convegno

" LA RICONVERSIONE POSSIBILE DELLE AZIENDE TORINESI IMPEGNATE NELLA PRODUZIONE DI SISTEMI D'ARMA "

15 luglio 2005
ore 09:30 (Durata: 8 ore)

INDUSTRIA BELLICA - LA POSSIBILE RICONVERSIONE

In una società nonviolenta o anche solo in una società che miri ad una giustizia sociale l'industria bellica e le spese militari risultano incompatibili sotto ogni punto di vista. In Italia le spese militari, previste per il 2005, superano la cifra di 20.000 milioni di euro. Gran parte di questa somma viene impiegata nella produzione di materiale bellico utile solo a provocare guerre, morte e fame nel mondo.
In collaborazione con le forze sindacali della provincia di Torino stiamo cercando di affrontare un discorso di "RICONVERSIONE".
VENERDI' 15 LUGLIO ORE 9,30 - 18 SALA CONSIGLIERI (concessa dalla Provincia di Torino) VIA MARIA VITTORIA 12 - TORINO
CONVEGNO SU:
" LA RICONVERSIONE POSSIBILE DELLE AZIENDE TORINESI IMPEGNATE NELLA PRODUZIONE DI SISTEMI D'ARMA "
Si affronteranno le opportunità produttive, aggiuntive e alternative al settore bellico
PROGRAMMA
Mattino ore 9,30 :

- Cosmano Spagnolo : LA CONGIUNTURA NAZIONALE ED EUROPEA DELL'INDUSTRIA DEI SISTEMI D'ARMA.

- Prof. Luciano Gallino : I VANTAGGI ECONOMICI E OCCUPAZIONALI DELLA RICONVERSIONE DELL'INDUSTRIA BELLICA.

- COMUNICAZIONI DEI SINDACATI, RSU-ALENIA, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI E RAPPRESENTANZE POLITICHE.

Pomeriggio ore 15 :

- SITUAZIONE E PROSPETTIVE DI LAVORO DELLA FINMECCANICA

- Ing. Ettore Delmastro e Gianni Alasia : POSSIBILITA' E OPPORTUNITA' DI PRODUZIONI DI PUBBLICA UTILITA' NEL SETTORE DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE, DELLA SICUREZZA DEL TRASPORTO FERROVIARIO, NELLA APPLICAZIONE DI TECNOLOGIE AVANZATE NEL SETTORE MEDICO.

- Pax Cristi, Rete Lilliput : UNA LEGGE A SOSTEGNO DELLA RICONVERSIONE.

- Conclusioni e proposte

Per maggiori informazioni:
Centro Studi Sereno Regis
011 532824
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)