Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

IV Marcia Foggia - Amendola per costruire sentieri di pace

Partirà domenica 9 Maggio, alle ore 9,00 da Foggia, parrocchia S. Michele, in piazza Murialdo, la IV Marcia nonviolenta per la pace.
9 maggio 2004

Il Coordinamento per la Marcia della Pace

Comunicato Stampa

Foggia 17/04/04

IV MARCIA FOGGIA - AMENDOLA PER COSTRUIRE SENTIERI DI PACE

Partirà domenica 9 Maggio, alle ore 9,00 da Foggia, parrocchia S. Michele, in piazza Murialdo, la IV Marcia nonviolenta per la pace.

Locandina - IV Marcia della Pace Foggia-Amendola

L’obiettivo della marcia è quello di sensibilizzare i cittadini foggiani all’uso consapevole e per fini di pace del proprio territorio e delle sue risorse e testimoniare l’opposizione alle strutture militari e conseguenti preparazioni di guerra.
La marcia si propone come possibilità d’incontro di tanti cammini, di espressioni pratiche nonviolente nelle relazioni, nel lavoro, nella vita quotidiana.
Le numerose associazioni e i tanti cittadini e cittadine che partecipano si riconoscono nei punti salienti del manifesto:

  • Vogliamo che i "cingoli" che calcano le nostre terre, siano solo quelli dei trattori e che le nostre pianure, fatte sterili e cementificate per far spiccare il volo ad aviogetti da guerra , ridiventino feconde.
  • Vogliamo che il nostro sia territorio di mediterraneità, di ricchezza agricola, di ponte verso il SUD del mondo.
  • Vogliamo che i nostri cieli e le nostre terre ridiventino luoghi d’incontri e di civiltà, quegli stessi luoghi dove i nostri antenati tracciarono i tratturi, vie di comunicazione che permisero lo straordinario fenomeno della transumanza, la socializzazione e l’incontro tra uomini e culture.
  • Vogliamo riacquistare la cittadinanza attiva, attraverso la capacità di partire da sé, di coltivare il piacere della convivenza e dell’apertura verso l’altro e l’altra differente da sé.

La manifestazione, in continuità con gli anni precedenti, lascia trasparire una rete solida e sempre più concreta di associazioni che si sta definendo come importante soggetto politico.
Lo slogan che scandisce la marcia è il seguente:

"La mia terra, per cultura e posizione geografica, è stata sempre ponte fra i popoli, la stanno trasformando in terra per ponti-aerei da guerra: io e chi ama la mia terra non vogliamo."

Sono invitati i mass media nazionali e locali, gli operatori dell’informazione, i cittadini attenti e sensibili alla difesa della Pace con gli strumenti della nonviolenza.

Fasi della marcia:

  • ore 9,00 accoglienza e presentazione tragitto in piazza Murialdo, parrocchia S. Michele, a cura dell’Agesci e San Michele;
  • ore 9,45 intrattenimento musicale a cura dei giovani delle scuole superiori di Foggia e provincia;
  • ore 9,30 partenza del corteo con percorso di via Capozzi, corso Garibaldi, piazza XX settembre, corso Cairoli, piazza Umberto Giordano, via Lanza
  • ore 11,00 pronao della Villa Comunale con testimonianze di Teresa Sarti, presidente Emergency, Paolo Sabbetta , artefice della resistenza nonarmata nel secondo conflitto mondiale, Daniela Marcone, sorella di Marcone, testimonianze di pace di nostri concittadini;
  • ore 12,30 partenza con mezzi pubblici e privati per arrivare al IV ponte della superstrada per Manfredonia e poi a piedi fino alla base di Amendola.
  • ore 13, 30 spettacolo e gesti simbolici davanti la base militare.

Per cortese pubblicazione o notizia

Per informazioni: Francesca Vecera 349.2639825/340.2831243 - Lina Appiano 338.5624533 - Clelia Iuliani 0881.612120

Allegati

Articoli correlati

  • Se il mondo va in guerra
    Cultura
    Poesia

    Se il mondo va in guerra

    Se il mondo va in guerra / voglio solo dirti che ti amo, / che l'amore non basta / in questa terra di fiori e di roghi,/ che dovrebbe esserci / la tua bellezza in ogni angolo
    26 febbraio 2022 - Dale Zaccaria
  • Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari
    Laboratorio di scrittura
    Attenzione a non diffondere notizie "tendenziose" che possano "deprimere lo spirito pubblico"

    Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari

    Se un pacifista distribuisce ai militari dei volantini che "recano nocumento agli interessi nazionali" viene condannato a una pena non inferiore a quindici anni. Non è una legge della Russia di Putin ma l'articolo 265 del codice penale, ancora in vigore in Italia, sul "disfattismo"
    8 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile
    Pace
    Eirenefest: non solo una fiera di libri, ma soprattutto un ambito di convergenza

    Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile

    Mancano pochi giorni al via del primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza, un mega evento che si terrà a Roma dal 2 al 5 giugno prossimi: un tentativo di sfidare le radici della guerra - egoismo, violenza, sopraffazione - coltivando, tutti insieme, una convergenza di valori opposti.
    22 maggio 2022 - Olivier Turquet
  • Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina
    Conflitti
    Scomparsi i negoziati e la parola "pace"

    Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina

    Il discorso pubblico sulla guerra in corso si va modificando in modo rapido e sostanziale ma, al contempo, poco visibile e perciò “indolore”. Questi cambiamenti così rilevanti raramente sono oggetto di discussione in quanto tali e questo può contribuire a renderli invisibili ai nostri occhi.
    1 maggio 2022 - Daniela Calzolaio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)