azione diretta

mobilitazione regionale per l'acqua pubblica

28 maggio 2005

GIORNATE DI MOBILITAZIONE REGIONALE PER L’ACQUA PUBBLICA - LAZIO
28 – 29 MAGGIO

Dopo le mobilitazioni in molte regioni italiane (Toscana, Campania, Abruzzo…) eD internazionali sempre più diffuse, anche nel Lazio nasce un coordinamento regionale in difesa dell’acqua pubblica, come diritto inalienabile dell’umanità e per la responsabilità collettiva della sua gestione.

Negli ultimi anni, anche nel Lazio le politiche liberiste di privatizzazione del servizio idrico sono avanzate a tambur battente: dalla messa in gara con concessione ai privati del servizio idrico dell’Ato di Latina, dove la maggioranza delle azioni private è in mano alla multinazionale Veolia Water, alla trasformazione dell’ex-municipalizzata del Comune di Roma Acea in S.p.a. a capitale misto, oggi gestrice del servizio idrico degli Ato di Roma e di Frosinone, ma con gangli di estensione in tutta Italia e a livello internazionale; alla vertenza in corso rispetto all’Ato di Rieti, dove si tenta anche lì di affidare il servizio idrico a società di capitale misto pubblico-privato.

Il Coordinamento Acqua Pubblica Lazio si riconosce come parte del movimento globale per la difesa dell’acqua come bene comune e si costituisce in questa Regione per opporsi anche qui a qualsiasi forma di privatizzazione del servizio idrico e per lottare per la ripubblicizzazione integrale di tutti i servizi, compresi quelli già gestiti in forma privatistica.

I primi appuntamenti che ci siamo dati sono per sabato 28 e domenica 29 per le GIORNATE DI MOBILITAZIONE REGIONALE. In molte città e quartieri si svolgeranno sit-in, volantinaggi, incontri di divulgazione.
(Di seguito il dettaglio degli appuntamenti)

Affinché l’acqua come bene comune e diritto universale diventi consapevolezza diffusa delle comunità locali e comporti l’affermazione di politiche economiche e sociali in direzione della proprietà pubblica e della gestione partecipata dell’acqua.

Coordinamento Acqua Pubblica Lazio

Gaeta, piazza Roma, banchetto controinformativo + raccolta firme per
petizione antiacqualatina, dom 29 nel pomeriggio;

Formia, sab 28, in mattinata sit in davanti ufficio acualatina (via
olivastro spaventola) nel pomeriggio stand informativo, volantinaggio e
raccolta firme petizione a piazza vittoria.

Castelforte, piazza municipio, domenica mattina, banchetto informativo +
petizione;

Lenola, Domenica 29, pomeriggio, imbavagliamento della fontana in piazza
cavour + banchetto informativo + volantinaggio + raccolta firme petizione;

Fondi, piazza del castello, Domenica mattina (quasi sicuro...) banchetto
info + volantinaggio + petizione antiacqualatina

Minturno, sabato pomeriggio e domenica mattina, banchetto info +
volantinaggio + petizione antiacqualatina.

Rieti, Piazza del Comune, sabato 28 Maggio - ore 18,30, incontro con PIETRO FOLENA dell’associazione italiana degli eletti progressisti e democratici per il Contratto mondiale sull’Acqua

Roma, sabato e domenica: volantinaggi e azioni dimostrative

CARTA D’INTENTI DEL COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DEL LAZIO

L´acqua è fonte di vita. Senza acqua non c’è vita. L’acqua costituisce pertanto un bene comune dell’umanità, un bene irrinunciabile che appartiene a tutti. Il diritto all’acqua è un diritto inalienabile: dunque l’acqua non può essere di proprietà di nessuno, ma condivisa equamente da tutti. Il modello di sviluppo capitalistico ha generato una enorme disuguaglianza nell’accesso all’acqua, nonché una sempre maggior scarsità di quest’ultima a causa di modi di produzione distruttivi dell’ecosistema. Inoltre la questione idrica è stata spesso utilizzata strumentalmente per interventi che generano gravissime conseguenze sia sul piano ambientale che sociale, come nel caso delle dighe.

Le istituzioni economiche, finanziarie e politiche che per decenni hanno creato il degrado delle risorse naturali e l’impoverimento idrico di migliaia di comunità umane oggi dicono che l’acqua è un bene prezioso e raro e che solo il suo valore economico può regolare e legittimare la sua distribuzione. Noi sappiamo che non è così. Dopo decenni di ubriacatura neoliberista, gli effetti della messa sul mercato dei servizi pubblici e dell’acqua dimostra come solo una proprietà pubblica e una gestione partecipata dalle comunità locali possano garantire il diritto e l’accesso all’acqua per tutti e la sua conservazione per le generazioni future.

La proprietà pubblica delle sorgenti,delle reti, di tutte le infrastrutture necessarie alla raccolta, alla depurazione, ed alla distribuzione dell' acqua, nonché gli impianti per la raccolta e la gestione delle acque reflue è inalienabile; la gestione del servizio idrico integrato deve essere effettuata in forma completamente pubblica e partecipata.

Negli ultimi anni, anche nel Lazio le politiche liberiste di privatizzazione del servizio idrico sono avanzate a tambur battente: dalla messa in gara con concessione ai privati del servizio idrico dell’Ato di Latina, dove la maggioranza delle azioni private è in mano alla multinazionale Veolia Water, alla trasformazione dell’ex-municipalizzata del Comune di Roma Acea in S.p.a. a capitale misto, oggi gestrice del servizio idrico degli Ato di Roma e Frosinone, ma con gangli di estensione in tutta Italia e a livello internazionale; alla vertenza in corso rispetto all’Ato di Rieti, dove si tenta anche lì di affidare il servizio idrico a società di capitale misto pubblico-privato.
Ma un’altra grande forza è in campo da alcuni anni. Mobilitazioni locali e internazionali sempre più diffuse in difesa dell’acqua hanno dimostrato che un’altra sensibilità e volontà politica si va facendo strada fra le popolazioni: quella di lottare per il diritto all’acqua e alla responsabilità collettiva della gestione della stessa

Il Coordinamento Acqua Pubblica Lazio si riconosce come parte di questo movimento globale e diffuso e si costituisce in questa Regione per opporsi anche qui a qualsiasi forma di privatizzazione del servizio idrico e per lottare per la ripubblicizzazione integrale di tutti i servizi, compresi quelli già gestiti in forma privatistica.

Il Coordinamento Acqua Pubblica Lazio intende impegnarsi:
- a favore di una gestione pubblica del servizio idrico che tuteli la salvaguardia ambientale di un bene prezioso come l’acqua, i diritti degli utenti e dei lavoratori del servizio.
- per una gestione partecipativa del servizio, che preveda il controllo e la possibilità di partecipazione alle scelte fondamentali da parte dei cittadini e dei lavoratori del servizio;
- per una gestione trasparente, in cui i bilanci e la programmazione degli organismi di gestione siano pubblicizzati attraverso le più appropriate forme di comunicazione;
- per un servizio accessibile a tutti, attraverso un sistema tariffario mirato alla conservazione della risorsa naturale e proporzionale ai redditi e ai patrimoni;
- per una politica di riduzione dei consumi, per interventi strutturali in grado di ridurre le perdite, e salvaguardare il bene comune;
- per una gestione trasparente ed indirizzata al bene collettivo delle fontidi acque minerali della Regione.

Il Coordinamento Acqua Pubblica Lazio metterà in campo tutte le forme di informazione e mobilitazione affinché l’acqua come bene comune e diritto universale diventi consapevolezza diffusa delle comunità locali e comporti l’affermazione di politiche economiche e sociali in direzione della proprietà pubblica e della gestione partecipata dell’acqua.

COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA LAZIO

Prime adesioni:
Acea RdB, Ass. A Sud, Associazione Insieme per l'Aniene Roma, Ass. Punto Critico, Attac Aprilia, Attac Frosinone, Attac Roma, Comitato difesa acqua pubblica Formia, Comitato Difesa Acqua Rieti, Comitato di quartiere Aprilia, Comitato Provinciale difesa acqua Latina, ESC Roma, Geologia senza frontiere, Legambiente Lazio, Foro contadino Altragricoltura Latina, Forum Acqua Pubblica Viterbo, PRC Formia, PRC Nettuno, PRC Rieti, Rete solidale "Belli dentro" Aprilia, Roma Nord Est Social Forum, Social Forum di Latina, Sud Pontino Social Forum, Verdi Rieti.
,

Per maggiori informazioni:
Fabrizio Consalvi
3394968454
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • giu
    22
    mar
    evento

    "DANZARE I SENTIMENTI" Laboratorio di danza creativa e arte terapia

    Altrove Teatro Studio, Via Giorgio Scalia 53, 00136 Rome, Lazio - Roma (RM)
    "DANZARE I SENTIMENTI" Laboratorio di danza creativa e arte terapia
    "La danza è una canzone del corpo. Sia essa di gioia o di dolore." Martha Graham Danzare i sentimenti (R) è un percorso per far ...
  • giu
    23
    mer
    esposizione

    “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali

    Piazzetta Giosuè Carducci - Lecce (LE)
    “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali
    Mostra fino a domenica 25 luglio Nelle trentuno illustrazioni Amany al-Ali racconta dieci anni di vita a Idlib nel nord del Paese, in una regione ...
  • giu
    24
    gio
    esposizione

    “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali

    Piazzetta Giosuè Carducci - Lecce (LE)
    “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali
    Mostra fino a domenica 25 luglio Nelle trentuno illustrazioni Amany al-Ali racconta dieci anni di vita a Idlib nel nord del Paese, in una regione ...
  • giu
    25
    ven
    festa

    Festa della Filosofia

    MonK Roma, Via Giuseppe Mirri 35 - Roma (RM)
    25 giugno - Etica del Desiderio Vito Mancuso Incontro "A proposito del senso della vita" Chiara Valerio Lectio "Eva futura" Francesco D'Isa Dialogo ...
  • giu
    26
    sab
    esposizione

    ClimArte: inaugurazione del Virtual Tour

    internet - Tolmezzo, La Carnia (UD)
    ClimArte, la mostra sul cambiamento climatico e sulla crisi climatica ed ecologica, vi dà appuntamento per il lancio del virtual tour digitale! ...
  • lug
    1
    gio
    festa

    Festa della Filosofia

    MonK Roma, Via Giuseppe Mirri 35 - Roma (RM)
    Fondamenti del Desiderio Eva Cantarella Lectio "L'amore è un dio: il sesso e la polis" Pietro Del Soldà Lectio "Il piacere e' ...
  • lug
    3
    sab
    convegno

    Un mondo senza madri?

    Sala delle Colonne, Galleria Nazionale Roma - Roma e on line
    Un mondo senza madri?
    La maternità negli ultimi cinquant'anni ha cambiato volto. Da destino naturale legato all'identificazione della donna con la madre si è ...
  • lug
    25
    dom
    esposizione

    ultimo giorno mostra “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali

    Piazzetta Giosuè Carducci - Lecce (LE)
    ultimo giorno mostra “Vita su una gamba sola. 10 anni di guerra in Siria” di Amany al-Ali
    Mostra Nelle trentuno illustrazioni Amany al-Ali racconta dieci anni di vita a Idlib nel nord del Paese, in una regione particolarmente colpita dai ...

Ricerca eventi

Dal sito

  • Migranti
    Iniziativa a Roma

    No al rifinanziamento della cooperazione militare con la Libia

    Finanziando le milizie libiche si intende respingere i migranti in pieno deserto libico e impedire in tutti modi la fuga via mare dall’inferno libico. Non aspettiamo passivamente che votino. Ritroviamoci al Nazareno, sede nazionale del Pd per esigere un voto di coerenza, dignità e giustizia.
    21 giugno 2021 - Mani Rosse Antirazziste (manirosseantirazziste@gmail.com)
  • Ecologia
    Il portale pugliese per le segnalazioni degli eventi odorigeni

    L'ARPA Puglia ha un nuovo strumento per segnalare le puzze

    Come funziona l'attività di monitoraggio alle emissioni odorigene in Puglia? Quello delle puzze è un fenomeno spesso segnalato dai cittadini che vivono vicino alle discariche, agli oleifici e alle fabbriche.
    21 giugno 2021 - Fulvia Gravame
  • Laboratorio di scrittura
    La ribellione di un soldato alla guerra

    "Non dimenticarmi"

    Mia mamma ha vissuto a Lugo di Romagna gli anni terribili della seconda guerra mondiale, con i tedeschi che entravano nelle case e terrorizzavano le persone. Ma non tutti erano uguali. C'erano soldati che avrebbero voluto disertare, e un giorno un soldato le scrisse parole bellissime.
    21 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Reportage

    Ilva, Taranto vuole liberarsi dalla madre velenosa

    Si è appena concluso il maxi-processo Ambiente Svenduto, di tale rilevanza storica che prima o poi verrà riconosciuta al pari dei maxi-processi palermitani contro la mafia. Incontro così una Taranto ferita, aqquartierata tra i suoi due mari, fra la polvere color ruggine del rione Tamburi.
    Gad Lerner
  • Taranto Sociale
    Nuovo studio italiano pubblicato sullo Scientific Report di Nature

    Danni neurotossici causati da piombo e arsenico nei bambini di Taranto

    Disturbi da deficit di attenzione, autismo e iperattività, sarebbero riscontrati in numero maggiore, nei quartieri più vicini al siderurgico: Tamburi e Paolo VI. Siamo stanchi di prestare le nostre vite e quelle dei nostri figli, come se fossimo cavie da laboratorio.
    19 giugno 2021 - Giustizia per Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)