proiezione

Invisibles, 5 registi per Medici Senza Frontiere

16 ottobre 2008
ore 19:30

IL 16 OTTOBRE A ROMA, TEATRO DI DOCUMENTI, ORE 19.30

Un film composto da cinque episodi diretti da Mariano Barroso, Isabel Coixet, Javier Corcuera, Fernando León de Aranoa, Wim Wenders
Prodotto da Javier Bardem

Medici Senza Frontiere (MSF) presenta Invisibles, un film girato da cinque noti registi della scena contemporanea che, attraverso l’occhio della telecamera, hanno raccontato gli invisibili della terra: coloro che non vogliamo vedere ma che popolano le nostre paure e le nostre inquietudini perché non smettono mai di esistere. Il film, presentato alla 57esima edizione del festival Internazionale di Berlino, si divide in cinque episodi girati in cinque diversi contesti in cui opera MSF. Dalla Repubblica Centrafricana, alla Colombia, passando per la Repubblica Democratica del Congo e la Bolivia fino all’Uganda, i registi hanno immortalato storie di estrema povertà, di violenza e di miseria in contesti dimenticati.
“Si tratta di un progetto artistico molto importante” dichiara Kostas Moschochoritis direttore generale di MSF Italia, “grandi nomi del cinema come Wim Wenders, hanno messo a disposizione la loro arte per raccontare storie di donne e di uomini dimenticati. Quelle che si vedono nel film, sono le vicende cui noi di MSF, assistiamo ogni giorno nei paesi in cui lavoriamo, questa è certamente una grande occasione per far conoscere al pubblico le condizioni in cui molte persone continuano a vivere negli angoli più remoti della terra”.

MSF ha scelto un contesto particolare per presentare il film: si tratta delle grotte seicentesche scavate nel monte Testaccio, nella particolare cornice del Teatro di Documenti. La proiezione, giovedì 16 ottobre, sarà itinerante attraverso 3 sale. Il pubblico sarà libero di muoversi nello spazio scegliendo autonomamente da quale documentario cominciare.

L’inizio è previsto alle 19.30. La serata proseguirà con proiezioni no stop fino alle ore 23.00.
Ingresso libero con 2 euro di tessera associativa al teatro.

Modalità di ingresso:
prima proiezione ore 20.15
seconda proiezione ore 21.15
terza proiezione ore 22.15

Per maggiori informazioni:
Spes
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)