incontro

VIVERE SOTTO ASSEDIO A NABLUS (PALESTINA)

1 marzo 2005
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

per comprendere quanto sia insostenibile il peso dell’occupazione militare israeliana a Nablus (come nel resto della Palestina), per cercare di trovare una vera soluzione a questa inaccettabile situazione, ascoltiamo insieme le testimonianze
di due giovani volontari palestinesi di Nablus che l’occupazione l’affrontano giorno per giorno con il loro impegno sociale, sia con il loro lavoro a bordo delle ambulanze di Medical Relief (ong palestinese tra le più attive nei territori; la cui principale attività consiste nel portare assistenza medica primaria ovunque ci sia bisogno, in special modo nelle situazioni più critiche), sia collaborando come animatori con una piccola associazione di strada chiamata “Ansar al Ensan - Human Support” che invece si occupa di organizzare feste e spettacoli ricreativi per quei bambini che maggiormente risentono dei traumi provocati dalle brutali politiche dell’esercito occupante.
_____________________________________________________________________________________

introduce l’incontro Barbara Di Tommaso, volontaria del presidio di Assopace a Nablus

nel corso dell’iniziativa verranno proiettati filmati girati dal gruppo di Medical Relief al quale i due volontari appartengono

Per maggiori informazioni:
giuseppe
338 5212 449
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Disarmo
    Una novità che invita gli attuali governi ad una svolta

    Invito ad aderire al Trattato delle Nazioni Unite sulla proibizione delle armi nucleari.

    Cinquantasei ex presidenti, primi ministri, ministri degli esteri e ministri della difesa di 20 stati membri della NATO, nonché Giappone e Corea del Sud, hanno appena pubblicato una lettera aperta
    21 settembre 2020 - Tim Wright (Coordinatore ICAN)
  • Taranto Sociale
    La crisi peggiore a Taranto

    Al voto mentre l’Ilva si spegne cadendo a pezzi

    ArcelorMittal, a rischio fuga, chiude nuovi reparti. Atri mille operai i cassa integrazione. Produzione ferma, incidenti ormai continui: "Ormai non c'è più sicurezza".
    Francesco Casula
  • Pace
    21 settembre 2020

    ONU, giornata internazionale per la pace

    Lo slogan è "plasmare la pace insieme". L'Assemblea Generale dell'ONU lancia un importante messaggio affinché sia dichiarato il cessate il fuoco in tutte le zone di conflitto e vengano rafforzati gli ideali di nonviolenza che possono accomunare i popoli.
    21 settembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    L’educazione per la cittadinanza attiva e globale

    In direzione ostinata e contraria: l'esperienza insegnante

    L'importanza di scrivere testi su valori come la solidarietà, l’uguaglianza, la pace, la multiculturalità, l’educazione civica, l’ambiente e sui problemi come il bullismo e le sue risoluzioni come la nonviolenza.
    20 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Per un'informazione civile che vada oltre spot e comizi senza contraddittorio

    Punta Izzo e tutela delle coste, 6 domande agli aspiranti Sindaco

    Sono 5 i candidati in corsa per la poltrona di Sindaco alle elezioni municipali di Augusta del 4 e 5 ottobre. A loro gli attivisti di Punta Izzo Possibile hanno rivolto 6 domande sui temi della tutela del paesaggio e del patrimonio costiero. Beni comuni primari da difendere.
    19 settembre 2020 - Gianmarco Catalano (Coordinamento Punta Izzo Possibile)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)