evento

Fermate la distruzione dell'Amazzonia

26 febbraio 2021
ore 15:00 (Durata: 2 ore)

Venerdì ore 15:00 protesta contro il Trattato EU-Mercosur a Piazza Verdi (zona Parioli) davanti all'ambasciata portoghese.

L'approvazione o no del trattato è strettamente legata alla distruzione della foresta amazzonica, alla protezione della vita delle/gli indigen@ e dei diritti di lavoratori e lavoratrici!

L'EU-Mercosur è un trattato commerciale tra l'UE e alcuni paesi del sud America, tra cui il Brasile. Se venisse approvato causerebbe un aumento delle emissioni e della perdita della biodiversità: infatti permetterebbe un aumento dell'esportazione di automobili () dall'Europa ma soprattutto un aumento dell'importazione della carne, dei mangimi (soia) e della canna da zucchero, che in Brasile vengono prodotte attraverso deforestazione e pratiche intensive.

Inoltre, l'Amazzonia ad oggi viene distrutta (bruciata, deforestata) a ritmi allucinanti. Questo è tollerato, talvolta promosso, dal governo brasiliano, che in particolare non fa nulla per contrastare le "mafie della foresta" che disboscano illegalmente e pagano assassini per uccidere gli indigeni che provano a difendere la foresta.

Dal 2009 al 2018 sono stati uccis@ più di 350 "difensori" e le cose non sono migliorate da allora.
L'UE dovrebbe condannare questa tragedia, invece approvando il trattato (che non prevede nessuna garanzia vincolante sulla protezione della foresta amazzonica) di fatto darebbe il suo appoggio alle politiche di Bolsonaro. Peraltro il trattato non prevede neanche tutele per i diritti dei lavoratori

Che c'entra il Portogallo?
L'Austria ha posto un veto sull'approvazione del trattato, ma il Portogallo, che ha attualmente la presidenza del consiglio dell'UE, vuole usare un "trucco" (dividere l'accordo in due parti) per farlo approvare comunque. Per questo protesteremo davanti all'ambasciata portoghese.

‍♀️Allora prepara il tuo cartello e scendi in piazza con noi!

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
  • Ecologia
    Uno sketch del regista Giuseppe Giusto

    PeaceLink in audizione al Senato sullo scudo penale all'ILVA

    Il decreto legge che istituisce l'immunità penale per chi inquina è una grave intromissione nella sfera di autonomia della magistratura che a Taranto ha operato per la difesa della salute dei cittadini disponendo la confisca e il sequestro degli impianti inquinanti.
    23 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)