seminario

LA CINA di IERI e di OGGI - Un excursus storico, politico, sociale ed economico tra continuità e cambiamento. a cura dell'Universita' Popolare di Attac

18 dicembre 2004

SABATO 18 DICEMBRE 2004

alle ore 11,00 presso L'associazione culturale Rialtoccupato -Via Sant’ambrogio 4 - Roma.

Con Fabrizio Eva, Professore di geografia politica ed economica dell’Universita’ di Venezia -Treviso.

Il rapido processo di sviluppo dell'economia e di trasformazione della società cinese stanno ricevendo attenzioni sempre maggiori per la loro
influenza sui futuri scenari a livello mondiale.
Molti aspetti dei cambiamenti in atto sono però poco conosciuti, non solo per le enormi dimensioni del paese, ma anche per le scarse informazioni disponibili su una realtà cosi vasta e differenziata.

Il seminario intende, dunque, approfondire la complessità di questo Paese e delle trasformazioni in atto, gli elementi di continuità e di cambiamento tra passato e presente.

Programma del Seminario

11,00 - 13,00
- Passaggio dall'Impero alla Repubblica Popolare.
- Luci e ombre del periodo maoista.

13,00 - 14,30
- Pranzo (specialita' cinesi)

14,30 - 17,00
- Le riforme di Deng Xiaoping e il socialismo di mercato.
- La Cina (super)potenza economica e i problemi geopolitici da risolvere.

La partecipazione al seminario e' gratuita.
Per Info: 338.1333247

Per maggiori informazioni:
Stefano Guidi - Universita' Popolare di Attac - Roma
338.1333247
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1987: Muore Carlo Cassola, scrittore pacifista e fondatore della Lega per il Disarmo.

Dal sito

  • Pace
    Evento lo scorso 27 gennaio

    L'Albero della Pace ha ricordato la Shoah alla presenza della “Fiaccola della Pace”

    Ricordato il Cav. Di Franco, ultimo reduce sopravvissuto alla guerra, una pietra dedicata a "David Sassoli" e la posa al Muro dei testimoni del ritratto di Anna Frank.
    28 gennaio 2022 - Agnese Ginocchio (cantautrice per la Pace)
  • Cultura
    Giorno della Memoria

    Fare poesia dopo Auschwitz

    Primo Levi disse: “Io credo che si possa fare poesia dopo Auschwitz, ma non si possa fare poesia dimenticando Auschwitz. Una poesia oggi di tipo decadente, di tipo intimistico, di tipo sentimentale, non è che sia proibita, però suona stonata".
    27 gennaio 2022 - Franca Sartoni
  • Latina
    Honduras

    Bertha Zúniga “Le trasformazioni devono venire dai popoli”

    Copinh chiede al nuovo governo di creare le basi per il cambiamento
    e si manterrà vigile
    27 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Cultura
    Da "L’anima e la notte, della poesia ed altri versi"

    Canzone per un bambino zingaro

    Dale Zaccaria continua la sua ricerca letteraria con la poesia e la prosa, scrivendo racconti e fiabe, in sinergia con altri artisti e generi come la pittura, la danza, la musica, il teatro e il video.
    25 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Cultura
    Recensione

    Il miracolo della corda

    Una storia che non si può narrare tanto facilmente. Ma Monica, la figlia di Elvio Alessandri, riesce nel suo intento fino ad arrivare a scrivere un libello narrativo e riflessivo sulla Resistenza partigiana dei suoi cari.
    21 gennaio 2022 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)