assemblea

Informazione e società nella società dell'informazione

6 maggio 2005
ore 11:45 (Durata: 3 ore)

La Campagna CRIS Italia
in collaborazione con il
Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Padova

Promuove un evento a CIVITAS 2005 nell’ambito del
mese di mobilitazione sui diritti di comunicazione
Verso il Summit Mondiale sulla Società dell’Informazione, Tunisi Novembre 2005

INFORMAZIONE E SOCIETA’ NELLA SOCIETA’ DELL’INFORMAZIONE
(Society and Information in the Information Society)

L’informazione non è solo sequenza di dati ma una risorsa fondamentale per lo sviluppo di società, economie e culture. Le tecnologie dell’informazione non sono il fine cui tendere in una visione globale della società dell’informazione ma lo strumento attraverso cui rendere informazione e conoscenza risorse disponibili, in maniera inclusiva, per le persone e le comunità umane. Questo è quanto ci ricorda la Dichiarazione di Principi adottata dal Summit delle Nazioni Unite a Ginevra nel dicembre 2003 (par. 55). Tuttavia sembra che alcuni fra i protagonisti di questa visione - i mezzi di informazione e le “società” - non siano stati coinvolti né siano interessati ai seguiti di quelle affermazioni: ovvero al Piano di Azione che il prossimo Novembre i capi di Stato e di governo adotteranno a Tunisi.

Di informazione e del ruolo dei media nella società dell’informazione si è parlato a Marrakech lo scorso Novembre (www.mincom.gov.ma/mediaconference ) ma anche quell’evento, come già Ginevra, non ha avuto visibilità sui media italiani e internazionali. Questioni come la libertà di espressione e la sicurezza dei giornalisti nell’epoca delle tecnologie di informazione, si legano ai divari tuttora esistenti nell’ambito dei mezzi di informazione fra paesi del Nord e del Sud Globale. Ma anche le questioni legate alle concentrazioni editoriali e alla difficoltà di raccontare un mondo sempre più visibile e interconnesso ma sempre più difficile da comprendere, dovrebbero essere oggetto di dibattito e riflessione.
Quanto alla società, il Summit sulla Società dell’Informazione è stato occasione per un coinvolgimento di organizzazioni della società civile senza precedenti, diversificate e competenti, invitate a “partecipare pienamente” al processo (UN Res. 56/183). Gli esiti di tale partecipazione sono tuttora oggetto di verifica, ma è importante segnalare che il pubblico in senso più generale, i cittadini comuni delle “future società dell’informazione”, sono rimasti ampiamente “esclusi” dalla costruzione di una visione comune che si propone come “inclusiva”.

Pensiamo che non ci sia “visione” senza informazione e che non ci sia società senza comunicazione. Per questo aderiamo alla staffetta nazionale delle idee lanciata in occasione di Terra Futura, a Firenze, lo scorso 9 aprile. E lo facciamo invitando alcuni protagonisti e osservatori a raccontare le loro esperienze, professionali e di ricerca, sui due temi cui dedichiamo l’incontro. Un modo per allargare il dibattito pubblico sui diritti di informazione e comunicazione al di fuori delle sedi istituzionali e iniziare un dialogo fra professionisti dei media, società civile attiva e cittadini.

l’incontro si svolgerà venerdì 6 maggio 2005
Alle ore 11.45 presso la SALA 8A
Fiera di Padova

Interverranno

- Ettore Mo (giornalista del Corriere della Sera)
- Bart Cammaerts (London School of Economics)
- Roberto Savio (Media Watch International & WSF)

Comunicazioni di
- Jason Nardi (CRIS Italia)
- Flavio Saleri (Fondazione CUM)
- Vittorio Ferla (Cittadinanza Attiva)
- Laura di Lucia Coletti (Provincia Etica di Venezia)

Coordina: Claudia Padova (Università di Padova)

PER INFORMAZIONI
http://www.cris-italia.info
http://www.civitasonline.it
claudia.padovani@unipd.it

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Sociale
    L’educazione per la cittadinanza attiva e globale

    In direzione ostinata e contraria: l'esperienza insegnante

    L'importanza di scrivere testi su valori come la solidarietà, l’uguaglianza, la pace, la multiculturalità, l’educazione civica, l’ambiente e sui problemi come il bullismo e le sue risoluzioni come la nonviolenza.
    20 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Per un'informazione civile che vada oltre spot e comizi senza contraddittorio

    Punta Izzo e tutela delle coste, 6 domande agli aspiranti Sindaco

    Sono 5 i candidati in corsa per la poltrona di Sindaco alle elezioni municipali di Augusta del 4 e 5 ottobre. A loro gli attivisti di Punta Izzo Possibile hanno rivolto 6 domande sui temi della tutela del paesaggio e del patrimonio costiero. Beni comuni primari da difendere.
    19 settembre 2020 - Gianmarco Catalano (Coordinamento Punta Izzo Possibile)
  • Alex Zanotelli
    Acqua

    Tradimento a 5 stelle

    Siamo ormai al decimo anniversario del Referendum sull’acqua. Il 12-13 giugno 2011 ben 26 milioni di italiani avevano votato a favore della gestione pubblica dell’acqua. Ma dopo dieci anni la politica non è ancora riuscita a tradurre in legge questa decisione fondamentale del popolo italiano.
    17 settembre 2020 - Alex Zanotelli
  • Latina
    Violenta risposta della Polizia a seguito delle proteste per l’omicidio dell’avvocato Javier Ordoñez

    Ancora repressione e morti in Colombia

    L'assenza del presidente Duque in occasione della commemorazione delle vittime del 9 settembre rappresenta un ulteriore oltraggio alla società civile colombiana.
    18 settembre 2020 - David Lifodi
  • Storia della Pace
    Dalle pagine dello storico Erodiano

    L'antimilitarismo popolare durante l'impero romano

    Publio Elvio Pertinace fu proclamato imperatore il 1º gennaio 193 e regnò per tre mesi, prima di essere assassinato dai pretoriani il 28 marzo 193 dopo Cristo.
    15 settembre 2020
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)