evento

L'essenza della Presenza

9 maggio 2008
ore 18:00

L’ESSENZA DELLA PRESENZA
Festival delle culture – II Edizione
Ravenna 9, 10, 11 maggio 2008

Artificerie Almagià
Via Magazzini Posteriori
48100 Ravenna

Nessuna cultura può restare senza comunicare. Nessuno può vivere senza condividere le proprie esperienze, visioni, sentimenti e punti di vista.
Con la convinzione di sperimentare l’interminabile nell’essere umano dalle rispettive posizioni, di condividere ciò che appartiene a ciascuno, creando uno spazio comune, frutto della creatività umana, uno spazio del vero pluralismo, della pace e della crescita della società civile in un processo di riconoscimento reciproco, di un dialogo innervato in esperienze effettive di cultura, di saperi che si sono trasmessi e poi diversamente sviluppati, di lavoro concreto sulle tracce di un passato ancora vivo nell’incontro e nella convivialità… con questa convinzione organizziamo questa seconda edizione de “L’essenza della presenza”.
Tahar Lamri – direttore artistico del Festival

PROGRAMMA

Venerdì 9 maggio – “Drum Call”

Ore 11 – Biblioteca Classense (nell’ambito di MeditaEuropa)
Europa e affinità mediterranee: mito e modello
Scipione Guarracino (Università di Firenze)

Ore 18 – piazzetta laterale San Domenico (nell’ambito di MeditaEuropa)
Incontri letterari “Un libro, Una terra”
Takis Theodoropoulos (scrittore)

Artificerie Almagià

Ore 18. - Presentazione della mostra fotografica "Mosicao d'Islam". Saranno presenti la fotografa Elisabetta Zavoli e i curatori del progetto - Ass. Life"

Ore 19 – “Con le mani, con le parole: racconti di donne migranti” (a cura dell’associazione Asja Lacis)

Ore 20.30 – Il duo di Cante Romagnole Corbari-Carnevali vs. il rapper angolano Nashy

Ore 21 – Concerto del Gruppo Konkoba* (Senegal/Guinea)

Ore 22.30 – La notte del sabar, danza delle donne del Senegal (a cura dell’associazione delle Famiglie senegalesi)

Durante la serata incursioni del poeta nativo-americano Lance Henson** accompagnato al didjeridoo da Dave Kaye

Sabato 10 maggio - “Senza Riserve”

Ore 11 – Complesso di San Nicolò (nell’ambito di MeditaEuropa)
I beni culturali per il dialogo tra civiltà
Dialogo con Giuliana Calcani (Università Roma Tre) e Cinzia Dal Maso (giornalista)

Artificerie Almagià

Ore 18 – in collaborazione con il Festival Meditaeuropa
Incontri letterari “Un libro una terra”: Layla Chaouni, direttrice della casa editrice Le Fennec (Casablanca) Saranno presenti Tiziana Dal Prà (Trame di Terra) e Nello Ferrieri (Cinemovel)

Ore 19.30 – Sfilate di donne e uomini africani in abiti tradizionali (a cura dell’associazione Global Solidarietà e dell’associazione Gruppo Interculturale delle Donne)

Ore 20 – Intervento di Violeta Valenzuela, presidente dell’Associazione Wenuyka: “La realtà Mapuche nel Cile di ieri e di oggi”

Ore 20.30 – Dalla Nigeria: Igbo Dance ed Epo Dance (a cura di Nzuko Ndi Igbo e Lovers Brothers)

Ore 21.00 – Arturo Tlahkuilo Arreola*, danze Yaqui (dalla tradizione Azteca)

Ore 21.30 – Ensemble delle Badanti della città di Ravenna (a cura di Casa Insieme)

Ore 22 – Balli e canti della Romania (a cura di Romania Mare)

Ore 22.30 – Musica e balli dell’Albania (a cura di Integriamoci Insieme)

Ore 23 – Danze delle Filippine (a cura di Mabuhay)

Mezzanotte – La notte delle scuole viventi: balli latinoamericani, tango argentino, danza del ventre
(a cura della Scuola di Ballo del Cral del Comune di Ravenna, l’Associazione Culturale Blu Tango, Mama’s Club)

Durante la serata incursioni del poeta nativo-americano Lance Henson accompagnato al didjeridoo da Dave Kaye

Domenica 11 maggio - “La vita è l’arte dell’incontro”

Ore 18 – Atilogu Dance. I tifosi della Nigeria sfilano per le vie di Ravenna dalla Stazione FS al all’Almagià. (a cura di Golden Stars in collaborazione con Ravenna Calcio)

Artificerie Almagià

Ore 19 – Festa del 60° Compleanno della Costituzione italiana in collaborazione con il Comitato in Difesa della Costituzione. Consegna di copie della Costituzione in varie lingue

Ore 19.30 – Premiazione dei ragazzi che hanno partecipato al laboratorio di sceneggiatura e al Concorso Scenarios from Africa

Ore 20.30 – Dalla Nigeria: Ugho Dance, Afesan Igbabonelimi Dance, Asonogun Dance, Oporuiche Dance (a cura di Edo Comunità, Afesan Community, Dynamic Friends International)

Ore 21.30 – Assegnazione del Premio per l’Intercultura “Oltre i Confini”

Ore 22 – Esibizione di Capoeira (a cura del gruppo Coquinho Baiano)

Ore 22.30 – Tambuleros de Cuba, Rito della Santeria (a cura dell’associazione Italia-Cuba)

Durante la serata incursioni del poeta nativo-americano Lance Henson accompagnato al didjeridoo da Dave Kaye

MOSTRE

Mostra fotografica “Mosaico d’Islam” (a cura della Life)

Mostra fotografica “Scritti di luce”, 100 anni di fotografia in Albania Marubi (a cura di Agimi)

Mostra fotografica “La vita degli altri”, l’immigrazione a Ravenna negli scatti di Luca Gambi (a cura di A.m.i.c.i.)

Mostra forografica “Santeria de Cuba”, immagini sull’antico rito cubano (a cura dell’associazione Italia-Cuba)

P E R S O N e: Africa società civile cambiamento.
Istallazione di sagome di uomini e donne africani (a cura del Cipsi e di Chiama l’Africa)

I CIBI

La tenda indiana di Araliya: ristorante indiano-cingalese
La tenda Berbera: specialità dal Maghreb
Fast food senegalese
Il furgone con la Piadina

IL MERCATO

Stand, bancarelle e gazebo di associazioni e ambulanti con materiale, pubblicazioni, artigianato, prodotti tipici da ogni parte del mondo.

*
KonKoBa
Gruppo di percussionisti senegalesi e guineani hanno partecipato con notevole successo a diverse manifestazioni di notevole importanza: il 32° Festival di Santarcangelo dei Teatri, il 4° Meeting antirazzista di Loreto, il Festival del Cinema Indipendente R.I.F.F., la Festa dell’Università di Salerno, il tour dei Buskers della Puglia La Ghironda, ed inoltre sono stati ospiti a RAI TRE del programma Alle Falde del Kilimangiaro accanto a Licia Colò e di Notti Mondiali a RAI UNO. Nel 2007 hanno partecipato alla realizzazione del film di Cristina Comencini Bianco e Nero uscito recentemente al cinema.

LANCE DAVID HANSON
nato a Washington, D.C. nel 1944 e cresciuto nell’Oklahoma occidentale con la sua tribù, è un poeta Cheyenne tra i più rappresentativi della cultura dei nativi d’America. Laureato in scrittura creativa all’Università di Tulsa, ha pubblicato 23 libri di poesie e la sua opera compare nelle principali antologie di letteratura dei nativi americani ed è stata tradotta in più di 25 lingue, e pubblicata anche in Italia. Membro della Chiesa Nativa Americana e capo del Dog Soldier Clan, ha partecipato numerose volte ai raduni del suo popolo come danzatore e pittore. Ha rappresentato la nazione Cheyenne al Gruppo di Lavoro delle Nazioni Unite per le popolazioni indigene e da più di 30 anni è attivamente impegnato nella lotta per i diritti dei Cheyenne e delle popolazioni indigene del mondo. La poesia di Henson fonde la filosofia Cheyenne e le tradizioni alla cronaca sociale e politica del mondo moderno. Ha pubblicato in Italia diversi volumi tra cui “Un moto d’improvvisa solitudine“ (1998), “Canto di Rivoluzione” (1998), “Traduzioni in un giorno di vento” (2001).

ARTURO TLAHKUILO ARREOLA
Musicista e danzatore Yaqui di tradizione Azteka Nel 1993, anno internazionale degli indigeni del mondo, arriva in Europa con altri danzatori. Anima incontri e seminari di danza e musica. Sempre nel 1993 dà vita ad attività per lo sviluppo pedagogico in scuole della Germania nell'ambito del programma " Kulturelle Paedagogische Hilfe ". Nel 1994 effettua un tour dei paesi Scandinavi ed Arriva in Italia. Dal 1994 fino ad oggi promuove attività culturali di musica e danza presso vari teatri in Italia e all'estero, conduce seminari ed incontri relativi a musica/danza e ai problemi indigeni. Nel 1998 realizza lo spettacolo "musica e danza etnica" al Club Europa 92 Pavarotti International.

Per maggiori informazioni:
Tahar Lamri
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    4
    lun
    corso

    Settimana Nazionale del Freire - Metodo di Coscientizzazione

    Tropea (VV)
    Settimana Nazionale del Freire - Metodo di Coscientizzazione
    24° edizione della Settimana Nazionale del Freire il Metodo di Coscientizzazione di Paulo Freire "La Parola Autentica" a cura di Anna Zumbo, Irene ...
  • lug
    6
    mer
    convegno

    Università di Firenze - Affrontare la distorsione della Shoah sui social media

    6 LUGLIO 2022 ORE 17:00 AFFRONTARE LA DISTORSIONE DELLA SHOAH SUI SOCIAL MEDIA. INDICAZIONI PER GIORNALISTI, OPERATORI DELL'INFORMAZIONE E DELLA ...
  • lug
    7
    gio
    presentazione

    Scritti contro la guerra nella città di Bollate

    PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 - Bollate (MI)
    COMUNE DI BOLLATE PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI BOLLATE CENTRO PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 Giovedì 7 luglio ...
  • lug
    9
    sab
    presentazione

    Angelo Gaccione a Piacenza con la raccolta poetica Spore

    Via Genocchi n. 17 - Piacenza - Piacenza (PC)
    PICCOLO MUSEO DELLA POESIA DI PIACENZA; Sabato 9 luglio 2022, a partire dalle ore 18,00; Il Piccolo Museo della Poesia; Chiesa di San Cristoforo; Via ...
  • lug
    10
    dom
    concerto

    Concerto di violino e organo storico

    Santuario Santa Maria del Canneto a Gallipoli - Gallipoli (LE)
    *VIOLINO* : N. Paganini: Capriccio n. 24 *ORGANO* : W. A. Mozart: Ave Verum Corpus J. S. Bach: Concerto in C minor (BWV 981) after B. Marcello's ...
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede Centro studi Sereno Regis
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede
  • lug
    24
    dom
    campo

    Dragon dreaming

    Via san Domenico di Cesaro 7 - Faenza (RA)
    Sarà una settimana dedicata all'approfondimento del Dragon Dreaming e la Permacultura. Dall'Australia un metodo efficace ed entusiasmante che ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1976: Dichiarazione Universale dei Diritti dei Popoli da parte del Tribunale Russel

Dal sito

  • Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers (Università di Chicago)
  • Editoriale
    Kennedy disse: “Scegliamo di andare sulla luna non perché sia facile ma perché è difficile”.

    Scegliamo la pace non perché è facile ma perché è difficile

    Oggi occorre una specie di Missione Apollo, cioè uno sforzo individuale e collettivo, istituzionale e politico, culturale, finanziario, economico, sociale. Perché solo in questo modo si rese possibile raggiungere la Luna. Nelle scuole dovrebbero essere dedicate molte ore alla cultura della pace.
    3 aprile 2022 - Gianni Penazzi
  • Pace
    La classe dominante occidentale ci sta portando verso la terza guerra mondiale

    L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare

    Sarei felice di unirmi al coro delle condanne alla Russia se, ogni volta che condanniamo il fatto — del tutto condannabile — che Mosca bombarda l'Ucraina, si aggiungesse anche: “E noi ci impegniamo a non fare mai più nulla di simile in futuro".
    3 luglio 2022 - Carlo Rovelli (fisico, saggista e accademico)
  • Conflitti
    E' stato necessario l'intervento dell'ambasciata britannica

    Lo storico Antony Beevor: perché l'Ucraina ha vietato il mio libro?

    Dopo la condanna del suo libro "Stalingrado" da parte del "comitato di esperti" governativi, Antony Beevor riflette sul desiderio dei governi di modificare il passato e mette in guardia dai pericoli della censura. La vicenda è del 2018 ma diventa attuale per le nuove leggi di censura sui libri.
    3 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Lo ha affermato la direttrice dell'Istituto ucraino del libro Oleksandra Koval

    "Oltre cento milioni di libri di propaganda russa da ritirare dalle biblioteche pubbliche ucraine"

    Secondo la direttrice furono poeti e scrittori russi come Pushkin e Dostoevskij a gettare le basi del mondo russo: "È una letteratura molto dannosa, può davvero influenzare le opinioni delle persone. Pertanto questi libri dovrebbero essere rimossi anche dalle biblioteche pubbliche e scolastiche".
    2 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)