happening

Festival Internazionale delle Culture

27 settembre 2007

L’AQUILA, città di Pace(Abruzzo). È giunta alla sua VI edizione il “Festival ( internazionale) delle Culture”, organizzato dall'associazione culturale “L'Impronta”,(presidente dott.ssa Luisa Stifani), che animerà il centro storico dell'Aquila dal 27 settembre al 1 ottobre. Cinque giornate di cultura, convegni, musica all'insegna della solidarietà e dell'integrazione tra le diverse culture.
Come si diceva, l'integrazione, l'intercultura, i Diritti Umani e la Pace fra i popoli , ma anche la tematica che da un pò di tempo a questa parte viene continuamente sottolineata con preoccupazione dalle istituzioni laiche ed in particolare da quelle religiose: " Il diritto della Salvaguardia del Creato e quindi della priorità ambientale" , sono il filo conduttore che si propone di realizzare dell'Associazione culturale "Impronte" rappresentata dalla presidente Luisa Stifani dell'Aquila, e lo fa attraverso una serie di importanti iniziative di sensibilizzazione, di promozione sociale e di beneficenza. Una di queste é appunto " Il Festival delle Culture". La VI edizione del Festival di carattere internazionale, per le tematiche affrontate e la presenza di artisti che vi hanno partecipato, prende inizio giovedi 27 con convegno sul tema: “BIOETICA, DIRITTI UMANI e MULTIETNICITA' " . A questo convegno sono stati invitati ad intervenire le massime autorità religiose ed istituzionali dell'Aquila città per la Pace, comune che insieme alla Provincia patrocinano l'evento. Il convegno é previsto alle ore 17:00 presso il Palazzetto dei Nobili. Il programma sul tema di quest'anno che tratta i "Diritti umani e la Multietnicità" si sussegue in questo modo:
27 Sett. - Palazzetto dei Nobili ore 17: convegno "BIOETICA, DIRITTI UMANI e MULTIETNICITA' "
28 sett. - CINEMA MASSIMO ore 16: IL GRANDE DITTATORE, film di e con Chalie Chaplin
28 sett. - PIAZZA PALAZZO ore 17: "DIRITTI IN PIAZZA" e Spettacolo sbandieratori
29 sett. - PIAZZA PALAZZO ore 17: DIRITTI IN PIAZZA e concerto VIA e della cantautrice e Testimonial per la Pace Agnese Ginocchio
29 sett. - TEATRO S. FILIPPO ore 21: "ILARIA, MIRAN, e tutti gli altri bambini del mondo...in vacanza a Mogadiscio" Spettacolo teatrale di Silvio Sarta con musiche di Santino Spinelli
30 sett. - PIAZZALE BAR BARBAROSSA ore 10: Spettacolo di FIGURANTI, MUSICI E BALLI MEDIOEVALI
01 ott. - CINEMA MASSIMO ore 16: LA CIUDAD film di David Riker
dal 27 al 30 sett. - CENTRO COMMERCIALE L'AQUILONE: I GIORNI DELLA SOLIDARIETA'- eventi, spettacoli e mostre a cura delle Ass. partner . Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

L'associazione " Impronta", promotrice dell'evento ancora una volta intende evidenziare "l'aspetto gioioso, solidale ed interculturale del Festival" che quest'anno vede la partecipazione di numerose associazioni locali e nazionali. Fra le associazioni che patrocinano l'evento le ACLI dell'Aquila.
Insomma una preziosa occasione per favorire la conoscenza ed il rispetto delle culture e delle tradizioni diverse dalle nostre.

Comunicato stampa
info: Associazione per la cultura di Pace: l'Impronta [presidente dott.ssa Luisa Stifani, email: luisa.stifani@libero.it ]

_____________________
Info sull'associazione Impronta:
-L'Impronta ( presidente Luisa Stifani) è un'associazione culturale di dialogo interetnico tra cultura, intrattenimento e comunicazione nel web da ottobre 2006 con il sito: www.improntaonline.net .

-Lo scopo che si prefigge: Punto di incontro di Associazioni con riferimenti etici quali la Giustizia, la Pace, i Diritti Umani, la Solidarietà, l'Uguaglianza, l'Equilibrio fra i Popoli, l'Ambiente, con una cultura di armonia tra "diversi".

-L' Impronta valorizza gli elementi della diversità ed unicità favorendo iniziative e promuovendo nel contempo, la partecipazione alla collettività.
L’Associazione con sede all’Aquila, non ha fini di lucro, in collaborazione con le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni locali e nazionali, svolge un ruolo importante di promozione umana e culturale.

"L’Impronta crede nell’educazione alla Pace e nella corretta informazione
come fattori essenziali per far crescere una coscienza nuova della "globalità"."

Per maggiori informazioni:
Luisa Stifanni
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)