Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Il retroscena

Il golpe di Trump è fallito

La repressione dei moti di piazza con l'esercito, richiesta dal Presidente degli Stati Uniti, non avrebbe avuto l'appoggio del capo di Stato maggiore delle Forze armate americane, Mark Milley, e del segretario alla Difesa, Mark Esper.
7 giugno 2020
Redazione PeaceLink

Trump Donald Trump aveva chiesto di reprimere le proteste, nate dopo l'uccisione di George Floyd, utilizzando diecimila soldati per le strade di Washington e di altre città americane.

Ma la repressione di Trump non è scattata per un motivo che adesso viene reso noto: sarebbe stata respinta dal capo di Stato maggiore delle Forze armate americane, Mark Milley, e dal segretario alla Difesa, Mark Esper.

E' quanto emerge in queste ore da diversi media Usa che citano fonti del Pentagono.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)