presentazione

Testimonianze da New Orleans: Il Dopo Katrina

2 marzo 2006
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

Liz Carter, statunitense, ha lavorato come volontaria a New Orleans con il National Trust for Historic Preservation e il Preservation Resource Center of New Orleans, nei mesi di novembre e dicembre 2005. Ha lavorato insieme a professionisti del restauro e della conservazione provenienti da varie parti degli Stati Unit. Tra i loro compiti, sopratutto, offrire assistenza e consigli ai residenti, essere testimoni diretti di quanto stava accadendo, fornire informazioni al National Trust e promuovere il sostegno economico e politico per la ricostruzione della regione.

Ha visto l'impatto dell'uragano sulle famiglie, sui quartieri, sulle comunità e sull'intera struttura sociale della città. Ha sentito da militari che sono stati in Iraq di quanto la situazione a New Orleans fosse altrettanto disastrosa. Ha conosciuto le terribili storie raccontate da quasi ogni persona che ha incontrato.

Da queste esperienze è stata indotta a raccontare quello che ha visto a coloro che desiderino saperne di più rispetto a quello che dicono i media.

Per Liz Carter "C'è un nesso chiaro fra i concetti di pace e giustizia con quello che succede sulla costa del Golfo di Messico; non si tratta della sola conservazione del pratimonio archittetonico, ma piutosto di salvare le culture, i popoli, le famiglie e difendere i loro diritti."

La presentazione comprende foto con una narrazione che spiega gli aspetti fisici, psicologici e politici di questa tragedia.

Traduzione per la serata a cura di Traduttori per la pace.

Liz Carter
Liz Carter lavora a Eugene nell'Oregon, USA come consulente per il restauro e la conservazione, settore nel quale opera dal 1993 con un master dell'Università dell'Oregon.

A fine marzo 2006, Carter tornerà a New Orleans con un gruppo di laureati dell'Università dell'Oregon per continuare il lavoro con il National Trust e il Preservation Resource Center.

Per maggiori informazioni:
U.S. Citizens for Peace & Justice
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Giorno della Memoria

    Fare poesia dopo Auschwitz

    Primo Levi disse: “Io credo che si possa fare poesia dopo Auschwitz, ma non si possa fare poesia dimenticando Auschwitz. Una poesia oggi di tipo decadente, di tipo intimistico, di tipo sentimentale, non è che sia proibita, però suona stonata".
    27 gennaio 2022 - Franca Sartoni
  • Latina
    Honduras

    Bertha Zúniga “Le trasformazioni devono venire dai popoli”

    Copinh chiede al nuovo governo di creare le basi per il cambiamento
    e si manterrà vigile
    27 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Cultura
    Da "L’anima e la notte, della poesia ed altri versi"

    Canzone per un bambino zingaro

    Dale Zaccaria continua la sua ricerca letteraria con la poesia e la prosa, scrivendo racconti e fiabe, in sinergia con altri artisti e generi come la pittura, la danza, la musica, il teatro e il video.
    25 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Cultura
    Recensione

    Il miracolo della corda

    Una storia che non si può narrare tanto facilmente. Ma Monica, la figlia di Elvio Alessandri, riesce nel suo intento fino ad arrivare a scrivere un libello narrativo e riflessivo sulla Resistenza partigiana dei suoi cari.
    21 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Latina
    Honduras

    “Nessuno che abbia provato il dolore del popolo può unirsi a dei dittatori”

    Xiomara Castro invoca la difesa del risultato espresso dai cittadini nelle urne
    25 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)