I Ministri della Sanità di tre PVS al prossimo Convegno Internazionale AIFO, Roma 7-9 dicembre 2007

Per la prima volta una ONG italiana pone a confronto le massime autorità sanitarie di tre fra i Paesi con le più forti criticità nel campo del diritto alla Salute
29 ottobre 2007

Ci saranno tre Ministri della Sanità al Convegno Internazionale AIFO "L'Amore politico" del 7-9 dicembre a Roma. Hanno infatti confermato la loro presenza all'evento i Ministri della Salute della Repubblica Democratica del Congo, Victor Makwenge, della Mongolia, Danzandarjaa Tuya, e della Guinea Bissau, Eugenia Saldanha. Per la prima volta, un convegno organizzato da una ONG italiana offre a coloro che operano nella cooperazione internazionale l'occasione di un confronto diretto con le massime autorità dei sistemi sanitari di tre paesi tra i più poveri al mondo. Di altissima levatura sono anche gli altri relatori del Convegno AIFO, tra cui Francesco Paolo Casavola (già Presidente della Corte Costituzionale), Alana Officer (Coordinatrice Unità Disabilità dell'OMS), Giovanni Berlinguer (Membro Commissione OMS sui Determinanti Sociali della Salute), Venus Illagan (già Presidente Mondiale di Disabled People International), Rosy Bindi (Ministro Politiche per la famiglia), Alex Zanotelli (Missionario), Nichi Vendola (Presidente Regione Puglia), Luigi Alici (Presidente Azione Cattolica Italiana).

Attraverso le prospettive offerte dai relatori e le testimonianze dei protagonisti diretti, il Convegno dell'AIFO declinerà il valore dell'Amore politico approfondendo i temi della Cittadinanza, della Cooperazione internazionale, del Diritto alla Salute, della Disabilità.
I lavori di sabato 8 dicembre saranno organizzati in quattro laboratori, che offriranno esempi concreti di buone pratiche nella promozione dei diritti delle persone e delle comunità più svantaggiate, con particolare approfondimento della recente Convenzione internazionale dei diritti delle persone con disabilità, delle pratiche politiche e sociali mirate al sostegno dei più deboli, delle forme dell'impegno politico giovanile mirato al sostegno delle categorie svantaggiate.
La giornata di domenica 9 dicembre sarà invece dedicata alla tavola rotonda dal titolo "L'Italia che ama: la cooperazione internazionale come politica estera dei cittadini".

Il Convegno, che si svolgerà presso l'Hotel Pineta Palace di Roma, è sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e gode del Patrocinio del Segretariato Sociale RAI, della Provincia di Roma e del Comune di Roma.

Info: Ufficio AIFO di Roma
tel. 06 64800965
amorepolitico@aifo.it

Note: Approfondimenti e programma completo del Convegno su www.aifo.it

Articoli correlati

  • Uno spiraglio di luce in mezzo a tanta oscurità
    Latina
    Honduras

    Uno spiraglio di luce in mezzo a tanta oscurità

    Lo Stato honduregno si dichiara responsabile dell’esecuzione sommaria di Herminio Deras e di decenni di violenze contro la sua famiglia
    19 maggio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi
    Disarmo
    Rivista.eco rilancia l'appello dei 50 Premi Nobel per la riduzione delle spese militari nel mondo

    Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

    Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno
    21 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia
    Sociale
    La cerimonia si è svolta presso l'auditorium "De Franchis" nella sede di Alife - Caserta

    Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia

    I figli di Stefania Formicola, vittima di femminicidio, ricevono il "Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia". Agnese Ginocchio, ha presentato un proprio brano dal titolo "E' tempo di pensare...", dedicato alla prima “Giornata Internazionale delle coscienze” indetta dall’ONU
    17 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Il silenzio dei pacifisti
    Pace
    Un medesimo filo conduttore: i diritti umani.

    Il silenzio dei pacifisti

    Le campagne lanciate da PeaceLink mirano alla liberazione di persone innocenti e a garantire processi equi: Guantanamo, Assange, Hale. E' gravissimo che paghino col carcere i testimoni che hanno rivelato crimini di guerra.
    20 novembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)