incontro

Caro Albert, caro Pierre.

28 febbraio 2007
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

Dialogo tra Albert Schweitzer e l'Abbé Pierre
Ciclo "L'Antribarbarie", dall'omonimo libro di Giuliano Pontara, della Scuola della Nonviolenza; ultimo incontro.

Si conclude, mercoledì 28 febbraio alle 21, con una conversazione dedicata ad Albert Schweitzer il ciclo di incontri che la Scuola della Nonviolenza ha intitolato L'Antibarbarie.

La conversazione, introdotta da Diana Zarantonello, studentessa in medicina, avrà luogo, come di consueto, presso il Centro Alex Langer, viale Cavour 142.

La figura di questo straordinario medico, filosofo, teologo, musicista, premio Nobel per la pace e amico della nonviolenza, è parsa adatta a concludere un ciclo dedicato all'azione contro la violenza e la barbarie che minacciano le conquiste più importanti del vivere civile.

Figlio di un pastore protestante in un paese alsaziano, dove unica era la chiesa, per cattolici e protestanti, di lingua francese e tedesca,. da bambino apprese un valore che doveva contrassegnare tutta la sua vita:
Non vivi in un mondo tutto da solo. Ci sono anche i tuoi fratelli.

La sua azione tra i fratelli africani, pià sventurati ed amarginati, è nota. Profonda è stata la sua persuasione nonviolenta. Nel ricevere il premio Nobel afferrmava Lo spirito dell’uomo non è morto. Continua a vivere in segreto. È giunto a credere che la compassione, sulla quale si devono basare tutte le filosofie morali, può raggiungere la massima estensione e profondità solo se riguarda tutti gli esseri viventi, e non solo gli esseri umani.

Forse è meno noto il suo rapporto con l'Abbé Pierre, recentemente scomparso, alla cui opera si deve la nascita e diffusione dell'esperienza delle comunità di Emmaus, straordinario strumento di riscatto e valorizzazione per chi viene emarginato nelle nostre società.

Anche di questo si parlerà nell'incontro.

Sul sito http://lascuoletta.volontariatoferrara.org/ l'archivio degli appuntamenti (con Giuliano Pontara su Ghandi, Daniele Lugli su Aldo Capitini, Elena Buccoliero sui coniugi Trocmè, Stefano Manfredini su Pierre Ceresole, Fulvio Cesare Manara Su Martin Luther King)

Per maggiori informazioni:
Movimento Nonviolento, Daniele Lungli
0532/204890
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1973: Firma della cessazione della guerra tra Stati Uniti e Vietnam del Nord.
  • Anno 1973: Il segretario americano alla difesa annuncia a Washington l'abolizione del servizio di leva obbligatorio.
  • Anno 0: Giornata di commemorazione della <b> Shoah</b> e di tutte le persecuzioni. Per non dimenticare

Dal sito

  • Cultura
    Da "L’anima e la notte, della poesia ed altri versi"

    Canzone per un bambino zingaro

    Dale Zaccaria continua la sua ricerca letteraria con la poesia e la prosa, scrivendo racconti e fiabe, in sinergia con altri artisti e generi come la pittura, la danza, la musica, il teatro e il video.
    25 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Cultura
    Recensione

    Il miracolo della corda

    Una storia che non si può narrare tanto facilmente. Ma Monica, la figlia di Elvio Alessandri, riesce nel suo intento fino ad arrivare a scrivere un libello narrativo e riflessivo sulla Resistenza partigiana dei suoi cari.
    21 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Latina
    Honduras

    “Nessuno che abbia provato il dolore del popolo può unirsi a dei dittatori”

    Xiomara Castro invoca la difesa del risultato espresso dai cittadini nelle urne
    25 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Conflitti
    Occorre negoziare una pace sostenibile

    La società civile globale esorta a fermare il tintinnio delle sciabole sull'Ucraina

    Entrambe le "grandi potenze" desiderano possedere l'Ucraina e rivendicare il loro "diritto" di concentrare le loro armi letali, truppe e basi ovunque lo desiderino, il più vicino possibile l'una all'altra. Entrambe oltrepassano la linea rossa del buon senso.
    25 gennaio 2022 - Yurii Sheliazhenko (Ucraina - World BEYOND War)
  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)