PeaceLink Abruzzo aderisce alla mobilitazione pacifista

Gaza Libera - Liberiamo la Pace.

Domenica 6 giugno alle ore 19 fiaccolata a Pescara per denunciare l’azione di pirateria e terrorismo compiuto dallo Stato di Israele e il blocco di Gaza
4 giugno 2010
Rete cittadina di solidarietà con il popolo palestinese

freedom flotilla


Il 31 maggio 2010 nelle acque internazionali del Mare Mediterraneo, l’esercito israeliano ha assalito una nave turca che faceva parte della “Flottiglia Free Gaza” con pacifisti a bordo (persone di 42 nazioni diverse e tra di loro personalità religiose, eurodeputati, giornalisti, esponenti della società civile, anche famiglie con bambini). I militari hanno assassinato e ferito oltre una decina di persone e sequestrando le sette navi con 700 pacifisti a bordo. Lo scopo della Flottiglia era quello di portare soccorso e aiuti umanitari (medicinali, carrozzelle per disabili, attrezzatura medica, materiale didattico di base per le scuole, materiale edile ecc.) alla popolazione palestinese di Gaza sotto embargo di Israele, il cui il ministro della Difesa, afferma che non c’è pietà per i deboli!

Tutto ciò costituisce un crimine contro l’umanità. E’ un atto gravissimo di uno stato, Israele, contro cittadini e pacifisti di tutto il mondo .

IN NOME DEL DIRITTO INTERNAZIONALE I RESPONSABILI
DI TALI ATTI DEVONO ESSERE DEFERITI ALLA CORTE GIUSTIZIA!
Quello che è successo, conferma, purtroppo, la brutale volontà della politica coloniale dello Stato di Israele contro la popolazione palestinese e di chiunque, sostenendola, si oppone alla sua politica, comprese le organizzazioni civili israeliane.

Con questa Fiaccolata vogliamo denunciare le lacune della Comunità Internazionale nei confronti dello stato di Israele, che tenta di annientare l’esistenza della popolazione palestinese come entità ideale e fisica.

Il Governo italiano è stato l’unico della UE insieme all’Olanda a votare contro la commissione di inchiesta internazionale sul bliz israeliano, unico Paese occidentale a non richiedere la liberazione immediata e senza condizioni dei sei cittadini sequestrati !!!.

Il Governo italiano deve smettere di stare sempre dalla parte dell’occupante israeliano: non serve in nessun modo alla ricerca della pace nella regione!

La Comunità Europea e le Autorità della Comunità Internazionale devono farsi carico delle proprie responsabilità storiche e attuali nei confronti dei circa 5 milioni di rifugiati palestinesi nel mondo e lo status irrisolto della Palestina storica.

L’attuale situazione mette a repentaglio ogni lavoro e risorsa impegnati in percorsi di cooperazione, sviluppo umano e di pace nel Mediterraneo, in Medio Oriente e nel mondo.
Questa Fiaccolata è la prima iniziativa della rete cittadina di solidarietà con il popolo palestinese. Sono previste altre attività di sensibilizzazione e informazione.

Articoli correlati

  • L’attivismo per la Palestina
    Palestina
    Un popolo distrutto dallo strapotere di un governo occupante e criminale

    L’attivismo per la Palestina

    Gaza vive ancora grazie a questo Mosaico di Pace attivista e alle tante associazioni filopalestinesi che spendono e dedicano la vita a una causa nobile come è la sopravvivenza ed esistenza del popolo palestinese e di tutti i popoli del mondo, nel filo rosso dell’amore per l’umanità intera
    2 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Conferenza stampa per la fiaccolata del 26 febbraio 2020 a Taranto
    Taranto Sociale
    Comunicato stampa

    Conferenza stampa per la fiaccolata del 26 febbraio 2020 a Taranto

    La conferenza stampa è stata moderata da Roberto MIssiani e si è svolta presso la biblioteca del convento di San Pasquale
    16 febbraio 2020
  • A Taranto la roulette russa continua
    Taranto Sociale
    E' giusto vivere così?

    A Taranto la roulette russa continua

    Il nuovo video del regista Giuseppe Giusto arriva a sostegno della fiaccolata per le vittime dell'inquinamento che si terrà il 26 febbraio.
    16 febbraio 2020
  • Martina: "Io, come tanti altri giovani, voglio scendere in campo"
    Taranto Sociale
    Taranto non si arrende!

    Martina: "Io, come tanti altri giovani, voglio scendere in campo"

    Durante la conferenza stampa per Fiaccolata per le vittime dell'inquinamento del 26 febbraio Martina: "L’appello che però lancio agli adulti, è quello di prendere coscienza e superare ogni divisione. Noi abbiamo bisogno del vostro esempio. Voi avete bisogno della nostra voglia di cambiare il mondo."
    15 febbraio 2020
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)