seminario

L'identità dei cittadini del mondo

31 ottobre 2006
ore 09:30 (Durata: 4 ore)

La cooperativa Immigrazionisti presenta al pubblico le sue attività e annuncia la nascita dell'agenda 2007, patrocinata da Smemoranda.

La realtà sociale sta diventando sempre più multietnica e multiculturale. Mettendo insieme diversità, colore della pelle, cultura, competenze e professionalità, Immigrazionisti si mette al fianco dei "nuovi cittadini".

Immigrazionisti perché siamo persone con varie esperienze che cercano di trovare soluzioni alle varie esigenze che emergono quando si affronta il mondo dell'immigrazione. Perchè i migranti possono più facilmente trovare aiuto ed attenzione se sono altri migranti, già integrati, ad occuparsi dei loro problemi.

L'agenda

È un libro-agenda mondiale e interculturale che tratta di fatti, storie e avvenimenti che avvengono nei giorni e mesi dell'anno. È un prodotto che informa e stimola ad una maggiore conoscenza del mondo e a dare senso ai valori dell'intercultura e della tolleranza: perché, in definitiva, siamo tutti "cittadini del mondo".

Contenuti

Il contenuto sarà sempre diverso, di anno in anno. Quest'anno il tema di fondo è l'identità. Tra le pagine da sfogliare si segnalano:

* RICORRENZE: Feste nazionali e internazionali, Feste storiche, religiose, tradizionali
* PROVERBI per ogni giorno come fonte di saggezza dei popoli del mondo
* PERSONAGGI storici, veri "cittadini del mondo"
* POESIE mondiali in lingue originali e tradotti in italiano
* QUIZ: è una sorta di gioco con domande per scoprire se "Sei cittadino del mondo"

Programma

9.30 - Saluti e Introduzione ai lavori del moderatore
Giovanni Acquati, fondatore del circuito Mag e banca etica.

9.45 - Giovanna Salvioni docente di antropologia università Cattolica di Milano - "Identità e globalizzazione".

10.30 - Jean Claude Mugabo, presidente di Immigrazionisti, scrittore rwandese di fiabe interculturali: "Identità e religione".

11.00 - Carlo Porcedda giornalista e fotografo.
"Identità dei cittadini centinari sardi".

11.30 - Esibizione di musicisti africani
"Sognando Africa"

11.45 - Interventi sul tema di rappresentanti di Unicredit Banca (agenzia Tu), Coop e Fondazione Ismu

12.15 - Dibattito tra i relatori e ospiti

12.30 - Chiusura dei lavori

Durante il seminario, cittadini di tutte le nazionalità reciteranno brani tratti dall'agenda.

Per maggiori informazioni:
Andrea Monticelli
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    24.583,2 milioni di euro esclusi i finanziamenti per le missioni internazionali e del MISE

    Questione di valori: la corsa al riarmo italiano inseguendo l'America di Biden e NATO 2030

    il termine “assenza di occidente” era presente nel Rapporto sulla sicurezza di Monaco 2020 e rifletteva il diffuso sentimento di disagio e irrequietezza di fronte alla crescente incertezza sul futuro
    19 aprile 2021 - Rossana De Simone
  • Disarmo
    Una speranza di cambiamento mondiale

    Agenda ONU per il disarmo nucleare

    Le armi nucleari sono le armi più pericolose sulla terra. Una piccola ogiva può distruggere un'intera città, ma qui parliamo di arsenali che possono sterminare centinaia di milioni di persone, mettendo a repentaglio l'ambiente naturale e la vita delle generazioni future
    14 aprile 2021 - Laura Tussi
  • Ecodidattica
    Scuole in rete per la sostenibilità ambientale

    Iniziativa pubblica di Ecodidattica

    Verrà presentata la strategia del service learning una metodologia promossa dalle Avanguardie Educative dell'’INDIRE. Appuntamento in streaming video per il 20 aprile 2021 alle ore 16. Si potrà accedere andando sul sito www.ecodidattica.it e cliccando sul bottone rosso di Youtube.
    19 aprile 2021 - Redazione Ecodidattica
  • Taranto Sociale
    A cura di Max Perrini

    Video su Taranto, l'ambiente e la salute

    Il Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto ha creato un canale su Youtube. Vi riportiamo il link per accedervi
    Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    E' in Germania, ha 220 mila abitanti e ha creato 13 mila posti di lavoro nella green economy

    Friburgo, i sette impatti della Green City

    Non e' una citta' ma una esperienza di anticipazione del futuro; nel tempo indicativo esiste il 'futuro anteriore' e Friburgo e' qualcosa che viene prima del futuro. Questi sono i primi sette impatti che Friburgo ha avuto su di me
    20 luglio 2012 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)