seminario

L'identità dei cittadini del mondo

31 ottobre 2006
ore 09:30 (Durata: 4 ore)

La cooperativa Immigrazionisti presenta al pubblico le sue attività e annuncia la nascita dell'agenda 2007, patrocinata da Smemoranda.

La realtà sociale sta diventando sempre più multietnica e multiculturale. Mettendo insieme diversità, colore della pelle, cultura, competenze e professionalità, Immigrazionisti si mette al fianco dei "nuovi cittadini".

Immigrazionisti perché siamo persone con varie esperienze che cercano di trovare soluzioni alle varie esigenze che emergono quando si affronta il mondo dell'immigrazione. Perchè i migranti possono più facilmente trovare aiuto ed attenzione se sono altri migranti, già integrati, ad occuparsi dei loro problemi.

L'agenda

È un libro-agenda mondiale e interculturale che tratta di fatti, storie e avvenimenti che avvengono nei giorni e mesi dell'anno. È un prodotto che informa e stimola ad una maggiore conoscenza del mondo e a dare senso ai valori dell'intercultura e della tolleranza: perché, in definitiva, siamo tutti "cittadini del mondo".

Contenuti

Il contenuto sarà sempre diverso, di anno in anno. Quest'anno il tema di fondo è l'identità. Tra le pagine da sfogliare si segnalano:

* RICORRENZE: Feste nazionali e internazionali, Feste storiche, religiose, tradizionali
* PROVERBI per ogni giorno come fonte di saggezza dei popoli del mondo
* PERSONAGGI storici, veri "cittadini del mondo"
* POESIE mondiali in lingue originali e tradotti in italiano
* QUIZ: è una sorta di gioco con domande per scoprire se "Sei cittadino del mondo"

Programma

9.30 - Saluti e Introduzione ai lavori del moderatore
Giovanni Acquati, fondatore del circuito Mag e banca etica.

9.45 - Giovanna Salvioni docente di antropologia università Cattolica di Milano - "Identità e globalizzazione".

10.30 - Jean Claude Mugabo, presidente di Immigrazionisti, scrittore rwandese di fiabe interculturali: "Identità e religione".

11.00 - Carlo Porcedda giornalista e fotografo.
"Identità dei cittadini centinari sardi".

11.30 - Esibizione di musicisti africani
"Sognando Africa"

11.45 - Interventi sul tema di rappresentanti di Unicredit Banca (agenzia Tu), Coop e Fondazione Ismu

12.15 - Dibattito tra i relatori e ospiti

12.30 - Chiusura dei lavori

Durante il seminario, cittadini di tutte le nazionalità reciteranno brani tratti dall'agenda.

Per maggiori informazioni:
Andrea Monticelli
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)