convegno

"Se vuoi la pace educa alla pace"

16 giugno 2006

Con questa iniziativa i soggetti promotori intendono sviluppare una riflessione che parta dal confronto fra alcune esperienze in atto su cosa significhi oggi educare alla pace.
* Se di fronte ai nuovi scenari internazionali, alle guerre in atto e alle loro teorizzazioni, il tema dell’educazione alla pace debba costituire oggetto di un preciso progetto politico educativo ed essere affrontato con strumenti conoscitivi più precisi ed adeguati;
* Quali possono essere, i differenti ruoli della Regione, degli enti locali, dell’Università, del mondo della scuola, dell’associazionismo;
* Quali collegamenti ci sono fra la promozione della pace e la conoscenza e l’affermazione dei diritti fondamentali delle persone, dei principi universali di libertà e giustizia, della non
violenza come elemento essenziale nei rapporti umani e nei rapporti fra i popoli. Il fine è quello di elaborare un progetto di interventi coordinati e integrati che sia possibile
portare avanti congiuntamente nelle diverse realtà locali. L’incontro potrebbe diventare un appuntamento ricorrente in cui i percorsi e le modalità per insegnare la pace diventano una priorità per tutti, istituzioni, scuola, società civile attiva.

Mattino
9.00 – 13.00
Saluti
Fabio Incatasciato, sindaco di Fiesole
Daniela Lastri, assessore Comune di Firenze, responsabile Consulta Scuola Anci Toscana
Alessia Ballini, sindaco di San Piero a Sieve, responsabile Consulta Pace Anci Toscana
Coordina
Maria Luisa Moretti, assessore alla Formazione Comune di Fiesole
interventi
Antonio Papisca, Marco Mascia, Centro diritti umani Università di Padova
Giovanni Scotto, Università di Firenze, Corso di laurea per operatori di pace
Viviana Benci, Giulia Pagni, Cirpac e Scuola di dottorato Studi per la pace
Lisa Clark, Beati i costruttori di pace
Stefano Marini, Coordinamento Enti locali per la pace
Massimo Toschi, assessore alla Cooperazione internazionale al perdono ed alla riconciliazione Regione Toscana
dibattito
Pranzo Presso la Mensa Università eUropea

PoMeriggio
14.30 – 18.00
introduCe e Coordina
Andrea Cecconi, Fondazione Balducci
interventi
Franca Bazzanella, Università internazionale delle Istituzioni dei popoli per la pace - Rovereto
Vittorio Merlini, Scuola di pace di Monte Cimone - Modena
Paolo Francini,Tavola della pace Val di Cecina - Cecina
Carmelina Caparello, dirigente Istituto comprensivo Balducci -
Micaela Beatini, Centro regionale di documentazione sulla pace
Corso di Laurea per Operatori di Pace “Educandoci alla
pace e alla non violenza”
Esperienze in atto
Sarah Lupo Ruach, studentessa
Progetto di cogestione tra gli studenti del Corso di laurea
Operazioni di pace e Liceo Giovanni da S.Giovanni - San
Giovanni Valdarno
Elena Bendinelli e Emiliano Piredda, laureandi
Presentazione di un Laboratorio di formazione alla
trasformazione non violenta dei conflitti per insegnanti e
operatori
Saluti
Carmelo Pelicanò, presidente Fondazione Balducci
ConCluSioni
Maria Luisa Moretti

Si prega di dare conferma della propria adesione

Per maggiori informazioni:
Fondazione Ernesto Balducci
055599147 Si prega di dare conferma della propria adesione
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    "Liberateli subito da questo inferno d’ingiustizia!"

    Forte appello per l’immediata liberazione dei prigionieri politici
    6 agosto 2020 - Giorgio Trucchi
  • Pace
    Patrizia Mainardi si racconta

    L'Antifascismo di padre in figlia

    "Mobilitarsi significa agire, partecipare, manifestare e rivendicare il rispetto delle fondamentali esigenze della convivenza sociale". Intervista alla Presidente Anpi Salsomaggiore Terme, figlia di Anteo, il Partigiano "Canto".
    6 agosto 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Un video di Pax Christi International

    Il costo delle armi nucleari

    Un confronto fra le spese mondiali per fronteggiare la pandemia del Covid-19 e le spese militari connesse alla supremazia nucleare.
    6 agosto 2020 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Grandi eventi e tutela ambientale

    Mondiali 2021 e Olimpiadi 2026 sulle Dolomiti

    Le associazioni ambientaliste lanciano l'allarme, "i progetti avviati non sono conformi alla Carta di Cortina 2021 e alla certificazione ISO 20121"
    4 agosto 2020 - Maria Pastore
  • Disarmo
    Nelle basi Nato di Aviano (Pordenone) e Ghedi (Brescia) ci sono 70 testate atomiche americane

    A 75 anni dalla tragedia di Hiroshima e Nagasaki

    La commemorazione di Hiroshima e Nagasaki deve convincere a prendere finalmente decisioni di disarmo, almeno di disarmo atomico, troppo a lungo rimandate.  È inaccettabile che il nostro paese, che ripudia la guerra e ha fatto la scelta antinucleare, ospiti armi nucleari
    6 agosto 2020 - MIR (Movimento Internazionale della Riconciliazione)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)