Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • E lo Stato Italiano disse: "NO MUOS"
    Il sistema di comunicazione satellitare militare statunitense MUOS posto sotto sequestro

    E lo Stato Italiano disse: "NO MUOS"

    A Niscemi, a sud della Sicilia, la magistratura ha sequestrato l'impianto militare che sorge in violazione delle leggi dello Stato. E' la straordinaria vittoria di un movimento che ha saputo tenere assieme la tutela della legalità e la visione della nonviolenza.
    14 marzo 2016 - Alessandro Marescotti
  • Niscemi - agosto No Mous. Campeggio al presidio e manifestazione

    Niscemi - agosto No Mous. Campeggio al presidio e manifestazione

    Dal‭ 6‭ al‭ 9‭ agosto‭ 2015‭ Campeggio Estivo Antimilitarista,‭ Antimperialista, Pacifista presso il Presidio Permanente No MUOS in Contrada Ulmo a Niscemi
    8 agosto 2015 - Rossana De Simone
  • Ora liberateci dal MUOS

    Ora liberateci dal MUOS

    8/14 luglio:prima settimana dell'estate di lotta contro la militarizzazione della Sicilia
    8 luglio 2013 - Coordinamento regionale dei comitati No MUOS
  • MUOS, le carte segrete. "Io faccio Ponzio e tu Pilato"
    Italia a stelle e strisce

    MUOS, le carte segrete. "Io faccio Ponzio e tu Pilato"

    Un prefetto, un diplomatico degli Stati Uniti d’America e una sfilza di generali e ammiragli. E un ministro della guerra e un viceministro degli esteri. Forse persino una talpa dell’Ambasciata Usa in un prestigioso istituto pubblico d’Italia. Tutti insieme appassionatamente per individuare una strategia che consenti alle forze armate statunitensi di aggirare lo stop ai lavori d’installazione del terminale MUOS nella riserva naturale di Niscemi.
    18 giugno 2013 - Antonio Mazzeo
Comunicato stampa

L'Associazione PeaceLink esprime la propria solidarietà a Carlo Ruta.

Lo storico siciliano è stato condannato a 8 mesi
17 ottobre 2006

Il giornalista siciliano è stato condannato a 8
mesi di carcere per aver ospitato sul suo sito
http://www.accadeinsicilia.net (integralmente
oscurato nel dicembre 2004) l'intervento di un ex
funzionario pubblico di Ragusa.

E' questo solo l'ultimo di tanti episodi che in
questi anni hanno avuto l'obiettivo di intimidire
e oscurare l'informazione indipendente. Episodi
che hanno colpito tra gli altri, oltre a Carlo
Ruta, Umberto Santino del Centro di
documentazione siciliana "Peppino Impastato" e
Marco Benanti, ex direttore responsabile del portale Erroneo.org.

PeaceLink sostiene l'informazione antimafia e il
giornalismo coraggioso sin dagli albori delle sue
attivita' nei primi anni '90, quando la rivista
"I Siciliani" di Pippo Fava veniva diffusa da
PeaceLink sulla proprie rete di BBS.

Oggi PeaceLink ospita sul proprio sito web la
"Catena di Sanlibero" di Riccardo Orioles, gia'
collaboratore di Fava e cofondatore della rivista
"Avvenimenti", e ha denunciato le persecuzioni
legali che hanno colpito Carlo Ruta gia' nel
settembre 2005, durante il convegno
"Cyber-Freedom" al quale Ruta ha partecipato come relatore e testimone.

Purtroppo questa testimonianza e' caduta nel
vuoto, scontrandosi non solo con i bavagli
mafiosi di chi ha tutto l'interesse a
imbavagliare voci scomode, ma anche grazie al
colpevole e complice silenzio dei salotti
radical-chic di certa sinistra, dove
sindacalisti, giornalisti, politici e
intellettuali sono pronti a difendere a spada
tratta Biagi, Luttazzi e Santoro, ma diventano
colpevolmente silenti (e pertanto omertosi)
quando il pugno del potere mafioso colpisce
attraverso i tribunali chi lavora contro il
malaffare e la criminalita' lontano dalle luci
dei riflettori, dalle vetrine televisive e dalla ribalta del palcoscenico.

Il convegno cyber-freedom è stato l'occasione per
l'inizio di una proficua collaborazione tra
PeaceLink e Carlo Ruta, che oggi collabora con il portale dell'associazione.

In questi anni Carlo ha cercato di indagare e
documentare tante vicende della Sicilia, spesso
ambigue e oscure. E' un lavoro che espone a
rischi importanti. L'Associazione PeaceLink
intende quindi stringersi attorno a Carlo e al suo coraggioso lavoro.

Per contatti e informazioni:

accadeinsicilia a tiscali.it
carlo.ruta a tin.it

Associazione PeaceLink

Telematica per la Pace - Volontariato dell'informazione
http://www.peacelink.it - info a peacelink.it

Per Contatti e Informazioni:

Nadia Redoglia 328.9058089
Tiziana Saracco 338.1289105

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)