo corso

    L’accordo Obama-Raúl Castro restituisce finalmente la libertà ai cinque eroi antiterrorismo cubani
    4 gennaio 2015 - David Lifodi
Golpe in Ucraina

Ancora uno sciocco piano di Obama

10 marzo 2014 - Mike Whitney
Fonte: www.counterpunch.org - 28 febbraio 2014

Obama-Putin "Washington e Bruxelles ...hanno fomentato un colpo di stato nazista, materialmente eseguito da insorti, terroristi e politici di Euromaidan (1) per servire gli interessi geopolitici dell'Occidente."

- Natalia Vitrenko, Partito Socialista Progressista di Ucraina

Gli Stati Uniti hanno aiutato la sconfitta del nazismo Nella seconda guerra mondiale. Obama ha contribuito a riportarlo in auge.

Come probabilmente sapete ormai , Obama e compagni hanno spodestato il presidente democraticamente eletto dell'Ucraina, Viktor Yanukovych, con l'aiuto di ultra-destra, paramilitari e bande neonaziste, che hanno sequestrato e bruciato uffici governativi, ucciso poliziotti antisommossa, e diffuso caos e terrore in tutto il paese. Questi sono i nuovi alleati dell'America nel Grande Gioco, il grande progetto di "pivot in Asia", spingere ulteriormente verso est, rovesciare i governi pacifici, assicurare corridoi petroliferi vitali, accesso alle riserve di petrolio e gas naturale e smantellamento della Federazione russa, coerentemente con la strategia proposta dall'eminenza grigia della geopolitica, Zbigniew Brzezinski. Una delle opere più importanti di Brzezinski - "The Grand Chessboard: American Primacy and it’s Geostrategic Imperatives", pubblicato in Italia col titolo "La grande scacchiera. Il mondo e la politica nell'era della supremazia americana" - è diventato il Mein Kampf per gli aspiranti imperialisti occidentali. Esso fornisce la base fondamentale per stabilire l'egemonia politico-militare -economica degli Stati Uniti nella regione più promettente e prospera del secolo, l'Asia. In un articolo sul Foreign Affairs Brzezinski espone le sue idee su come neutralizzare la Russia suddividendo il paese in parti più piccole, permettendo così agli Stati Uniti di mantenere il suo ruolo dominante nella regione, senza minacce di sfida o interferenze. Ecco un estratto dell'articolo:

"Date le dimensioni e la diversità (della Russia), un sistema politico decentrato e una economia di libero mercato sarebbe più propizia per liberare il potenziale creativo del popolo russo e le vaste risorse naturali della Russia. Una configurazione meno accentrata della confederazione russa - composta da una Russia europea, una repubblica siberiana e una Repubblica dell'Estremo Oriente - renderebbe anche più facile coltivare relazioni economiche più strette con i suoi vicini. Ciascuna delle componenti sarebbe in grado di sfruttare il suo potenziale creativo locale, non più soffocato dalla pesante mano burocratica di Mosca. A sua volta, una Russia decentrata sarebbe meno suscettibile ad una chiamata alla mobilitazione imperiale." ( Zbigniew Brzezinski, "A Geostrategy for Eurasia" (2) (3))

Mosca è profondamente consapevole della strategia del divide et impera di Washington, ma ha minimizzato la questione, al fine di evitare un confronto diretto. Il colpo di stato appoggiato dagli USA in Ucraina significa che tale obiettivo non è più perseguibile. La Russia dovrà rispondere a una provocazione che minaccia sia la sua sicurezza che i suoi interessi vitali. I primi rapporti indicano che Putin ha già mobilitato le truppe a est e secondo la Reuters "schiera gli aerei da combattimento in allerta lungo i suoi confini occidentali." Ancora da Reuters:

"Gli Stati Uniti dicono che ogni eventuale azione militare russa sarebbe un grave errore. Ma il ministero degli Esteri russo ha dichiarato che Mosca difenderà i diritti della popolazione russofona della parte orientale dell'Ucraina e reagirà senza compromessi a qualsiasi violazione di tali diritti."(Reuters )

Ci sarà un confronto senza dubbio, la questione è se i combattimenti avranno una escalation o no.

Al fine di rovesciare Yanukovich, gli Stati Uniti hanno dovuto sostenere tacitamente gruppi fanatici di teppisti neo-nazisti e antisemiti. E, anche se "il presidente ucraino ad interim Oleksander Tuchynov si è impegnato a fare tutto quanto in suo potere per proteggere la comunità ebraica del Paese", i rapporti provenienti dal Paese non sono così incoraggianti. Ecco un estratto da una dichiarazione di Natalia Vitrenko, del Partito Socialista Progressista di Ucraina, secondo cui la situazione è molto peggiore di quello che viene riportato nelle notizie:

Ucraina, scontri a Kiev "In tutto il paese ... Le persone vengono picchiate e lapidate, mentre i membri indesiderati della Verkhovna Rada dell'Ucraina (4) sono soggetti a intimidazioni di massa e funzionari locali vedono le loro famiglie e i loro bambini presi di mira da minacce di morte per la loro opposizione all'instaurarsi di questo nuovo potere politico. Le nuove autorità ucraine stanno massicciamente bruciando le sedi dei partiti politici non graditi, e hanno annunciato pubblicamente la minaccia di procedimenti penali e il divieto di partiti politici e organizzazioni pubbliche che non condividono l'ideologia e gli obiettivi del nuovo regime". ("USA e UE stanno instaurando un regime nazista sul territorio ucraino", Natalia Vitrenko (5))

All'inizio della settimana, il giornale israeliano Haaretz ha riferito che una sinagoga ucraina è stata bombardata anche se le "bombe molotov hanno colpito la parte esterna delle pareti di pietra della sinagoga e hanno causato danni limitati".

Un altro articolo su Haaretz si riferisce ai recenti sviluppi come "il nuovo dilemma per gli ebrei in Ucraina". Ecco un estratto dell'articolo:

"La più grande preoccupazione ora non è l'aumento di episodi di antisemitismo, ma la maggiore presenza di movimenti ultra-nazionalisti, in particolare dei partiti Svoboda e Pravý Sektor (settore destro, (7)) tra i manifestanti. Molti di loro chiamano i loro avversari politici "Zhids" e battono bandiere con simboli neonazisti. Ci sono state anche segnalazioni, da fonti attendibili, di attività di distribuzione, da parte di questi movimenti, di edizioni appena tradotte di Mein Kampf e dei Protocolli dei Savi di Sion in Piazza Indipendenza". ("The new dilemma for Jews in Ukraine" (6))

Poi c'è questo, dal Dr. Inna Rogatchi in Arutz Sheva:

"Non c'è un segreto riguardante la vera agenda e programmi dei partiti ultra-nazionalisti in Ucraina - non c'è niente vicino ai valori e obiettivi europei. Basterebbe aprire i documenti esistenti e ascoltare ciò che i rappresentanti di quei partiti proclamano ogni giorno. Essi sono fortemente anti- europei, e altamente razzisti. Non hanno nulla a che fare con i valori e le pratiche del mondo civilizzato ...

L'ebraismo ucraino sta affrontando una reale e seria minaccia .... Potenziare i movimenti apertamente neo-nazisti in Europa, ignorando la minaccia che essi rappresentano è un'operazione altamente rischiosa. La gente non dovrebbe pagare un prezzo terribile - ancora una volta - per la mansuetudine e l'indifferenza dei loro capi. L'Ucraina oggi è la tragica vetrina per tutta l'Europa di quella tendenza a fomentare l'odio razziale - odio che rischia di diventare una forza violenta e incontrollabile, contro cui è imperativo intervenire in conformità con la legge e le norme di civiltà internazionale esistente". ("Un the coi neo-nazisti: Il nazionalismo violento in Ucraina", Arutz Sheva (8))

Ecco un altra riflessione sul tema dall'analista progressiste Stephen Lendman da un post del 25 Febbraio intitolato "New York Times: Sostenere l'illegalità imperiale statunitense" (9):

"Washington sostiene apertamente il leader fascista del partito Svoboda Oleh Tyahnybok ... Nel 2004, Tyahnybok è stato espulso dal gruppo parlamentare dell'ex presidente Viktor Yushchenko. Egli è stato condannato per incitamento a combattere contro una "mafia moscovito-ebraica".

Nel 2005, ha denunciato "attività criminali" di "comunità ebraiche organizzata. "Ha scandalosamente affermato che questi ultimi progettassero un "genocidio" contro gli ucraini". ...

L'estremismo di Tyahnybok non ha impedito all'Assistente Segretario di Stato per gli affari europei ed euroasiatici Nuland Victoria di incontrarlo apertamente il 6 Febbraio scorso con altri leader anti-governativi.

Ai primi di gennaio, 15.000 ultranazionalisti hanno tenuto una fiaccolata a Kiev. Hanno fatto in modo di onorare il collaborazionista e assassino nazista Stepan Bandera. Alcuni indossavano uniformi della Wehrmacht ucraina utilizzate nella Seconda Guerra Mondiale. Alcuni cantavano "Ucraina sopra tutti" e "Bandera, vieni a mettere ordine. (SteveLendmanBlog - sjlendman.blogspot.it)

Naturalmente, i media statunitensi hanno minimizzato la componente fascista e neonazista mirante alla "purezza etnica" del colpo di stato ucraino al fine di concentrarsi su quelli che - pensano - sono altri "temi positivi", come l'abbattimento delle statue di Lenin o il vietare a membri del partito comunista la presenza in Parlamento. Per quanto riguarda i media, questi sono tutti segni di progresso.

L'Ucraina sta gradualmente soccombendo all'abbraccio amorevole del Nuovo Ordine Mondiale, dove servirà come un altro ingranaggio favorevole al meccanismo di Wall Street. Questa è la teoria, almeno. Non è passato per la testa dei signori del New York Times o del Washington Post che l'Ucraina sta rapidamente scendendo in picchiata verso un tipo di anarchia che potrebbe estendersi al di fuori dei suoi confini nei paesi vicini scatenando incendi violenti, sconvolgimenti sociali, instabilità regionale o - dio ce ne scampi - una Terza Guerra Mondiale. I Media Mainstream sono presi da un miraggio, come se tutto stia andando secondo i piani. Tutta l'Eurasia, il Medio Oriente e oltre vengono pacificati e integrati in un unico governo mondiale sotto la supervisione di dirigenti che relazionano a nessun altri che le multinazionali e le istituzioni finanziarie che controllano le leve del potere imperiale dietro eleganti paraventi di legno e carta di riso (shoji-screen). Che cosa dovrebbe andare storto?

Naturalmente, la Russia è preoccupata per gli sviluppi in Ucraina, ma è incerta su come reagire. Ecco come il premier russo Dmitry Medvedev ha sintetizzato l'altro giorno:

"Non capiamo cosa sta succedendo. Esiste una minaccia per i nostri interessi e per la vita e la salute dei nostri cittadini. A rigor di termini, laggiù oggi non c'è nessuno con cui comunicare ... Se si pensa che persone in maschere nere e sventolanti kalashnikov rappresentino un governo, allora sarà difficile per noi lavorare con un tale governo".

Chiaramente, Mosca è confusa e preoccupata. Nessuno si aspetta che l'unica superpotenza al mondo si comporti così irrazionalmente, giocando a campana per tutto il pianeta, creando stati falliti uno dopo l'altro, fomentando rivolte, spargendo odio e miseria ovunque vada. Allo stato attuale, la squadra di Obama sta cercando a tutto gas di rovesciare i regimi in Siria, Venezuela, Ucraina, e dio solo sa dove altro. Allo stesso tempo, le fallimentari operazioni in Afghanistan, Iraq Libia hanno lasciato tutti e tre i paesi in serie difficoltà, in mano a signori della guerra regionali e milizie armate. Medvedev ha tutto il diritto di essere preoccupato.

Chi non lo sarebbe? Gli Stati Uniti sono andati fuori dai binari.
L'architettura per la sicurezza globale è crollata, mentre i principi fondamentali del diritto internazionale sono stati rigettati. L'infuriato colosso statunitense barcolla da un confronto violento all'altro senza capo né coda, distruggendo tutto al suo passaggio, costringendo milioni di persone a fuggire dai propri Paesi, e spingendo il mondo più vicino al baratro. Non è un motivo sufficiente per essere preoccupati?

Ora Obama sta flirtando con i nazisti. È la ciliegina sulla torta.

Leggete questo trafiletto dal portfolio di Max Blumenthal intitolato "Gli Stati Uniti stanno supportando i neo-nazisti in Ucraina?" (10):

"Settore destro è un sindacato ombra di auto-definitisi "nazionalisti autonomi" identificati dal look skinhead, stile di vita ascetico, fascino per la violenza di strada. Armati di scudi antisommossa e manganelli, i quadri del gruppo hanno presidiato le linee del fronte delle battaglie Euromaidan, riempiendo l'aria con il canto: "Ucraina prima di tutto!" In un recente video propagandistico il gruppo ha promesso di combattere "contro la degenerazione e il liberalismo totalitario, per i valori morali nazionali e della famiglia tradizionale".

Legato con Svoboda a una costellazione di attori internazionali neo-fascisti attraverso l'Alleanza dei movimenti nazionali europei, Settore Destro promette di guidare il suo esercito di giovani senza meta e disillusi verso "una grande Riconquista europea". (“Is the U.S. Backing Neo-Nazis in Ukraine?—Exposing troubling ties in the U.S. to overt Nazi and fascist protesters in Ukraine“, Max Blumenthal, AlterNet (10))

"I valori della famiglia"? Dove l'abbiamo sentita questa frase?

È chiaro che Obama e i suoi cervellotici consiglieri pensano di avere voce in capitolo su questa cosa e possono istruire questo covo di vipere a seguire le direttive di Washington, ma questa suona come una cattiva scommessa. Si tratta di estremisti nazisti fino al midollo. Essi hanno un ordine del giorno e hanno lo scopo di perseguire tale ordine del giorno fino al loro ultimo respiro.

Di tutti i piani sciocchi che Washington ha messo a punto nell'ultimo paio di anni, questo è il più stupido.

Note:

MIKE WHITNEY vive nello stato di Washington. Ha collaborato alla stesura di "Hopeless: Barack Obama and the Politics of Illusion (AK Press). (11)
"Senzasperanza: Barack Obama e la politica dell'illusione" (AK Press).

1) La cosiddetta Euromaidan (in ucraino: Євромайдан, Jevromajdan; letteralmente Europiazza) è una serie di manifestazioni e disordini civili in corso in Ucraina che hanno avuto inizio la notte del 21 novembre 2013, subito dopo la sospensione, da parte del governo ucraino, di un accordo di associazione tra l'Ucraina e l'Unione europea. - http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Euromaidan&oldid=64564771

(2) http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=print&sid=3035

(3) http://www.foreignaffairs.com/articles/53392/zbigniew-brzezinski/a-geostrategy-for-Eurasia

(4) Verchovna Rada dell'Ucraina (in ucraino Верховна Рада України, in italiano Consiglio supremo) è il nome ufficiale del parlamento dell'Ucraina, presieduto da Oleksandr Turčinov.

La Verchovna Rada nazionale non deve essere confusa con la Verchovna Rada della Crimea, istituzione della Repubblica autonoma di Crimea, all'interno dell'Ucraina. - http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Verchovna_Rada&oldid=64502506

(5) http://tarpley.net/usa-and-eu-are-erecting-a-nazi-regime-on-ukrainian-territory/

(6) http://www.haaretz.com/jewish-world/jewish-world-news/.premium-1.576372

(7) Settore Destro (ucraino: Правий сектор, Pravyi Sektor) è un gruppo radicale nazionalista ucraino paramilitare di estrema destra o neofascista. Secondo vari rapporti, l'organizzazione ha tra 2.000 e 3.000 membri attivi a Kiev, 5.000 in Ucraina in generale, e sta rapidamente crescendo. Il gruppo è emerso alla fine di novembre 2013 con le proteste Euromaidan a Kiev. - Traduzione da http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Right_Sector&oldid=598417890

(8) http://www.israelnationalnews.com/Articles/Article.aspx/14553#.Uxiups7zt24

(9) http://sjlendman.blogspot.it/2014/02/new-york-times-supporting-us-imperial.html

(10) http://www.alternet.org/tea-party-and-right/us-backing-neo-nazis-ukraine
altre fonti: http://aurorasito.wordpress.com/2014/03/03/ucraina-organizzazione-militare-segreta-neo-nazista-coinvolta-negli-spari-a-euromaidan/

(11) http://www.akpress.org/hopeless.html

Tradotto da Vincenzo Rauzino.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)