Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Cartoniadi in Puglia, un concorso a premi per i comuni

Vendola: il mondo lo puoi cambiare solo con la responsabilità di tutti. L’assessore Regionale Losappio tifa per Taranto che parte dall’ultimo posto: "sarrebbe un segnale positivo che dia il senso di un cambiamento di direzione di questa città ".
3 ottobre 2008
Roberto De Giorgi

- E’ partita la kermesse dei cinque comuni pugliesi impegnati nella raccolta differenziata della carta e cartone per tutto il mese di ottobre. I premi messi in Palio da Comieco, saranno impegati nel settore ambientale o nella comunicazione o acquistando carta riciclata o contenitori per la raccolta.

L’assessore Losappio comunica anche il raggiungimento di un accordo con Comieco per la raccolta differenziata negli uffici della Regione ( oltre tremila dipendenti producono ogni giorno 300 kg di carta, tre tonnellate e mezzo l’anno)

Per quanto riguarda le cartoniadi l’assessore regionale tifa per Taranto che parte dall’ultimo posto: "sarrebbe un segnale positivo che dia il senso di un cambiamento di direzione di questa città ".

In questo singolar tenzone cede amichevolmente le armi anche il Comune di Lecce, che, per bocca del suo assessore, confida di arrivare dopo il Comune di Taranto. Di diverso avviso l’assessore Mauceri del Comune di Bari che punta al primo posto, visto che già primeggia con la raccolta differenziata al 51% in diversi quartieri.

A Taranto il mese sarà particolarmente intenso perchè si punta sulle cartoniadi per rilanciare la raccolta differenziata. Le scuole sono state fornite di materiale e di contenitori per la raccolta. Sono previste raccolte eccezionali dagli uffici e commercio e per ultimo una iniziativa verso la fine, per la volata finale, che deve essere segreta (altrimenti che gara è?)

Note: Maggiori info: http://www.cartoniadi.it/puglia2008/

Articoli correlati

  • Inquinavano e credevano in Dio
    Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Taranto, cronaca di un disastro ambientale
    PeaceLink
    Relazione sul webinar di PeaceLink

    Taranto, cronaca di un disastro ambientale

    Di fronte all'inquinamento del polo industriale e in particolare dello stabilimento siderurgico vi è stata, dal 2008 in poi, una crescita della cittadinanza attiva. La società civile organizzata, supportata dai dati scientifici dell'Arpa Puglia, ha saputo contrastare lo strapotere dei Riva.
    10 giugno 2021 - Laura Tussi
  • Sentenza Ambiente Svenduto, confiscati gli impianti dell'area a caldo ILVA
    Editoriale
    Condanne durissime, condannati anche i politici

    Sentenza Ambiente Svenduto, confiscati gli impianti dell'area a caldo ILVA

    Nessuno aveva mai parlato della diossina a Taranto prima del 2005. Fummo noi a prenderci la responsabilità e i rischi di denunciarlo pubblicamente. Oggi è una grande giornata di liberazione dopo una lunga resistenza e tante vittime. Venivamo chiamati "allarmisti" ma avevamo ragione noi.
    31 maggio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Il momento più duro
    Ecologia
    Riflessioni dopo la condanna di Nichi Vendola

    Il momento più duro

    Sono stata portavoce di Nichi nel 2005 la prima volta che si è candidato alla presidenza della Puglia. Il problema vero è che Nichi ha cercato di avere come interlocutori, e di più, come alleati, i Riva. All’epoca già sotto inchiesta. Parlava di stima reciproca.
    7 giugno 2021 - Francesca Borri
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)