Processo Ilva

I dettagli della scuola Deledda, descritta dal pm come "scuola della morte"

Ilva: parte civile, pm ha evidenziato inadempienze azienda

Il pubblico ministero Buccoliero “ha evidenziato la differenza sostanziale, e la valenza probatoria, fra le perizie scientifiche commissionate dal gip, considerate "terze", più attendibili, in quanto non di parte, rispetto ai consulenti 'di parte' incaricati dagli imputati per la difesa”.
1 febbraio 2021
AGI (Agenzia Giornalistica Italia)

Processo ILVA a Taranto

(AGI) - Taranto, 1 feb. - "Sono state evidenziate le inadempienze dell'Ilva di Taranto rispetto alle misure assolutamente necessarie a tutelare la salute e l'ambiente". Lo dice Alessandro Marescotti, portavoce dell’associazione Peacelink, a proposito dell’avvio della requisitoria dei pm al processo in Corte d’Assise a Taranto per il disastro ambientale dell’Ilva. Parlando della requisitoria del pm Mariano Buccoliero, il primo dei 4 pm intervenuti oggi, gli altri parleranno in seguito, Marescotti ha sostenuto che Buccoliero “ha evidenziato la differenza sostanziale, e la valenza probatoria, fra le perizie scientifiche commissionate dal gip, considerate "terze", più attendibili, in quanto non di parte, rispetto ai consulenti "di parte" incaricati dagli imputati per la difesa in giudizio”. Peacelink, dice Marescotti, "è parte civile nel processo. Lo stiamo seguendo con un misto di attenzione e di angoscia. I dettagli della scuola Deledda, descritta dal pm come "scuola della morte", perché intasata dalle polveri, ci hanno impressionato. Si tratta di una scuola per i bambini del quartiere Tamburi di Taranto. Siamo qui - aggiunge Marescotti - per testimoniare la volontà di verità e il desiderio di giustizia. Abbiamo seguito personalmente, passo dopo passo, questa vicenda assolutamente rilevante per la salute e la vita dei cittadini, testimoniando nel processo". (AGI) 

Articoli correlati

  • Ilva: processo su disastro ambientale al rush finale
    Processo Ilva
    La difesa ha rammentato che il gruppo Riva ha speso un miliardo di euro per investimenti ambientali

    Ilva: processo su disastro ambientale al rush finale

    La tesi forte dell’accusa è che Ilva solo sulla carta ha messo gli investimenti necessari a ridurre l’inquinamento dell’acciaieria, mentre nella realtà o non è stato fatto nulla oppure alcuni interventi sono stati dilazionati di molti anni nonostante vi fosse l’urgenza di intervenire.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Chi volle la legge sulla diossina in Puglia
    Ecologia
    Fact checking

    Chi volle la legge sulla diossina in Puglia

    Oggi l'avvocato dell'ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha chiesto l'assoluzione del suo assistito rivendicandone i meriti ambientali, fra cui quello di aver voluto la legge regionale sulla diossina e di aver richiesto un'autorizzazione ambientale più rigorosa. E' vero o no?
    9 marzo 2021 - Alessandro Marescotti
  • Processo Ilva: pm chiede condanna a cinque anni per Vendola, l'avvocato ne chiede l'assoluzione
    Processo Ilva
    “Il governo di Vendola è stata veramente una primavera pugliese per la tutela dell’ambiente”

    Processo Ilva: pm chiede condanna a cinque anni per Vendola, l'avvocato ne chiede l'assoluzione

    “Sono sei anni che siamo in una situazione di sofferenza, sono sei anni che Vendola ha scelto di uscire dalla scena politica perché vuole prima attendere che questo processo si concluda”, ha detto oggi in aula l’avvocato Muscatiello.
    9 marzo 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Processo ILVA: la Provincia di Taranto ha chiesto 15 miliardi di euro di risarcimento
    Processo Ilva
    "Gravissimo pericolo per la salute pubblica nella popolazione jonica in generale"

    Processo ILVA: la Provincia di Taranto ha chiesto 15 miliardi di euro di risarcimento

    Per il legale dell'ente, dalla lunga istruttoria “è emersa senza ombra di dubbio la sciagurata gestione dello stabilimento Ilva di Taranto che per anni, nella piena consapevolezza dei suoi amministratori e dirigenti, ha riversato nell’aria/ambiente sostanze nocive per la salute umana".
    24 febbraio 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)