incontro

INCONTRO SUL TEMA "IMMIGRAZIONE"

14 novembre 2003
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

INCONTRO SUL TEMA "IMMIGRAZIONE"

Ne parleremo con un testimone scomodo
impegnato in prima persona per i diritti degli immigrati

padre FRANCO NASCIMBENE
(missionario comboniano a Castel Volturno)

Organizzatori:
Associazione "La Vigna di Nabot", Oratorio Don Bosco e Parrocchia S.Maria
Nascente di Paderno Dugnano in collaborazione con la rivista NIGRIZIA.

-----------------

CHI E' PADRE NASCIMBENE
E COSA STA FACENDO...

Nato a Malnate (VA) nel 1953, padre Franco Nascimbene è entrato nel 1972 tra
i Missionari Comboniani. Ordinato sacerdote nel 1979, dedica i suoi primi
quattro anni di attività all'animazione missionaria tra i giovani in
Sicilia. Nel 1983 parte per l'Ecuador, dove lavora per 15 anni soprattutto
tra i neri, discendenti degli schiavi deportati in America nei secoli
scorsi. Trascorre i primi sette anni in un paesino nella foresta di
Esmeraldas e gli altri otto nelle periferie di Guayaquil e di Quito. Dal
1998 è a Castel Volturno dove si dedica all'attività pastorale tra gli
immigrati, insieme alla comunità comboniana e alle Sisters of the Sacred
Heart (provenienti dalla Nigeria).

Nel mese di ottobre 2002 ha pubblicato, presso la EMI di Bologna, un libro
che mette a nudo aspetti poco conosciuti della vita delle prostitute
straniere, soprattutto nigeriane, presenti in Campania: FRANCO NASCIMBENE,
Ci precedono nel regno di Dio. Un'esperienza missionaria tra le vittime
della prostituzione, EMI, Bologna 2002 (112 pagine, 11 euro).

Il 4 giugno scorso P.Franco e il confratello P.Giorgio Poletti si sono
incatenati davanti alla Questura-Prefettura di Caserta, dando inizio alla
prima fase di questa Azione Nonviolenta.
La protesta è andata avanti fino al 13 giugno.

Il 5 ottobre scorso (dopo la celebrazione in piazza S.Pietro per la
canonizzazione di S.Daniele Comboni) padre Franco insieme ad altri
comboniani - tra cui Alex Zanotelli - ha organizzato una manifestazione
davanti a Montecitorio in difesa dei diritti degli immigrati.

Nel pomeriggio di sabato 15 novembre, davanti alle Questure-Prefetture di
varie città d'Italia verranno rilasciati i permessi di soggiorno "in nome di
Dio". Con questo gesto i Comboniani di Castel Volturno vogliono suscitare
maggiore attenzione sul tema immigrati.
Padre Franco sarà presente alla manifestazione davanti alla Questura di
Milano, in via Fatebenefratelli, alle ore 16.

Per maggiori informazioni:
Giovanni Giuranna
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    6
    mer
    convegno

    Università di Firenze - Affrontare la distorsione della Shoah sui social media

    6 LUGLIO 2022 ORE 17:00 AFFRONTARE LA DISTORSIONE DELLA SHOAH SUI SOCIAL MEDIA. INDICAZIONI PER GIORNALISTI, OPERATORI DELL'INFORMAZIONE E DELLA ...
  • lug
    7
    gio
    presentazione

    Scritti contro la guerra nella città di Bollate

    PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 - Bollate (MI)
    COMUNE DI BOLLATE PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI BOLLATE CENTRO PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 Giovedì 7 luglio ...
  • lug
    9
    sab
    presentazione

    Angelo Gaccione a Piacenza con la raccolta poetica Spore

    Via Genocchi n. 17 - Piacenza - Piacenza (PC)
    PICCOLO MUSEO DELLA POESIA DI PIACENZA; Sabato 9 luglio 2022, a partire dalle ore 18,00; Il Piccolo Museo della Poesia; Chiesa di San Cristoforo; Via ...
  • lug
    10
    dom
    concerto

    Concerto di violino e organo storico

    Santuario Santa Maria del Canneto a Gallipoli - Gallipoli (LE)
    *VIOLINO* : N. Paganini: Capriccio n. 24 *ORGANO* : W. A. Mozart: Ave Verum Corpus J. S. Bach: Concerto in C minor (BWV 981) after B. Marcello's ...
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede Centro studi Sereno Regis
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede
  • lug
    24
    dom
    campo

    Dragon dreaming

    Via san Domenico di Cesaro 7 - Faenza (RA)
    Sarà una settimana dedicata all'approfondimento del Dragon Dreaming e la Permacultura. Dall'Australia un metodo efficace ed entusiasmante che ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Da UDIK – Unione Donne Italiane e Kurde

    Comunicato in difesa del popolo kurdo e dei valori dell’Occidente

    Cedendo al ricatto della Turchia, la Nato ha aperto le sue porte alla Finlandia e alla Svezia e le ha chiuse alle leggi e ai trattati europei, alla giustizia, ai diritti umani e ai valori fondanti delle democrazie dell’Occidente.
    5 luglio 2022 - UDIK – Unione Donne Italiane e Kurde
  • Citizen science
    Democratizzazione dei dati ambientali

    L'inquinamento dell'aria a Roma

    La mappa dei dati rilevati e dei modelli di previsione georeferenziati. Una panoramica degli impatti sulla salute della popolazione. Alcuni strumenti di citizen scienze per la didattica ambientale basata sul'ecologia della vita quotidiana.
    1 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Ed ecco rimosso il veto di Erdogan all'ingresso nella NATO dei due Paesi baltici!

    Un capro espiatorio per la "democrazia" occidentale

    La NATO ha aperto la porta a Svezia e Finlandia, chiudendo la porta della giustizia e dei diritti ai Kurdi; questo comportamento ha dato via libera e garanzie ad Erdogan per giustificare ogni sua azione militare in Rojawa contro i partigiani kurdi e la politica interna in Turchia.
    4 luglio 2022 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Ecologia
    Intervista di Linda Maggiori a Franco Sacchetti

    Il più (devastante) spettacolo dopo il Big Bang...

    Greenwashing, sfruttamento delle spiagge e degli ecosistemi alla luce del nuovo tour dell’ex disc jokey più famoso d’Italia sostenuto anche da associazioni “ambientaliste”.
    4 luglio 2022 - Alessio Di Florio
  • Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers (Università di Chicago)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)