tavola rotonda

mirafiori e torino

14 ottobre 2005
ore 17:30

Comunicato stampa

Venerdí 14 ottobre 2005 ore 17.30
ATRIUM TORINO-The Tube-Piazza Solferino

-INGRESSO LIBERO-

Mirafiori a Torino
La fabbrica nel territorio
La memoria del cambiamento

“La città che era cara al nostro amico è sempre la stessa: c’è qualche cambiamento, ma cose da poco: hanno messo dei filobus, hanno fatto qualche sottopassaggio. Non ci sono cinematografi nuovi.[…] La nostra città, del resto, è malinconica per sua natura. Nelle mattine d’inverno,ha un suo particolare odore di stazione e fuliggine; arrivando al mattino, la troviamo grigia di nebbia ed ravviluppata in quel suo odore. La nostra città rassomiglia,noi adesso ce ne accorgiamo, all’amico che abbiamo perduto, e che l’aveva cara; è, com’era lui, laboriosa, aggrondata in una sua operosità febbrile e testarda; ed è nello stesso tempo svogliata e disposta ad oziare e a sognare.” Natalia Ginzburg

Venerdì 14 ottobre alle ore 17.30 presso Atrium Città avrà luogo l’evento “Mirafiori e Torino: la fabbrica nel territorio, la memoria del cambiamento”, organizzata da Choròs e promossa nell’ambito del più ampio progetto di Teatro Comunità della Città di Torino.
Da capitale d'Italia a capitale d'Industria. Il progetto realizzato dall’Associazione Choròs a Mirafiori aggiunge un nuovo importante tassello al suo ormai "storico" percorso di conoscenza e di memoria della città di Torino, del cambiamento avvenuto nella fabbrica a Mirafiori e sul territorio Il viaggio teatrale, intrapreso in questi anni, per rielaborare i cambiamenti culturali e sociali di quella storia dell’industria e della città hanno fatto incontrare a Choròs lungo il percorso numerosi soggetti istituzionali, sociali e culturali: dalle istituzioni della Città della Provincia e della Regione alle associazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil ,dalle associazioni del territorio ai testimoni del cambiamento, dagli Archivi storici all’Ecomuseo, dall’Archivio Storico Fiat all’Ugaf. Il percorso dell’Archivio Storico Fiat nel tentativo di costruire un grande "archivio della memoria sull'industria", non poteva non intrecciarsi al cammino compiuto sul territorio dal progetto di Teatro Comunità, il cui obiettivo è da sempre quello di lavorare “con il teatro” proprio allo scopo di reinventare percorsi di memoria, di rielaborare, attraverso la magia del rito, il passato più o meno recente, cercando così anche di immaginarsi un futuro possibile.

Da qui nasce l'idea di realizzare un momento teatrale in cui la memoria sulla storia industriale della città sia affidata al racconto diretto di alcuni testimoni significativi , ad una metodologia che metta in primo piano i percorsi umani, soggettivi e autobiografici delle persone che di quella storia, e dei cambiamenti che ne sono derivati, sono stati i veri protagonisti. Non la storia dell’industria e della Fiat dunque, ma il racconto a più “sguardi e voci” di come questo territorio e questa città abbiano cambiato, nel tempo, forma, aspetto e vocazioni. Una ricostruzione non più affidata ai testi di storia dell’industria torinese e alla voce di attori “complici”, ma piuttosto all’intreccio tra materiali storici ed iconografici d’epoca e le voci, i racconti, le emozioni e le storie degli uomini e delle donne che quelle trasformazioni le hanno vissute sulla propria pelle.

Programma
ore 17.30 Tavola Rotonda
Interverranno:
- Gianni Oliva Assessore alla Cultura e politiche giovanili della Regione Piemonte
- Angelo Auddino Consigliere Commissione Cultura della Regione Piemonte
- Antonio Saitta Presidente Provincia di Torino
- Cinzia Condello Assessore al lavoro, attività di orientamento per il mercato del lavoro della Provincia di Torino
- Walter Giuliano Assessore alla Cultura, Protezione della Natura, Parchi e Aree
protette Provincia di Torino
- Roberto Tricarico Assessore per le politiche della casa e allo sviluppo delle periferie della Città di Torino
- Tom Dealessandri Assessore alla formazione, lavoro, sviluppo, tempi ed orari della Città di Torino
- Giovanni Barrocu Coordinatore IV commissione Circoscrizione 10 –Mirafiori Sud-
- Vanna Lorenzoni Segretaria CGIL di Torino
- Nanni Tosco Segretario CISL di Torino
- Giorgio Rossetto Segretario UIL di Torino
- Paolo Campiglia Presidente Ugaf
- Maurizio Torchio Direttore Archivio Storico Fiat
- Luciano Nattino Autore Teatrale
- Norma de Piccoli Comitato Scientifico diTeatro Comunità
Saranno inoltre presenti :
Enzo Marvaso Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte
Francesco Maltese, Antonella Detta Settore Periferie, Coordinamento Teatro Comunità
Emilia Obialero, Settore Eventi Culturali, Comitato Scientifico di Teatro Comunità

ore 18.45 Evento teatrale a cura dell’Associazione Choròs
con i testimoni:
Eric Bado, Orlando Barin, Rodolfo Brescia, Rosetta Catarozzo, Piera Del Prà, Giovanni De Stefanis, Alessandro Ferrari, Silvana Gandino, Gianmaria Gastaldi, Dalia Gibin, Domenico Manna, Nuccia Miceli, Franco Perrelli, Luciano Pregnolato, Dino Sanlorenzo, Giovanna Stringone, Vita Tumbiolo, Michela Vullo e con: Luciano Gallo, Francesca Guglielmino, Fabrizio Stasia, Alberto Pagliarino

L’incontro con nuovi testimoni e il forte interesse per il progetto dimostrato dai nuovi partner ha permesso uno sviluppo ulteriore del lavoro d’indagine sulla memoria di Torino, con particolare riferimento al passaggio che per molti aspetti è risultato essere cruciale nella formazione del “carattere” stesso della città: quello da capitale d’Italia a capitale d’Industria. Dall’immediato dopoguerra, all’inizio degli anni Settanta, dall’operaio di mestiere all’operaio di linea, dal punto di vista del lavoratore della fabbrica a quello dell’opinion leader dei movimenti culturali che hanno attraversato Torino, il nuovo evento vuole dare voce a chi ha vissuto da protagonista i cambiamenti che hanno segnato la città.

L’ingresso è libero

Info: Associazione Chòros
Via Porta Palatina, 9
Tel. 011/436.74.63 o 0114361812
Mail polisdue@tiscali.it
ufficio stampa:Debora Pasero tel.338-8934833 e-mail:debora.pasero@alice.it

Il progetto è sostenuto da :
Provincia di Torino
Comune di Torino
Circoscrizione 10 –Mirafiori Sud-
Fondazione CRT
Con il sostegno di:
CGIL
CISL
UIL

Si ringraziano l’Ufficio Pubbliche Relazioni della Fiat, l’Archivio Storico della Fiat e l’Ugaf per la preziosa collaborazione e la messa a disposizione di alcuni materiali

Il progetto Teatro Comunità 2005 è promosso dai Settori Periferie, Politiche giovanili ed eventi Culturali della Città di Torino

Per maggiori informazioni:
Associazione Choros
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    6
    mer
    convegno

    Università di Firenze - Affrontare la distorsione della Shoah sui social media

    6 LUGLIO 2022 ORE 17:00 AFFRONTARE LA DISTORSIONE DELLA SHOAH SUI SOCIAL MEDIA. INDICAZIONI PER GIORNALISTI, OPERATORI DELL'INFORMAZIONE E DELLA ...
  • lug
    7
    gio
    presentazione

    Scritti contro la guerra nella città di Bollate

    PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 - Bollate (MI)
    COMUNE DI BOLLATE PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI BOLLATE CENTRO PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 Giovedì 7 luglio ...
  • lug
    9
    sab
    presentazione

    Angelo Gaccione a Piacenza con la raccolta poetica Spore

    Via Genocchi n. 17 - Piacenza - Piacenza (PC)
    PICCOLO MUSEO DELLA POESIA DI PIACENZA; Sabato 9 luglio 2022, a partire dalle ore 18,00; Il Piccolo Museo della Poesia; Chiesa di San Cristoforo; Via ...
  • lug
    10
    dom
    concerto

    Concerto di violino e organo storico

    Santuario Santa Maria del Canneto a Gallipoli - Gallipoli (LE)
    *VIOLINO* : N. Paganini: Capriccio n. 24 *ORGANO* : W. A. Mozart: Ave Verum Corpus J. S. Bach: Concerto in C minor (BWV 981) after B. Marcello's ...
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede Centro studi Sereno Regis
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede
  • lug
    24
    dom
    campo

    Dragon dreaming

    Via san Domenico di Cesaro 7 - Faenza (RA)
    Sarà una settimana dedicata all'approfondimento del Dragon Dreaming e la Permacultura. Dall'Australia un metodo efficace ed entusiasmante che ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Citizen science
    Democratizzazione dei dati ambientali

    L'inquinamento dell'aria a Roma

    La mappa dei dati rilevati e dei modelli di previsione georeferenziati. Una panoramica degli impatti sulla salute della popolazione. Alcuni strumenti di citizen scienze per la didattica ambientale basata sul'ecologia della vita quotidiana.
    1 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Ed ecco rimosso il veto di Erdogan all'ingresso nella NATO dei due Paesi baltici!

    Un capro espiatorio per la "democrazia" occidentale

    La NATO ha aperto la porta a Svezia e Finlandia, chiudendo la porta della giustizia e dei diritti ai Kurdi; questo comportamento ha dato via libera e garanzie ad Erdogan per giustificare ogni sua azione militare in Rojawa contro i partigiani kurdi e la politica interna in Turchia.
    4 luglio 2022 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Ecologia
    Intervista di Linda Maggiori a Franco Sacchetti

    Il più (devastante) spettacolo dopo il Big Bang...

    Greenwashing, sfruttamento delle spiagge e degli ecosistemi alla luce del nuovo tour dell’ex disc jokey più famoso d’Italia sostenuto anche da associazioni “ambientaliste”.
    4 luglio 2022 - Alessio Di Florio
  • Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers (Università di Chicago)
  • Editoriale
    Kennedy disse: “Scegliamo di andare sulla luna non perché sia facile ma perché è difficile”.

    Scegliamo la pace non perché è facile ma perché è difficile

    Oggi occorre una specie di Missione Apollo, cioè uno sforzo individuale e collettivo, istituzionale e politico, culturale, finanziario, economico, sociale. Perché solo in questo modo si rese possibile raggiungere la Luna. Nelle scuole dovrebbero essere dedicate molte ore alla cultura della pace.
    3 aprile 2022 - Gianni Penazzi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)