forum

Forum Umanista Torino “La Forza della Diversità”

8 ottobre 2006
ore 15:00 (Durata: 3 ore)

L’obiettivo è creare ambiti di confluenza, interscambio, discussione e prospettive. Questo è ciò che faremo nei Forum Umanisti cittadini (Torino, Firenze, Milano, Roma e Napoli) in preparazione del Primo Forum Umanista Europeo che si terrà a Lisbona nei giorni 3, 4 e 5 novembre 2006.
Un tentativo in più affinché l’incontro della diversità e l’intuizione del futuro illuminino un cammino comune e possano convertirsi in progetti concreti, oltre che produrre pressione su coloro che
oggi decidono il destino di tutti.
Attività:
Sarà un Forum aperto alle diverse attività dei campi culturale, sociale, artistico, educativo, ecc. tanto a persone come ad associazioni e gruppi.
tra le altre, si lavorerà sulle seguenti aree tematiche: Disarmo e nonviolenza; Ambiente e sviluppo sostenibile; Discriminazione ed autodeterminazione; La religiosità; Economia mondiale e lavoro; Mass-media e la controinformazioni; Il sistema educativo e lo sviluppo umano.
Invitiamo:
Organizzazioni sociali, partiti e persone coscienti della necessità di cambiare profondamente il mondo e della necessità di percorrere nuove strade per farlo. Vogliamo gettarci alle spalle la barbarie neoliberale e la violenza per costruire un mondo diverso, in cui il progresso sia per tutti.

Sabato 7 ottobre
• h.15.00: apertura del Forum e benvenuto
• h.15.30: conferenza “Democrazia Partecipata”
• h.17.00: conferenza “Il monopolio della cultura dominante e la forza delle realtà sommerse”
• h. 18.30: conferenza “Mondializzazione e globalizzazione: verso la nazione umana universale”

Domenica 8 ottobre
• h.15.00: apertura dei lavori
• h. 15.30-18.30: tavoli di lavoro
“Disarmo e nonviolenza” - per iscrizioni: gen.c@fastwebnet.it
“Uomo, ambiente, sviluppo: bio-diversità e sviluppo sostenibile" - per iscrizioni: oscar.p@email.it
“Cittadini della Nazione Umana Universale: discriminazione ed autodeterminazione” - per iscrizioni: enrico_2000@libero.it
“La religiosità nel momento attuale” - per iscrizioni: danbrina@alice.it
“Economia mondiale e lavoro” - per iscrizioni: luca@umanisti.org
“Menti mediaticamente modificate: il potere dell’informazione" - per iscrizioni: pattyca@libero.it
“Il sistema educativo e lo sviluppo umano” - per iscrizioni: robbib@libero.it
• h.18.30: chiusura dei lavori e del Forum.

Per maggiori informazioni:
Patrizia Cascarano
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1977: Muore Alice Paul, fautrice di lotte nonviolente per i diritti delle donne

Dal sito

  • Disarmo
    ... Forse è ancora possibile sperare...

    Dal Costa Rica un commento alla nuova ratifica al TPAN

    L'ultima firma, dal governo delle Isole Fiji, ha fatto calare a 11 il numero di Stati ancora necessari per l'entrata in vigore del Trattato. Il Ministro degli Esteri costaricano approva e ne sottolinea la necessità
    9 luglio 2020 - Roberto Del Bianco
  • Ecologia
    Oggi la confererenza stampa

    Inquinamento, a Taranto nasce il Comitato del cittadino per salute e ambiente

    Ha avuto risonanza la notizia della costituzione del Comitato, qui riportiamo Radio Radicale, la RAI e TRM network.
    8 luglio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Si propone il fermo degli impianti ILVA sottoposti a sequestro dalla magistratura

    Comitato Cittadino per la salute e l’ambiente a Taranto

    Il Comitato Cittadino è una struttura che unisce cittadini e federa associazioni che convergono su finalità comuni, adottando la nonviolenza, la gentilezza e la cittadinanza attiva come metodologie di azione.
    6 luglio 2020
  • Pace
    Dopo questi orribili fatti il governo Tambroni si dimise

    La strage di Reggio Emilia

    Partigiani e operai assassinati nella strage del 7 luglio 1960: fu un cortocircuito tra la società civile e antifascista e le istituzioni
    6 luglio 2020 - Laura Tussi
  • Ecologia
    Taranto sotto una tempesta di polvere proveniente dall'ILVA

    Polveri industriali sulla città di Taranto, governo sotto accusa

    Peacelink scrive al ministro dell’Ambiente, Costa. “Invece di invocare la celerità - sostiene l’associazione Peacelink - voi state concedendo proroghe e deroghe alle prescrizioni dell'Aia (Autorizzazione integrata ambientale). Viene meno la certezza delle norme".
    5 luglio 2020 - Agenzia stampa AGI
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)