Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Regione Puglia: «l'Ilva dimezzi emissioni diossina»

Mentre il siderurgico mette a punto un «nuovo cronoprogramma» per i provvedimenti anti-inquinamento, l'assessorato all'Ecologia chiede all'Ilva «di proseguire a partire dall'1/10 con il trattamento ad urea, con lo stesso sistema usato in fase di sperimentazione, in modo da dimezzare per i prossimi mesi l'emissione della diossina». La Regione si augura che nel proseguo delle procedure di Aia possa trovare nel Ministero il suo naturale interlocutore per difendere l’ambiente, il territorio e la salute dei tarantini già così compromessi.
7 agosto 2008
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

- BARI – L'assessorato all’Ecologia della Regione Puglia, con una nota inviata ieri al ministero dell’Ambiente, all’Ilva ed alle altre autorità competenti nella vicenda di Taranto, «nelle more di presentazione da parte di Ilva di un nuovo cronoprogramma e di uno studio di fattibilità finalizzati a ridurre in tempi brevi e in quantità certe la emissione in atmosfera di furani e diossine, chiede all’Ilva – è scritto – di proseguire a partire dall’1 ottobre con il trattamento ad urea con lo stesso sistema usato in fase di sperimentazione in modo da dimezzare comunque per i prossimi mesi l’emissione della diossina».

L’assessorato all’Ecologia ribadisce che, anche a fronte della nota ministeriale pubblicata ieri dai mass media, «il proprio parere favorevole al rilascio di Aia (Autorizzazione integrata ambientale) è e sarà subordinato – si legge – in primo luogo all’abbattimento al di sotto della quantità di 1 ng delle stesse emissioni e in tempi brevi e certi.

La Regione - assessorato all’Ecologia si augura che nel proseguo delle procedure di Aia possa trovare nel Ministero dell’Ambiente il suo naturale interlocutore per difendere l’ambiente, il territorio e la salute dei tarantini già così compromessi. Auspica infine – conclude la Regione – che parlamentari, ministri ed associazioni pugliesi facciano sentire la propria voce a sostegno di questa piattaforma così come già fanno il sistema delle autonomie locali e i sindacati».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)