Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Comunicato stampa dell'Associazione Rita Atria

I politiconzi si rifiutano di procedere contro la Mafia

I politiconzi si stanno rifiutando di sciogliere il comune di Barcellona Pozzo di Gotto, per condizionamenti mafiosi.

I martiri della mafia ringraziano questi tenaci signorotti.

Segue il comunicato stampa dell'associazione "Rita Atria", che sta tentando in tutti i modi di risvegliare le coscienze di qualche politico, il senso di responsabilità che dovrebbe avere il nostro ministro della giustizia (il minuscolo è voluto), nella speranza di risvegliare anche chi di dovere al ministero dell'interno.
Fonte: http://www.censurati.it - 05 febbraio 2007

Dopo aver letto la lettera dell’Avv. Repici (pubblicata tra le news del sito www.ritaatria.it) non possiamo che avere una sensazione molto netta: il re è nudo. Il sen. Nania sembra infatti aver perso la calma scrivendo testi facilmente attaccabili in ogni loro forma ed espressione e soprattutto che ci aiutano ad avere un quadro più chiaro sulla partita che si sta giocando su Barcellona. Vorremmo precisare al sen. Nania che oltre a Sonia Alfano le dimissioni del prefetto, di alcuni magistrati, etc. le hanno chieste associazioni e movimenti sia locali che nazionali.

Il nostro comunicato in sintesi, vuole non solo manifestare lo sconcerto per le modalità di comunicazione politica del sen. Nania, ma ringraziare quest’ultimo per aiutarci a dimostrare alla gente quanto di fatto tutto il movimento antimafia abbia ragione da vendere a chiedere l’immediato scioglimento del consiglio comunale di Barcellona.

…Però! Per avere questa reazione irrazionale e politicamente poco furba (le motivazioni sono dettagliate nella lettera dell’Avv. Repici), il senatore Nania deve aver perso proprio le staffe. Bastava che per un solo attimo contrapponesse la storia, l’immagine e la stima di cui gode Sonia Alfano tra tutta la società civile alla sua, cioè quella di un politico ormai datato in caduta libera con una storia che non insegna niente a nessuno.

Chiediamo al Ministro di Grazia e Giustizia e al Ministro degli Interni di avviare commissioni di indagini sulle accuse pesantissime fatte dal sen. Nania ad organi dello Stato. E questa volta chiediamo che si arrivi ad una conclusione. O le accuse del senatore sono vere, oppure che si avvii il procedimento per diffamazione.

Note:

Associazione Antimafia "Rita Atria"
Movimento ragazzi di Locri - Ammazzetici tutti
Censurati.it

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)