assemblea

La solidarietà con il popolo sahrawi nel nuovo contesto internazionale

6 novembre 2004
ore 09:30

L’Assemblea si propone di approfondire la discussione sulla situazione politica e sui modi per rendere più visibile ed efficace l’azione del movimento per la soluzione pacifica del conflitto e per il sostegno alla lotta del popolo Sahrawi per l’indipendenza e l’autodeterminazione, nella situazione attuale, connotata dalla lotta al terrorismo e dalla azione per la pace.

Sono invitati a partecipare all’Assemblea tutti i soggetti, istituzionali e non, impegnati nell’azione di solidarietà:
I Comitati e associazioni locali di solidarietà con i Sahrawi,
Le associazioni ed enti nazionali di volontariato che hanno partecipato a tale azione ospitando per le vacanze i bambini sahrawi, realizzando progetti di cooperazione, inviando aiuti o in altro modo,
Le ONG e Onlus coinvolte nella solidarietà,
Regioni, Province e Comuni gemellati e /o solidali con il popolo sahrawi,
Le confederazioni dei lavoratori CGIL, CISL e UIL, nonché le camere del lavoro e i sindacati di categoria particolarmente interessati,
I parlamentari nazionali ed europei facenti parte degli intergruppi, ecc.
Sarà presente Mohammed Sidati ministro della RASD, rappresentante del Fronte Polisario in Europa.

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • PeaceLink English

    What can we learn from the failure of the Alinari company?

    25 gennaio 2021
  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
  • Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
  • Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti (Presidente di PeaceLink)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)