evento

1° Edizione Mostra Cinofila Amatoriale contro la Distrofia Duchenne

3 settembre 2005

La Sardegna sempre più impegnata contro la Distrofia Muscolare.
Bonnanaro dedica una giornata di solidarietà ai 5000 bambini e ragazzi Duchenne

Sarà sabato 3 settembre 2005 la giornata di solidarietà che Bonnanaro, località in provincia di Sassari famosa per le sue ciliege, dedica alla lotta contro la Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker. Per l’occasione Parent Project Onlus ha organizzato la 1° Edizione Mostra Cinofila Amatoriale e, in serata, l’esibizione del famoso gruppo etno-rock ISTENTALES. Il ricavato sosterrà la lotta contro questa grave malattia genetica che in Italia coinvolge oltre 20.000 persone.

La Distrofia Muscolare Duchenne/Becker è una malattia rara, la forma più grave tra le distrofie muscolari, che colpisce 1 su 3.500 maschi nati vivi. Si stima che nel nostro Paese ci siano oltre 5.000 tra bambini e ragazzi affetti dalla patologia. Attualmente non esiste una cura specifica ma un trattamento da parte di una equipe multidisciplinare che permette di migliorare le condizioni generali e raddoppiare le aspettative di vita.

Parent Project Onlus è l’associazione fondata nel 1996 da genitori con figli Duchenne; in questi anni ha realizzato molte campagne di sensibilizzazione e di raccolta fondi contribuendo al finanziamento di più di 50 progetti con oltre 1.000.000 di euro. Altro obiettivo primario dell’associazione è quello di informare e sostenere, anche psicologicamente, le famiglie per garantire ai malati una adeguata qualità della vita. Da tre anni è attivo il Centro Ascolto Duchenne (CAD), un servizio gratuito rivolto agli associati e aperto anche a medici, specialisti e operatori del sistema sanitario nazionale interessati ad approfondire le proprie conoscenza. Al Numero Verde 800 943 333, un operatore fornisce orientamento e informazioni generali sulle diverse attività dell’associazione.

“I cittadini di Bonnanaro, con un gruppo di volontari, insieme all’Amministrazione Comunale,con la collaborazione delle Associazioni sportive, culturali e molte realtà produttive della zona, da tempo sostengono con grande generosità la nostra associazione nella lotta contro la Distrofia di Duchenne. Un impegno cresciuto soprattutto nell’ultimo anno che ha visto diventare la comunità bonnanarese la nostra prima sostenitrice, in Sardegna, nella ricerca di una cura. – Ha dichiarato Franco Soro, delegato regionale Parent Project Onlus - Nel nostro territorio abbiamo ancora molta difficoltà a capire quante persone soffrono di distrofia di Duchenne, un dato importante che consentirebbe di allargare le nostre attività e realizzare eventi informativi per le famiglie e gli specialisti. Oggi, infatti, ci sono grandi possibilità offerte dalle terapie multidisciplinari che hanno consentito ai nostri figli di diventare adulti garantendo loro una adeguata qualità della vita. È necessario informare in modo capillare più persone possibili, medici di famiglia, pediatri, fisioterapisti, responsabili sanitari per realizzare una rete di servizi che sostengano i malati e le loro famiglie in questa lotta contro il tempo. Invito tutti a partecipare a questa giornata speciale che Bonnanaro dedica alla solidarietà con la speranza che presto molti altri paesi seguano l’esempio e si uniscano nella lotta contro la Distrofia Muscolare di Duchenne .” – Ha concluso Soro

Per maggiori informazioni:
Parent Project ONLUS
06 66182811
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)