incontro

Chi ci salva dallo sviluppo? Dalla crescita disumana alla decrescita sociale Wer rettet uns ver der Entwicklung? con Serge Latouche

11 giugno 2007
ore 18:00 (Durata: 3 ore)


Eccezionale appuntamento organizzato dal Centro per la Pace del Comune di Bolzano e dalla Facoltà di Economia della Libera Università. Lunedì 11 giugno, alle ore 18 nell'Aula Magna della Lub parlerà Serge Latouche, considerato uno dei più noti sociologi ed economisti a livello mondiale. Docente di Scienze Economiche all'Università di Parigi e presidente dell'Associaizione «la ligne d'horizon» Latouche ha sviluppato una teoria economica critica del neoliberismo e della globalizzazione finanziaria tracciando un modello economico basato sulla «decrescita felice» anche come possibile riparo dalla distruzione ambientale in corso. Avversario del consumismo e dello sviluppo tout court, Latouche è un pensatore molto critico nei confronti dell'occidentalizzazione del mondo. Ha scritto opere fondamentali come «Il paneta dei naufraghi», «L'occidentalizazione del mondo», «La megamacchina», «La fine del sogno occidentale», «Come sopravvivere allo sviluppo» e il libro che esce a giorni nelle librerie: «La scommessa della decrescita».
A dialogare con Latouche verrà a Bolzano anche Christoph Baker, vicepresidente di Unicef Italia e seguace delle teorie di Latouche nel nostro Paese.

Per maggiori informazioni:
centro per la pace
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Sociale
    L’associazione ITA-NICA di Livorno si occupa di cooperazione e di scambi culturali con il Nicaragua

    EquAgenda 2022: "La Terra è di tutti"

    EquAgenda 2022 nasce da una consolidata abitudine a lavorare insieme su progetti di solidarietà, scambi internazionali, inserimenti lavorativi, commercio alternativo e solidale e promozione di una finanza etica, interventi nelle scuole e itinerari didattici
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Nel secondo dopoguerra, si rafforza un impegno contro la guerra sempre più rilevante e capillare

    Le donne contro la guerra

    Il fascismo aveva educato le donne a fare i figli per la guerra, invece le donne i figli devono farli per la pace e per un mondo migliore
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Le Nazioni Unite ospitano colloqui diplomatici a Ginevra dal 2017

    Sui robot killer opposizione degli Stati Uniti all'ONU a un accordo vincolante

    Washington ha rifiutato l'idea di regolamentarne l'uso attraverso uno "strumento giuridicamente vincolante" proponendo invece un "codice di condotta non vincolante". Un certo numero di paesi hanno chiesto il divieto totale di qualsiasi arma che potrebbe usare la forza letale senza una supervisione.
    Redazione PeaceLink
  • Economia
    Quelle parole erano impronunciabili

    L'amministrazione Biden rifiuta la "guerra alla droga"

    Il nuovo approccio dell'amministrazione Biden si concentra sulle cosiddette misure di "riduzione del danno". L'anno scorso, più di 93.000 persone sono morte per overdose negli Stati Uniti, il numero più alto di sempre. Ampia è la diffusione del Fentanil, droga molto più potente dell'eroina.
    8 novembre 2021 - Dan Vegano
  • Ecologia
    I contadini indiani non accettano alcun tipo di compromesso né proposta di indennizzo

    La formica contro l’elefante

    Una comunità rurale della costa indiana difende la propria foresta da un gigante dell’acciaio. La stampa locale prova a richiamare l’attenzione della comunità internazionale e noi di PeaceLink accogliamo volentieri la richiesta, supportando questa collettività di attivisti, pescatori e agricoltori.
    29 novembre 2021 - Cinzia Marzo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)