incontro

Chi ci salva dallo sviluppo? Dalla crescita disumana alla decrescita sociale Wer rettet uns ver der Entwicklung? con Serge Latouche

11 giugno 2007
ore 18:00 (Durata: 3 ore)


Eccezionale appuntamento organizzato dal Centro per la Pace del Comune di Bolzano e dalla Facoltà di Economia della Libera Università. Lunedì 11 giugno, alle ore 18 nell'Aula Magna della Lub parlerà Serge Latouche, considerato uno dei più noti sociologi ed economisti a livello mondiale. Docente di Scienze Economiche all'Università di Parigi e presidente dell'Associaizione «la ligne d'horizon» Latouche ha sviluppato una teoria economica critica del neoliberismo e della globalizzazione finanziaria tracciando un modello economico basato sulla «decrescita felice» anche come possibile riparo dalla distruzione ambientale in corso. Avversario del consumismo e dello sviluppo tout court, Latouche è un pensatore molto critico nei confronti dell'occidentalizzazione del mondo. Ha scritto opere fondamentali come «Il paneta dei naufraghi», «L'occidentalizazione del mondo», «La megamacchina», «La fine del sogno occidentale», «Come sopravvivere allo sviluppo» e il libro che esce a giorni nelle librerie: «La scommessa della decrescita».
A dialogare con Latouche verrà a Bolzano anche Christoph Baker, vicepresidente di Unicef Italia e seguace delle teorie di Latouche nel nostro Paese.

Per maggiori informazioni:
centro per la pace
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Il film del concerto del 2023 trasmesso da Rai3

    Paolo Conte alla Scala, un amico per il suo pubblico

    La serata è diventata un film presentato al Festival di Torino, con momenti del concerto e dei suoi preparativi, interviste e quell'affetto rispettoso tra l'artista, i suoi musicisti ed il pubblico
    25 maggio 2024 - Lidia Giannotti
  • Editoriale
    Perché contestiamo il G7

    Nove milioni di bambini morti ogni anno non fanno notizia

    Come pacifisti siamo indignati perché le risorse che potrebbero salvare quei bambini ci sono. Basterebbe una riduzione del 5,7% delle spese militari dei G7 per eliminare fame, malaria e mortalità infantile. Per questo accusiamo i G7 di omissione di soccorso.
    25 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Latina
    La ong inglese Earthsight, nel rapporto “Fashion Crimes” accusa i due colossi della moda

    Brasile: il cotone sporco di H&M e Zara

    H&M e Zara avrebbero realizzato capi di abbigliamento utilizzando tonnellate di cotone riconducibili a land grabbing, espropri delle terra e violenze.
    24 maggio 2024 - David Lifodi
  • MediaWatch
    Cosa possiamo fare per lui

    David McBride, un nuovo caso Assange

    In questa pagina web puoi leggere la storia di questo coraggioso avvocato militare australiano che ha denunciato i crimini di guerra in Afghanistan. E' stato condannato per aver obbedito alla sua coscienza e rivelato la verità.
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    L'arresto richiesto dal presidente della Corte Penale Internazionale del premier Netanyahu

    Quando cade un tabù: una democrazia può commettere crimini di guerra?

    La reazione indignata del primo ministro israeliano Netanyahu, che ha respinto con veemenza il paragone tra lo "Stato democratico di Israele" e Hamas, tocca la diffusa convinzione che una nazione considerata "democratica" sia immune dall'accusa di crimini contro l'umanità. Il caso di David McBride
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)